Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Sistema di gestione dell'alimentazione per dispositivi mobili - news originale

Sistema di gestione dell'alimentazione per dispositivi mobili

Condividi:         ezechiel2517 3 25 Luglio 13 @ 20:41 pm

Sistema di gestione dell'alimentazione per dispositivi mobili
Cosa sareste disposti a fare per avere una batteria in grado di durare di più? In molti sarebbero anche disposti a non usare alcune feature del proprio smartphone.

Apple la pensa abbastanza sulla stessa linea e ha un piano per dare in pasto ai propri utenti un sistema di alimentazione intelligente. Un iPhone in grado di imparare le nostre abitudini quotidiane e di adattare i consumi in modo da poter dare il proprio massimo solo quando necessario.

Ovviamente se Apple ha una idea e questa idea è di dominio pubblico, vuol dire che a Cupertino hanno già abbondantemente provveduto a far sì che l'idea sia stata sigillata in un adeguato brevetto. Nel brevetto si parla di un sistema che tiene sotto stretto monitoraggio la posizione, la distanza del vostro viaggio da casa a ufficio e ritorno e i punti dove avete la possibilità di ricaricare la batteria.

E con tutti dati collezionati, il dispositivo deciderà autonomamente di modificare alcuni parametri in modo da ottimizzare il consumo. L'esempio più classico è la brillantezza dello schermo. Ma non è solo questo, anche la frequenza con cui il telefono accede e scarica la mail o limitare gli scambi di dati 'inutili' in certi contesti.

In realtà il brevetto lascia intendere che l'idea potrebbe benissimo non essere limitata ai soli smart phone, ma anche a tutti gli altri dispositivi mobili prodotti dal colosso di Cupertino. Nel brevetto, che si intitola come questo articolo, si parla esplicitamente di laptop, music player e console portatili.



3 commenti a "Sistema di gestione dell'alimentazione per dispositivi mobili":
Dylan666 Dylan666 il 29 Luglio 13 @ 11:10 am

"in grado da durare di più" andrebbe modificato in "in grado di durare di più"
"prorpi" andrebbe modificato in "propri"
"a far si" vorrebbe l'accento sulla "i"

Dog Dog il 30 Luglio 13 @ 07:40 am

Questo Dylan666 non ha proprio niente di meglio da fare...

cat cat il 09 Settembre 13 @ 13:28 pm

Dylan666 ha solo ragione:se il tuo lavoro è scrivere ma non conosci l'italiano CAMBIA MESTIERE!!!

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: