Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

E su Twitter si rigioca Spagna 82

Condividi:         webmaster 14 Giugno 12 @ 09:00 am

Altro che Europei: un liveblogging segue passo per passo lo storico successo dei Mondiali. I commenti di Bearzot, le polemiche, gli articoli dei giornali, come se i futuri campioni stessero per scendere in campo. Un lavoro magistrale da nerd del pallone che senza troppa pubblicità sta raccogliendo followers e interesse.

l presidente della Federcalcio, Federico Sordillo, è scettico: «Se giocheremo così, le illusioni di passare il turno verranno distrutte». La Spagna, infastidita dalle polemiche, giocherà due amichevoli a porte chiuse. Intanto la stampa è impietosa contro la prestazione di Paolo Rossi, che nell'ultima partita non ha toccato palla. I nomi non sono sbagliati, non si parla del match tra Italia-Spagna degli europei 2012 né di Abete e Balotelli e questo non è neppure un capitolo di qualche libro nostalgico sui trent'anni del mondiale iberico dell'82. Sono tre tweet, tre cinguettii. Proprio così, arrivano dal liveblogging che un gruppo di fanatici del calcio si è inventato. Mentre tutti discutono se schierare dal primo minuto Di Natale, loro stanno ricostruendo giorno dopo giorno la cavalcata degli azzurri di Bearzot dalle polemiche al titolo. E lo fanno resuscitando articoli di giornale, raccogliendo i retroscena, riportando le dichiarazioni.

Si tratta di un lavoro da veri nerd del pallone. Ogni giorno riportano quello che succedeva trent'anni fa. Per esempio, l'arrivo a Vigo degli azzurri? Eccolo, il 4 giugno. L'8 giugno 1982 la nazionale giocò l'amichevole contro lo Sporting Braga? L'8 giugno 2012 su twitter arrivano le formazioni, come se i futuri campioni del mondo stessero per scendere in campo dopo pochi minuti e non l'avessero fatto tre decadi fa. Una vera chicca, piena di curiosità da intenditori: «Solo Tardelli ha una singola perché "Schizzo" soffre di insonnia», «Ieri il Brasile ha segnato 26 gol in due partite al Mairena, allo stadio c'erano 3mila persone e 38 gradi», le foto di Chinaglia e Zoff a bordo di un pedalò quando il primo ancora non doveva scappare dalla polizia italiana e il secondo non aveva gli occhiali...



Continua a leggere questa notizia su espresso.repubblica.it.


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: