Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Arriva l'algoritmo antibufale: stop alle notizie false - news originale

Arriva l'algoritmo antibufale: stop alle notizie false

Condividi:         webmaster 6 12 Agosto 12 @ 09:00 am



Pedro Pinto, ricercatore del Politecnico Federale di Losanna, ha messo a punto un algoritmo che permette di risalire alla fonte di qualunque notizia o pettegolezzo in modo da poterne verificare la veridicità.

In rete, su Facebook e su Twitter, chiunque può divulgare una notizia falsa, altri la possono riprendere e ripubblicarla e, in poco tempo, il fenomeno si può espandere viralmente. Fare il percorso inverso, ovvero rintracciare la fonte non è facile, ma è ora possibile grazie al lavoro di Pinto.

Ovviamente questo algoritmo non è stato pensato per aiutarci a smascherare l'autore dei pettegolezzi su Facebook o Twitter, ma ha delle applicazioni serie nei campi della sicurezza e dell'epidemologia.

Gli epidemologi devono spesso capire la fonte di una malattia con pochissime informazioni su chi è infetto e chi no. I modelli matematici però richiedono normalmente un set di dati completo, ma l'algoritmo di Pinto dimostra come sia possibile rintracciare la fonte con pochissimi dati. La tecnica si basa sugli stessi principi usati dalle antenne per trovare la posizione di un cellulare.

Usando i dati dell'epidemia di colera del 2000 in Sud Africa, Pinto è riuscito a individuare il villaggio dove cominciò il contagio in pochissimi passaggi. Più importante è però che anche scegliendo a caso i nodi di partenza, si è dimostrato che sono necessari solo il 25% dei dati. Mentre se i nodi di partenza sono scelti con cognizione di causa si può avere una certezza pari al 90% con solo il 5% dei dati.

L'algoritmo può essere usato con altri tipi di network di dati e può aiutare i governni a trovare l'origine della contaminazione di un sistema idrico o trovare i leader in un network di celle terroristiche.

Un pettegolezzo che viaggia viralmente su Twitter è come un'epidemia, con la differenza che su Twitter si hanno molti più dati da dare in pasto all'algoritmo.


6 commenti a "Arriva l'algoritmo antibufale: stop alle notizie false":
marco marco il 12 Agosto 12 @ 10:05 am

IN UN MARE DI CAVOLATE CHE SPESSO CIRCOLANO SUL WEB FINALMENTE LE NOTIZIE IN RETE SARANNO PIU' VERITIERE....LO SPERO DAVVERO..

marco marco il 12 Agosto 12 @ 10:06 am

FATECI SAPERE COME FUNZIONERA'

lido@33 lido@33 il 12 Agosto 12 @ 21:51 pm

SON CONTENTO CHE FINALMENTE QUALCUNO SI PREOCCUPI DI NON FARCI PERDERE TEMPO IN RETE IN STUPIDITA'

mikedepetris mikedepetris il 13 Agosto 12 @ 07:18 am

e' una bufala :->

webmaster webmaster il 13 Agosto 12 @ 08:45 am

e' una bufala :->
sarebbe divertente se lo fosse :)

mauro mauro il 13 Agosto 12 @ 18:23 pm

Ci sono comunque regole che sfiorano la precisione dell'algoritmo: se la notizia è preceduta o seguita dall'esortazione "falla girare" o "è tutto vero" o "neanch'io all'inizio volevo crederci", al 96% è una bufala. Sarà un po' troppo semplice ma funziona

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: