Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Overclock tecniche e convenienza

Condividi:         ale 15 Dicembre 05 @ 09:00 am

Overclock tecniche e convenienza

L'overclock è una serie di tecniche utilizzate per aumentare la frequenza di funzionamento di alcuni prodotti hardware in difetto rispetto ad altri, solitamente si applica ai processori anche se, teoricamente, è possibile attuarlo su qualsiasi prodotto che hanno una frequenza di orologio specifica, per esempio i circuiti integrati della scheda video. Per esempio, se overclockiamo un processore da 400 megaherzt, esso tramite una CPU con una fresquenza più alta arriva a 600 megahertz, il processore avrà quindi aumentato la sua frequenza migliorando notevolmente le prestazioni di tutto l'hardware caricato sul PC ed il processore funzionerà come un processore come se fosse stato creato con frequenza da 600 megahertz e non come se ne avesse ancora 400.

L'overclock si sta diffondendo in modo molto rapido anche se non tutti possono dire di poter operare correttamente, questo perchè per riuscire ad ottenere degli ottimi risultati senza rovinare l'intero sistema meccanico è necessaria una ottima pratica e conoscenza dell'hardware. Ma conviene realmente utilizzare queste tecniche?
Innanzi tutto, vorrei spiegare esattamente come si riesce a procedere anche se non entrerò nei dettagli, questo per completezza di discorso. Nella scheda madre la frequenza del bus di sistema è generata da un sintetizzatore (PLL), la CPU usa la frequenza del bus di sistema per produrre la sua frequenza di riferimento moltiplicandola per la frequenza di bus della scheda madre, quindi si può intuire quanto sia semplice aumentare le varie frequenze.

I processori hanno, quasi tutti, una doppia alimentazione: alimentatore del core (microcircuiti della CPU) e alimentatore I/O (input/output, sistema e memoria del bus), l'overvolt consiste nell'aumentare gradualmente di 0.1 volt alla volta, e non di più di un totale di 0.3 volt onde evitare che il processore si bruci, la tensione dell'alimentatore del core in modo da facilitare il passaggio nei microcircuiti della CPU, l'overvolt non si utilizza in ogni overclock, solo per quelli fatti al limite delle possibilità del processore (es. da 300 a 450 megahertz).
Per riuscire ad overclockare è necessario anche modificare i parametri della scheda madre, se è una scheda madre di nuova generazione è possibile settarla direttamente dal BIOS, altrimenti si dovrà operare manualmente e direttamente dai jumper; è necessario comunque leggere i manuali della scheda madre per controllare la possibilità del settaggio dell'overclock.

Uno degli elementi principali dell'overclock, però, è il sistema di raffreddamento, è assolutamente necessario riuscire a mantenere la temperatura dei processori sotto la temperatura di sfondamento che li danneggerebbe o li brucerebbe irreparabilmente, quindi sono necessarie diverse ventoline; ogni tipo di processore ha una temperatura di resistenza diversa dall'altro, i Pentium sono molto più resistenti degli Amd, mentre per il processore Idt Winchip-2 è sconsigliato overclockare poiché ha una temperatura decisamente alta per sua natura e quindi è molto precario come materiale.

Per avere un overclock ottimale è scosigliato aumentare il moltiplicatore di frequenza, questo perchè il settore L2 del circuito integrato lavora sulla frequenza del Bus e farla diminuire significherebbe diminuire le prestazioni generali di tutta la macchina, quindi per esempio, un Pentium 133 (66x2) sarà più veloce di un Pentium 150 (50x3). Alcune CPU non accettano moltiplicatori di molto più superiori al difetto in se stesso da correggere (es. Pentium MMX), mentre altre non possono adoperare moltiplicatori che non siano standard (ex. Cyrix 6x86 o AMD k6). Se la macchina non si avvia dopo l'overclock o molto probabile che il processore abbia un moltiplicatore bloccato, ma di solito il blocco riguarda l'alto e non il basso, per esempio se la CPU ha il blocco a 2.5x, non si potrà usare un moltiplicatore superiore, ma solo inferiore.

Esistono molti applicativi che indicano le frequenze alcuni di questi sono, WcpuID o SoftFBS, questi due programmi per windows, possono overclockare senza operare direttamente e manualmente sul sistema macchina, infatti modificano i moltiplicatori di frequenza da soli.
Detto questo cosa comporta esattamente utilizzare l'overclock?
È sicuramente una manovra molto utile se, naturalmente si sa esattamente come operare e si conosce l'hardware con cui si sta operando, questo per evitare di dover buttare ogni tot anni il pc interamente, quindi è possibile risparmiare e continuare ad utilizzarlo bypassando l'hardware in modo da aumentare le sue prestazioni che permetterebbero di utilizzare programmi molto grossi e pesanti come i pacchetti Office 98, 2000 ed Xp, senza problemi ed ad un costo decisamente contenuto rispetto al prezzo del nuovo processore e della scheda madre, poiché essi sono complementari ad ogni scheda madre corrisponde un set di processori ma non tutti sono compatibili con la stessa, quindi potrebbe essere decisamente conveniente e poco costoso che permetterebbe di poter utilizzare il computer ancora per qualche anno rispetto alla durata media che di solito hanno.

È necessario sapere però che, nonostante non sia una pratica illegale, poiché nel momento in cui comprate i sistemi hardware ne divenite i legittimi proprietari ed in quanto proprietari potete farne ciò che volete, se il prodotto è ancora in garanzia ed overclockate significa rinunciare alla garanzia sul prodotto, poiché nessuna azienda si prende la responsabilità di un loro prodotto non utilizzato secondo le raccomandazioni ufficiali della casa madre.

Heba



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: