Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Appello delle case discografiche ad USA-UE contro pirateria

Condividi:         Nikk 25 Novembre 04 @ 21:00 pm

L'industria globale della musica fa appello agli Stati Uniti e all'Europa affinché utilizzino gli accordi commerciali per spingere i Governi della Russia, del Brasile, della Cina e del Messico ad impegnarsi nella lotta contro i pirati della musica.
I 4 paesi sarebbero infatti al centro di un commercio illegale dal controvalore di 4,5 miliardi di dollari l'anno. Lo scrive oggi il Financial Times.

Secondo Jay Berman, presidente e amministratore delegato della 'Federation of the Phonographic Industry', che rappresenta 1.400 case discografiche, gli inquirenti hanno messo in luce estesi collegamenti fra il crimine organizzato e le fabbriche di CD illegali, ma i Governi non hanno risposto in maniera efficace. Berman ha sollecitato Washington a fare leva sull' attuale revisione di accordi preferenziali con la Russia e il Brasile, per richiedere l'introduzione di misure anti-pirateria.
Per l'FT, sta seguendo lo stesso approccio con l'Europa.

La pirateria musicale ha contribuito al forte calo del valore delle vendite di musica, da circa 40 miliardi di dollari, a 32 miliardi di dollari, nel giro degli ultimi 4 anni.
La FPI stima che il livello di pirateria in Russia, Brasile e Messico raggiunga il 50-65% di tutti i CD venduti e svetti al 90% in Cina.
(ANSA).


News correlate a "Appello delle case discografiche ad USA-UE contro pirateria":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: