Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Ma i libri digitali che compriamo sono davvero nostri?

Condividi:         webmaster 27 Ottobre 12 @ 10:00 am

Mentre Apple e Microsoft presentano i propri nuovi gioielli e negozi virtuali attraverso i quali ci propongono di comperare tutto, dicendo addio anche al normale software acquistato in una confezione in negozio, da Internet arriva una notizia che sta suscitando molta polemica intorno a un tipo di negozio virtuale già ben consolidato: quello che offre libri digitali.

I venditori di questi libri, infatti, sarebbero legittimati a revocare e cancellare arbitrariamente i testi che abbiamo comprato da loro: non saremmo veri proprietari degli e-book che abbiamo acquistato, ma semplicemente licenziatari temporanei, alla mercé degli umori dei venditori.

La polemica riguarda in particolare Amazon, uno dei più grandi rivenditori via Internet di libri digitali, ma vale per tutti i negozi di e-book protetti da sistemi anticopia. Di recente una informatica norvegese, Linn Nygard, ha dichiarato di essersi trovata con il suo e-reader Kindle completamente azzerato...



Continua a leggere questa notizia su retetre.rtsi.ch.

News correlate a "Ma i libri digitali che compriamo sono davvero nostri?":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: