Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Syberia II: quando il videogioco diventa opera d'arte

Condividi:         ale 11 Dicembre 04 @ 10:00 am

Un'avventura punta e clicca realizzata con classe e stile che ci accompagna in un lungo e affascinante viaggio sulle tracce degli ultimi mammut esistenti.
Dopo il grande successo ottenuto con Amerzone e Syberia Benoît Sokal, celebre fumettista e disegnatore tra i più apprezzati in Europa (dove è conosciuto soprattutto per le avventure dell’Ispettore Canardo), ritorna al videogioco da lui inteso come mezzo privilegiato per esprimere la creatività individuale.

Il suo nuovo lavoro, Syberia II, è una classica avventura punta e clicca che narra le vicende della giovane avvocatessa newyorchese Kate Walker la quale, dopo aver rintracciato nel primo episodio Hans Voralberg, proprietario di una fabbrica di automi che il suo studio è intenzionato ad acquistare, decide di seguire il proprio cuore e aiutare l’ormai vecchio inventore a realizzare il suo ultimo desiderio: scoprire la mitica terra di Syberia dove vivono gli ultimi mammut preistorici sopravvissuti.

Il gioco riprende gli stilemi propri del genere ed è gestibile unicamente attraverso il mouse. Spostando il cursore sullo schermo il giocatore deve esplorare ogni ambiente, esaminare con cura i particolari alla ricerca di oggetti da osservare, raccogliere o utilizzare nella maniera appropriata. Syberia II, infatti, è ricco di enigmi e rompicapo perlopiù di natura meccanica e logica che rappresentano un buon livello di sfida e richiedono impegno e ragionamento per la loro risoluzione. A tale fine è necessario dialogare con i diversi personaggi incontrati (tra l’altro ottimamente caratterizzati, sebbene a volte troppo caricaturali) per raccogliere indizi fondamentali e seguire il complesso filo narrativo della vicenda che si snoda con l’incedere tipico di un romanzo appassionante.

La grafica, già punto di forza del capitolo precedente, è stata ulteriormente migliorata. I fondali, prima realizzati a mano e poi trasferiti su computer, sono infatti arricchiti da una serie di stucchevoli particolari che li rendono ancora più verosimili (la neve che cade, piccoli animali che si muovono velocemente, pregevoli effetti di luce, riflessi sulle pozze d’acqua o sul ghiaccio e così via). Lo stile tipico di Sokal si percepisce nella raffinata cura dei dettagli e nella scelta di architetture decadenti e dal sapore vagamente retrò che spesso e volentieri cedono il passo a paesaggi innevati ed evocativi che non sfigurerebbero su una cartolina.

Anche il sonoro si attesta su ottimi livelli con melodie e temi musicali che si integrano alla perfezione con le scelte grafiche e le situazioni contingenti, mentre il doppiaggio in italiano si distingue per la qualità e la capacità di tratteggiare alla perfezione l’unicità di ogni singolo personaggio (da Oscar, il nostro amico robot dalla voce metallica, al colonnello Emeliov, il simpatico militare in pensione incontrato all’inizio dell’avventura nella cittadina di Romansbourg). Unica nota negativa la longevità che si attesta su livelli medio-bassi soprattutto per i giocatori più esperti.

Syberia II Euro 49,99 Iva inclusa
Genere: Avventura
Produttore: Microids.
Distributore: Microids Italia, Via Giovanni Da Udine 34, 20156 Milano; tel. 02-38093481, fax 02-38093482. E-mail: info@microids.com
PRO: Trama intrigante, Atmosfere evocative, Grafica curata
CONTRO: Poche novità, Sviluppo lineare
REQUISITI MINIMI
Processore : Intel Pentium III a 350 MHz o equivalente
Memoria (MByte) : 64
Scheda video/memoria (MByte) : Compatibile DirectX 8.1/16
Spazio libero su disco (MByte) : 400

di Massimo Nicora - PC Professionale


News correlate a "Syberia II: quando il videogioco diventa opera d'arte":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: