Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Anche i Bancomat nel mirino - news originale

Anche i Bancomat nel mirino

Condividi:         ale 1 10 Settembre 06 @ 09:00 am

Anche i Bancomat nel mirino

Dopo avervi scritto dei problemi derivati dall'utilizzo delle Carte di Credito e dai tentativi di truffa sventati e non (in questa news) avrei quattro cose da raccontarvi anche sull'utilizzo delle carte Bancomat. Proprio oggi infatti la mia banca mi invia un interessante opuscolo informativo ben articolato che ho deciso di sottoporvi. Riassumendo, (la tematica è alquanto complessa) esistono varie metodologie per compiere le frodi.

C'è lo "Skimming".
Viene applicato, in modo difficilmente rilevabile, un ulteriore lettore di carte sulla fessura esistente dell'apparecchiatura Bancomat. Questo Skimmer in tal modo è in grado di leggere i dati contenuti nella banda magnetica della carta. Una microcamera, spesso non più grande di un bottone ed accuratamente nascosta in un contenitore di opuscoli, viene applicata all'apparecchio Bancomat. La microcamera filma l'inserimento del codice PIN inserito dall'ignaro cliente e lo invia ai malfattori che sono appostati non lontano dallo sportello Bancomat. Questi, una volta in possesso dei dati della carta hanno la possibilità di creare così un clone, frodando il cliente con prelevamenti abusivi di contante o pagando con la carta gli acquisti presso negozi e/o esercenti attraverso terminali POS.

Abbiamo poi il "Lebanese Loop".
Il malfattore si impossessa della carta originale bloccandola e trannenendola dallo sportello Bancomat, deviata poi in un contenitore separato. Lo stesso si avvicina al cliente fingendosi un tecnico della Banca, chiede di digitare nuovamente il codice PIN. La transizione si arresta e la carta sembra trattenuta. Al momento dell'allontanamento del cliente, il malfattore ha carta e codice PIN in suo possesso e può indisturbato prelevare quanto gli pare. Anche in questo caso, come nello Skimming, il codice PIN viene filmato mediante una microcamera apposta sull'apparecchiatura Bancomat.

Infine troviamo il "Trashing & Boxing".
In questo caso non vi sono particolari diavolerie High-Tech, si tratta di stratagemmi molto più semplici. Nel Trashing si ricercano vecchie contabili di pagamento, riferite a carte di credito già emesse, per risalire ai dati del possessore della carte ed al numero della carta stessa. Nel Boxing la carta viene trafugata nel momento in cui, per nuova emissione o rinnovo, la banca la spedisce al titolare.

Accorgimenti da adottare? Si, ce ne sono sempre! :)

- Non conservare mai la carta assieme al PIN;
- le apparecchiature Bancomat vanno esaminate con cura per rilevare eventuali manipolazioni;
- al momento di digiatare il codice PIN è opportuno coprire la tastiera con l'altra mano;
- è sempre bene sospettare di persone che offrono il loro aiuto in caso di difficoltà;
- nel caso di pagamenti Pos evitare, se possibile, di perdere di vista la carta;
- verificare con attenzione i movimenti riportati nell'estratto conto;
- utilizzare la carta di credito per pagamenti nel canale Internet solo nei siti sicuri, crittografati;
- tenersi informati circa i limiti di prelevamento e utilizzo della carta Bancomat e delle carte di credito;
- attivare il servizio gratuito SMS Alerting offerto dalla Banca (molte banche offrono tale servizio).

Alcune informazioni di tale articolo sono estratte dal materiale informativo distribuito gratuitamente dalla Cassa di Risparmio di Bolzano.



Un commento a "Anche i Bancomat nel mirino":
maicolct maicolct il 19 Maggio 10 @ 15:08 pm

mi sapreste dire dove trovo uno skimmer perfavore

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: