Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Monad la nuova shell a linea di comando di Microsoft

Condividi:         ale 25 Giugno 04 @ 18:00 pm

Microsoft sembra intenzionata a partorire una shell con delle potenzialità interessanti, dopo anni di finestre, pulsanti, wizard e segni di spunta.
Così sembra di capire vedendo l'ultimo episodio del .NET show, una specie di telenovela dai colori un po' spenti.

Il nome in codice del prossimo tool di Redmond è leibniziano: Monad, ovvero tutto si connette a tutto. L'idea è apparentemente semplice e geniale: mentre il vecchio Unix (Unix, non Linux) metteva in comunicazione testo e lo ridirigeva via pipe (il famoso simbolo "|"), Microsoft consentirà ai suoi utenti di esporre metodi di oggetti, eventualmente via reflection, per raggiungere una potenza ancora maggiore.

Nelle intenzioni dei suoi autori, Monad dovrebbe essere interattivo come la bash e programmabile come Perl o Ruby.
Una veloce occhiata all'esempio più semplice di commandlet, che elenca i processi in atto sul sistema ci mostra una linea di comando object-oriented, che fornisce un accesso agli attributi degli oggetti; ai dettagli ci pensa l'ambiente, che ha anche la capacità di passare l'output per esempio ad Excel e che può essere usato per amministrare il sistema in modo rapido ed efficace.

I problemi per Microsoft potrebbero essere due, di cui uno, potenzialmente già risolto, è quello del debito con Unix; pare che Microsoft riconosca finalmente l'utilità e la potenza della linea di comando, anche se questo potrebbe implicare che il DOS fosse nettamente inferiore a Unix; non un mistero per molti, ma rimane imbarazzante ammetterlo.

Rimane il dubbio sull'opportunità di usare e ridirigere dati binari invece di testo, come siamo abituati a fare con Unix. Non è detto che sia facile entrare nelle logiche dei formati proprietari e può crearsi comunque un sovraccarico di elaborazione notevole, anche se pare che l'uso di XML possa facilitare il trasporto di questi oggetti.
Questa nuova shell di Microsoft fa parte comunque di un progetto complessivo più ampio e tremendamente onnicomprensivo.

Articolo tratto da Programmazione.it



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: