Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Wireless a Reggio Calabria

Condividi:         ale 1 07 Aprile 08 @ 05:30 am

La notizia arriva inaspettata Reggio Calabria avrà Hot Spot WiFi gratuiti sul Lungomare come Barcellona e Miami Beach. Il Lungomare Falcomatà infatti diventerà "wireless".

I nuovi hot-spot wi-fi pubblici saranno gratuiti per tutti, ne usufruiranno così turisti, residenti e soprattutto gli studenti. Basterà un portatile, un palmare o un telefonino con la possibilità di collegamento wifi e sarà possibile connettersi in rete direttamente dalla spiaggia reggina.

È la principale novità che arriva dall’appuntamento di oggi all’Auditorium “G. Versace” del Ce.Dir. che ha visto molti esperti del settore dialogare con le istituzioni in un workshop dedicato alle tecnologie digitali e della comunicazione multimediale.
Un’iniziativa che si inserisce nell’ambito dei progetti che il comune ha attivato come: il progetto “InfoSms” che attraverso l’uso dei messaggi fornisce informazioni di pubblico interesse, o particolare urgenza, ma anche appuntamenti culturali, manifestazioni sportive, ai residenti. Sono più di quattordicimila gli iscritti, sempre in questa ottica si inserisce il progetto “Wap” con un sito comunale consultabile anche via cellulare.

Una rete che è anche e soprattutto pensata in termini di area dello Stretto, vedi lo “St@rt & People” che vede coinvolti i due comuni di Reggio e Messina.
La rete a fibra ottica copre un’area della città di Reggio pari a 13Kmq consentendo allo stesso Comune di “fare rete”, fornendo gratuitamente a buona parte del territorio le sue risorse di connessione ad uffici comunali e circoscrizionali, ospedali ed anche le scuole (50 tra materne, elementari e medie), che oggi possono contare sull’attivazione di un collegamento Adsl.

Puntare sulla tecnologia è una scelta che sembra risultare vincente se si considera che sito istituzionale del Comune (www.comune.reggio-calabria.it) è considerato il primo sito web istituzionale del sud Italia ed è al tredicesimo posto della classifica nazionale tra i comuni italiani.

I tempi per realizzare quest’innovativa opera non sono stati specificati, anche se si prospetta l’opportunità di avere entro luglio questa novità assoluta di una via marina, dal Tempietto al Lido comunale, sempre “on-line” e aperta 24 ore su 24 a tutti.

Con più precisione lo spazio coperto è quello che nella fote vedete colorato in verde. Tecnicamente il funzionamento è un po più complesso, infatti l’Italia attua procedure d'identificazione restrittive per l'accesso a Internet. Il settore è regolamentato dalla legge creata dall'ex ministro dell'Interno Beppe Pisanu, il decreto "anti-terrorismo" che obbliga all'identificazione di ogni utilizzatore di Internet.

Questa legge penalizza i cittadini onesti per i quali diventa più complicato usufruire delle reti Wi-Fi ed anche gli operatori hanno difficoltà ad offrire il servizio legale. La norma prevede che ogni utente del wifi debba essere identificato da parte del gestore del servizio, con verifica di un documento ed annotazione di nomi e tempi d'uso.

All’estero funziona così: nel caso di hotspot gratuiti, è sufficiente avviare il computer, trovare la rete wireless, dal browser inserire nome, cognome ed indirizzo email (nei casi più restrittivi, spesso non servono) e poi navigare liberamente ed utilizzare la posta elettronica. Per quelli a pagamento è naturalmente necessario aggiungere i dati della carta di credito per supportare i costi del servizio.

In un intervista il dottor Antonello Novellino, Vice Questore Aggiunto del servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni ha dichiarato che: “Si reputa condizione sufficiente per soddisfare i requisiti previsti dalla normativa vigente, l'utilizzo del telefono mobile quale mezzo per attivare le procedure necessarie ad ottenere le credenziali di accesso alla rete, in quanto consente l'identificazione, seppur indiretta, dell'utente.” L'esempio di richiesta di accesso alla rete attraverso la tecnologia Wi-Fi e della necessaria identificazione, potrebbe quindi essere il seguente: l'utente, dopo aver avviato il proprio dispositivo in un'area coperta dal segnale, ed aver aperto il proprio browser, potrà navigare in un ambito ristretto che consentirà, quindi, la sola registrazione al servizio. La pagina che si aprirà conterrà un questionario ove l'utente immetterà i propri dati anagrafici, il tipo e numero del documento, la propria email ed il numero del telefono mobile. Una volta inviati i dati al fornitore del servizio, quest'ultimo utilizzerà il numero telefonico fornito dall'utente per inviare un messaggio SMS contenete le credenziali (password) di accesso. Una volta che l'utente terminerà le procedure di autenticazione ed avrà immesso le credenziali ricevute, allora potrà procedere liberamente alla navigazione in rete.

Proporremo questa strategia al signor D’Agostino Responsabile della Rete Civica del comune che si è mostrato molto disponibile ad ogni tipo di consiglio, anche dall’esterno. - Ken Curatola, Calmug (Calabria Macintosh User Group).



Un commento a "Wireless a Reggio Calabria":
Antonio Antonio il 07 Aprile 08 @ 11:09 am

Bellissima notizia, sono di Reggio Calabria e finalmente una notizia che da lustro alla nostra città.
Speriamo che lo realizzino presto, e non rimanga solo una proposta.

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: