Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
La SIAE americana condivide film via P2P - news originale

La SIAE americana condivide film via P2P

Condividi:         webmaster 27 Dicembre 12 @ 14:15 pm

La SIAE americana condivide film via P2P

L'idea che la Motion Picture Association of America (MPAA), ovvero la SIAE americana, usi i network P2P per condividere materiale coperto da copyright è qualcosa che si sospettava da tempo, ma un recente articolo di TorrentFreak conferma i sospetti di tutti. Finalmente qualcuno ne ha le prove.

TorrentFreak e Scaneye, un'azienda specializzata nel monitoraggio di traffico su BitTorrent, hanno lavorato insieme per tracciare gli indirizzi IP associati agli studios dell'MPAA e i risultati sono stati esattamente ciò che tutti ci saremmo aspettati.

Andando a verificare l'origine di alcuni degli indirizzi IP si è scoperto che questi fanno parte del network di Paramount Pictures, Warner Bros., 20th Century Fox e Walt Disney. Una o più persone all'interno di questi studios hanno usato BitTorrent per scaricare e condividere contenuto illegale da Internet.

Alla Paramount Pictures apprezzano "Hunger Games" e "Happy Feet", mentre alla Warner Bros. hanno scaricato "I Mercenari 2" e un filmino porno. Alla Sony Pictures prediligono i film per bambini, come l'ultimo capitolo di "Ice Age" e "Cattivissimo me", oltre ai videogiochi. Alla Disney prediligono invece le serie come "Person of Interest" e "Downtown Abbey" e non si rendono conto che "Fast and Furious 6" è molto probabilmente un virus.

Nulla di tutto ciò è molto sorprendente. Se non altro mostra come anche i membri di un'organizzazione che ha spinto per legiferare contro la pirateria online siano colpevoli come tutti quelli che perseguitano per vie legali. La peggior cosa è che però nessuna di queste persone subirà mai i trattamenti riservati ai pirati che non hanno la fortuna di lavorare per uno degli studios. Sarebbe però ancora più divertente se si trovassero dei pirati all'interno dell'MPAA stessa, o anche della nostra SIAE.

Voi che ne dite, l'MPAA dovrebbe auto-accusarsi e essere costretta a passare ciò che Jamie Thomas-Rasset o Joel Tenembaum hanno passato o la loro superiorità morale li mette al di fuori delle loro stesse regole?



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: