Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Ara, il progetto di Google per lo smartphone modulare fai-da-te - news originale

Ara, il progetto di Google per lo smartphone modulare fai-da-te

Condividi:         ezechiel2517 5 17 Aprile 14 @ 06:06 am

Ara, il progetto di Google per lo smartphone modulare fai-da-te
Sembra un po una di quelle idee che ti aspetti di trovare all'IKEA, e invece è stata partorita dalle menti di Google e, secondo me, è geniale. Che ne direste se fosse possibile costruirsi il proprio smartphone? Per rimanere sull'onda della similitudine svedese, funziona un po come per la cucina. Avete le vostre misure e vi scegliete il forno, la credenza, il frigo, il piano cottura in modo da ottimizzare i vostri spazi... Ecco, pensate di fare lo stesso con i componenti di un dispositivo mobile.

Il progeto si chiama in codice Ara e ora è praticamente realtà, perché c'è un documento di ottanta pagine che serve come linea guida per tutti quei produttori che vorranno lanciarsi in questa avventura e costruire i moduli per il dispositivo fai da te.

E proprio come la vostra cucina, la prima cosa che dovrete capire è lo spazio che avete a disposizione. Ci sono tre tipi di endoscheletro disponibili: small, medium e large. Le dimensioni sono date da un sistema a blocchi quadrati di 22 millimetri di lato. L'esoscheletro small sarà 2X5 mentre il large sarà 4X7. Una volta note le misure potrete mettere all'interno quello che vorrete. E, nell'ipotesi che uno dei componenti diventi obsoleto o si rompa, basterà cambiarlo o sostituirlo. Facile e, si spera, economico.

Anche i moduli ovviamente avranno una dimensione standardizzata sui quadrati di cui sopra, in modo che sia facile poterli inserire nella struttura. I moduli saranno inseriti negli slot e si agganceranno tramite magneti elettro permanenti.



5 commenti a "Ara, il progetto di Google per lo smartphone modulare fai-da-te":
cogi cogi il 17 Aprile 14 @ 13:12 pm

Scusate ma... https://phonebloks.com/en/about

eduardo eduardo il 21 Aprile 14 @ 08:54 am

interessante se arriva sarà come per il pc scegliere i singoli componenti per ottimizzare le proprie necessità, dipende però dai costi, come per il pc l'assemblato dovrà avere costi minori od uguali a quelli premontati

ink ink il 21 Aprile 14 @ 09:30 am

bè, se il vecchio phoneblocks è sparito, aveva come partner motorola, e ora motorola è di google, per la proprietà transitiva .... ;)

Maxmula Maxmula il 21 Aprile 14 @ 11:45 am

Speriamo che non sia uno dei soliti progetti geniali "castrati" da pure ragioni di marketing...

La "vera" rivoluzione informatica è iniziata quando IBM ha deciso di costruire i suoi PC con architettura Open: dettati gli standard, i costruttori si sono sbizzarriti.

Spero davvero che quest'idea diventi realtà, anche perchè non mi dispiacerebbe farmi un terminale top di gamma "a rate, magari iniziando con componenti più economici ed upgradandoli via via che si rendono disponibili nuove soluzioni tecnologiche o, più prosaicamente, la disponibilità "finanziaria".

Sarà anche interessante capire come sarà implementato il componente più importante di questi terminali... la BATTERIA! Modulare anche quella? :-)

stefano stefano il 21 Aprile 14 @ 15:17 pm

e' un po' come l'uovo di colombo.
credo che aprirebbe la strada a soluzioni personalizzate.
pero' non credo che le varie case costruttrici di smartphone o tablet useranno a breve questo sistema fai da te. Forse un giorno quando avranno finito di spremere i poveri appassionati con un device nuovo all'anno si butteranno su un sistema come questo per dare piu' linfa a un mercato che secondo me ha gli anni contati.

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: