Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Un altro attacco a Sony, che disastro - news originale

Un altro attacco a Sony, che disastro

Condividi:         Mikizo 10 Giugno 11 @ 11:00 am

Sony Pictures Entertainment (SPE) ha rilasciato ieri un avviso ai consumatori ammettendo che un attacco al sito SonyPictures.com ha compromesso le informazioni personali (Sony le devinisce PII, ossia "personally identifiable information") di circa 37500 clienti dell'azienda.

Sony afferma che non c'è stato alcun furto relativo alle informazioni delle carte di credito ne' dei numeri di sicurezza di queste ultime (che rappresentano il dato maggiornemnte sensibile).

L'attacco è stato attribuito a LulzSec, un gruppo di hacker che si è separato da Anonymous. Sony ha specificato che le informazioni prese sono legate a promozioni e concorsi a premi, il che può includere nomi, indirizzi, indirizzi email, numeri telefonici, genere, data di nascita, password del sito e nome utente sul sito.

La compagnia ha avvisato i clienti che è probabile vengano raggiunti da tentativi di phishing, e ha consigliato di cambiare la propria password non appena il sito sarà di nuovo online.

Questo è solo l'ultimo di una linga lista di catastrofi per la grande compagnia dell'intrattenimento informatico, iniziata con il furto dei dati sul PlayStation Network in aprile e continuato fino ad oggi con quasi venti episodi conseguenti.

La cosa più grave di cui è stata accusata Sony è il mancato utilizzo delle più basilari norme di sicurezza e di prudenza nel maneggiare i dati dei propri clienti, ad esempio le è stato contestato il fatto che i dati fossero conservati in chiaro nel proprio database, senza alcuna cifratura: un comportamento davvero inspiegabile per un colosso come questo.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: