Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Sega si aggiunge alla lista dei violati. E LulzSec le tende una mano. - news originale

Sega si aggiunge alla lista dei violati. E LulzSec le tende una mano.

Condividi:         Mikizo 20 Giugno 11 @ 10:00 am

L'argomento è diventato quasi noioso: dopo l'ormai nota saga dei dati rubati a Sony e a dozzine di altre aziende, enti e siti di vario genere, la settimana scorsa è stata la volta di Sega, che ha subìto il furto dei dati di più di un milione di utenti del suo gaming network Sega Pass.

A quanto pare, l'attacco non ha compromesso i dati delle carte di credito, ma ha esposto diverse altre informazioni tra cui nomi, indirizzi email e date di nascita. Come da copione, la compagnia ha informato i clienti che il network è attualmente offline, e che per il momento nessuno può accedere al proprio account.

In principio l'azienda non ha fornito spiegazioni. L'avviso sul sito recitava più o meno come segue: "SEGA Pass sta per essere aggiornato per dei miglioramenti, e dunque al momento non è disponibile per l'iscrizione di nuovi utenti ne' per la modifica di dettagli da parte dei membri già iscritti, incluso il reset della password. Contiamo di tornare online al più presto. Grazie per la vostra pazienza."

Solo nella giornata di domenica, un portavoce di Sega ha dichiarato alla Reuters che la compagnia aveva scoperto che la violazione aveva riguardato corca 1,3 milioni di persone. "Siamo profondamente dispiaciuti di aver causato problemi ai nostri clienti. Lavoreremo ad un rinforzamento della sicurezza" ha detto Yoko Nagasawa di Sega.

Stamattina ne parla anche il Corriere della Sera, che riporta delle ipotesi su un cambiamento profondo tra hacker "vecchi" e "nuovi", dicendo che questi ultimi, nei quali vengono inglobati Anonymous e LulzSec, sarebbero più aggressivi, meno preparati tecnicamente e più "anarchici". Non capisco in quale senso l'autore dell'articolo del Corriere usi la parola "anarchico" (se intende che vogliono solo sbeffeggiare l'autorità, allora consiglio un ripassino al dizionario ed alla storia), ma soprattutto va detto che come al solito la stampa italiana fa confusione sugli hacker e dimostra scarsissima conoscenza del settore.

Non perchè non si sia effettivamente osservato un cambio di marcia negli attacchi più recenti, ma perchè i fatti stessi dimostrano che le cose sono un po' più complicate di quanto i giornalisti riescano a concepire. Esempio: proprio LulzSec, uno dei gruppi che si è proclamato responsabile di tanti attacchi di recente, ha offerto aiuto a Sega per scoprire chi ha attaccato il loro network, dichiarandosi fan del marchio giapponese, che infatti gode da sempre del favore del pubblico underground, a differenza dell'arci-nemico Sony.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: