Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Huawei, un gigante nell'ombra - news originale

Huawei, un gigante nell'ombra

Condividi:         ElisaMenozzi 03 Febbraio 13 @ 23:57 pm

Huawei, un gigante nell'ombra

Una ricerca pubblicata nei giorni scorsi dalla societá di rilevazione IDC ha svelato che il terzo produttore mondiale di smartphone e tablet dopo Samsung e Nokia é Huawei, che nel quarto trimestre del 2012 ha così superato sia Nokia che RIM, la società produttrice dei BlackBerry. Un risultato importante per il colosso cinese, soprattutto considerato che il suo settore principale rimane la produzione di sistemi di telecomunicazioni, nel quale é leader mondiale.

Huawei é stata fondata negli anni '80 a Shenzhen, città di dieci milioni di abitanti nella Cina Meridionale, per gestire le vendite delle centrali telefoniche di un produttore di Hong Kong. Quando l'azienda ha cominciato a produrne anche in proprio, i nuovi modelli hanno ottenuto grande successo, soprattutto sul mercato interno cinese. Questi soldi hanno finanziato lo sviluppo successivo dell'azienda, sempre legato ai sistemo di telecomunicazione. Nel 1998 Huawei ha aperto un centro di ricerca sulla tecnologia GSM e pochi anni dopo ha cominciato a costruire anche cellulari.

Gli smartphone e i tablet Huawei hanno il vantaggio di avere prezzi molto accessibili: già con 60 euro é possibile acquistare un modello molto spartano, mentre i più raffinati arrivano a 400 euro e hanno caratteristiche molto simili ai Samsung Galaxy S3 o all'iPhone 5, rimanendo comunque più economici. Sono basati sul sistema Android, che garantisce loro una buona stabilità, e spesso sono accompagnati da offerte degli operatori telefonici che permettono di pagarli ratealmente nella bolletta.

Nonostante il successo dei suoi prodotti, Huawei é al centro di numerose polemiche, soprattutto per quanto riguarda le condizioni di lavoro dei suoi dipendenti, costretti a sottostare a turni di lavoro molto lunghi e con salari molto bassi.

L'azienda nei prossimi mesi dovrà rispondere al governo degli Stati Uniti che l'ha accusata di violare brevetti Samsung e Nokia: se Huawei fosse ritenuta colpevole, alcuni dei suoi smartphone potrebbero essere bannati dal mercato americano. Altro fattore oscuro, la struttura interna dell'azienda é tenuta rigorosamente segreta e il suo fondatore, Ren Zhengfei, si rifiuta in maniera assoluta di concedersi ai media, anche durante gli eventi ufficiali. Tutto questo non giova sicuramente alla reputazione dell'azienda, ancora impegnata a stabilizzare la propria posizione all'interno del mercato mondiale.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: