Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Mp3: il download italiano

Condividi:         ale 20 Dicembre 03 @ 12:00 pm

Il punto sulla musica a pagamento
"Dopo la feroce caccia alle streghe delle major musicali contro gli utenti che scaricano illegalmente e gratuitamente Mp3 su Internet, da qualche tempo in Rete sono spuntati alcuni negozi virtuali per il download a pagamento. Il primo ad aprire i battenti negli Usa è stato i-Tunes, juke box online targato Apple, ma molti altri, una volta verificato il successo dell'iniziativa della casa della Mela, ne hanno seguito subito le orme. E così, tra gli altri, è risorto anche il vecchio e amato Napster, trasformatosi da paradiso degli Mp3 gratuiti a legale vetrina sul Web. Questa la situazione negli States, dove, forse anche a causa delle numerose azioni legali contro i singoli utenti che scambiavano illegalmente musica protetta da copyright, il "file-sharing" (condivisione di file) ha perso aficionados a favore proprio dei negozi musicali online a pagamento. E in Italia? Escludendo iTunes Music Store, attivo solo negli Usa, i siti Internet dei singoli artisti, le pagine Web delle case discografiche e quei portali che forniscono download musicali sfruttando dialer e connessioni a pagamento, le realtà legali su Internet per scaricare musica, al momento, sono ancora poche. Entrando nel dettaglio, infatti, ad oggi si possono registrare sostanzialmente due differenti servizi Web dedicati: Messaggerie Musicali e Tiscali. Diverse le soluzioni dei due fornitori.
Il primo, Messaggerie Musicali, con un ricco e vario catalogo che conta circa 80 mila titoli e promette di raggiungere i 600 mila spaziando dal jazz alla musica classica, oltre allo streaming gratuito dei primo 30 secondi di ogni canzone, mette a disposizione singoli brani a 0.99€ l'uno e interi album a 9.90€. Ogni canzone, una volta acquistata tramite carta di credito, può essere utilizzata a piacimento dall'utente, masterizzata e copiata su dispositivi per l'ascolto di musica digitale.
Diversa invece l'offerta di Tiscali, che, a prezzi stracciati, grazie a un servizio prepagato, consente il download di brani singoli a 0.75€ l'uno. Acquistabili anche tramite carta di credito tradizionale, i brani Mp3 di Tiscali, in attesa di poter essere accreditati sulla bolletta attraverso un futuro "Tiscali Secure Pay", in questo caso avranno invece prezzi differenti in linea con i concorrenti (0.99€ a canzone).
Ricco anche il catalogo musicale di Tiscali. Fornito in esclusiva da OD2, il più grande distributore europeo di musica digitale legalmente autorizzato, infatti, il servizio Tiscali annovera tra le etichette disponibili i colossi Warner, BMG, EMI e Universal, e, infine, Sony Music UK.
Nomi altisonanti per servizi che intendono conquistare un pubblico sempre più ampio anche in Italia. Le basi di partenza sono buone, riuscirà ora il popolo della Rete italiano a uscire dal tunnel del download illegale e sposare la cause della legalità musicale sul Web?"

www.tgcom.it



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: