Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Cagliari, scopre di essere padre grazie ad una chat

Condividi:         ale 13 Settembre 04 @ 16:30 pm

Era diventato padre e non lo sapeva. E solo grazie a una chat, ha scoperto di avere avuto una figlia ben 17 anni fa in Inghilterra.
Lei lo cercava disperatamente da una decina di anni, ma credeva fosse morto. Lui invece non immaginava che da un breve amore, potesse essere nata una bambina. È successo allo stilista Tony Joshua Sanna, italo inglese 38 anni residente in città da dieci anni. La storia ha dell'incredibile e lo stesso artista stenta a credere, e si commuove nel raccontare, quanto gli sta accadendo.

''Ho una figlia'', dice all'ADNKRONOS, ''ma l'ho saputo solo l'8 luglio scorso. Sono padre di una bella ragazza di quasi 18 anni che si chiama Sophia e mi somiglia come una goccia d'acqua: studia business e per trovarmi è stata addirittura buttata fuori di casa dalla donna che io amai e dal suo compagno. Ora vive dalla nonna londinese''.
Tutto nasce da una amicizia con una donna, divenuta poi amore, ma spezzata dal desiderio di lui di continuare la carriera di stilista, partendo 17 anni fa per l'America. E da allora non si sono mai più rincontrati. Il destino porta Anthony di nuovo nella terra in cui è nato suo padre di cui conosce solo il cognome che ora ha scelto di portare: Sanna
All'inizio di quest'anno sente la nostalgia di un amico londinese e lo contatta telefonicamente. Il caso vuole che a rispondere sia la moglie: ''Mi ha detto che si sarebbe segnata il mio numero su un foglio'', racconta Tony, ''e che suo marito mi avrebbe richiamato al suo rientro a casa. Non è mai accaduto, se non un mese fa quando ho scoperto, cosa era successo''.

''La donna aveva segnato male il mio numero e al mio amico non è rimasto altro che cercarmi ovunque''. Visita così tutti gli uffici inglesi, ricerca Tony tramite l'anagrafe. Ma nulla, di lui non restavano tracce. Del resto aveva cambiato nome, affiancandolo ad un nome d'arte, e luogo di residenza.
Una notte, su internet, l'amico di Anthoni lancia un appello su una chat: ''Cerco da mesi Anthony Eighteen''. Subito arriva una risposta: ''Lo cerco anch'io, disperatamente. Vi prego aiutatemi. Ho 17 anni ed è una questione urgentissima''. Insieme, cercano l'indirizzo di Anthony, lo trovano e spediscono una busta. All'interno ci sono due lettere. ''Il mio amico'', racconta Tony, ''mi ha detto che per leggere quella rosa avrei dovuto sedermi, perchè avrei avuto una notizia bellissima''. Tony apre e non può che scoppiare in lacrime quando legge: ''Io sono tua figlia''. Da allora non passa giorno in cui non si sentano, via e-mail, sms o lettera, in attesa che Sophia arrivi nel capoluogo sardo il prossimo ottobre.

News tratta da Adnkronos.com



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: