Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Guide: passo per passo

Condividi:        

Installare un nuovo hard disk

Hard Disk
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.

Al giorno d’oggi la tecnologia si fa sempre più strada e la mole di dati che si devono archiviare sono sempre maggiori. Basti pensare alle foto delle ultime fotocamere, più aumentano i pixel, più aumenta lo spazio occupato; oppure agli mp3, più aumenta il bitrate, pù aumenta lo spazio.
Data la mole dei dati da archiviare, spesso l’hard disk del nostro computer non è sufficiente. Ecco quindi che si prospetta l’acquisto di un nuovo supporto adatto a contenere tutti i dati che vogliamo archiviare. Questa guida si propone di spiegare come scegliere il nuovo hard disk, come installarlo e come verificarne il funzionamento, cercando di risolvere i maggiori problemi che si possono riscontrare durante queste operazioni.


LA SCELTA DELL’HARD DISK
Un passo importante è appunto la scelta del supporto. Istintivamente saremmo portati ad acquistare “il più grande” in commercio, ma spesso questo non risulta efficace; bisogna intanto tenere in considerazione di alcuni piccoli particolari:
compatibilità con il sistema: dobbiamo verificare che la nostra scheda madre supporti l’hard disk che vogliamo acquistare. Si sono verificati infatti troppo spesso dei casi in cui l’hard disk acquistato non veniva pienamente supportato dalla scheda madre, con il risultato di trovarsi uno spazio minore di quello effettivo dell’hard disk. È bene quindi informarsi (sul manuale della scheda madre o sul sito del produttore) se l’hard disk sia supportato oppure se magari esista un aggiornamento del bios che possa ovviare questo problema (spesso infatti il problema si risolve aggiornando il bios)

effettiva utilità dell’hard disk: è inutile acquistare un hard disk di enormi dimensioni per poi lasciarlo inutilizzato. Sarà utile acquistare un hard disk molto grande se il computer verrà destinato all’archiviazione di un grande quantitativo di dati; se il computer ci serve per navigare in internet e per scaricarci le foto del mare che poi copieremo su un cd e elimineremo dal computer, allora un hard disk di medie dimensioni può bastare.

prezzo: c’è da tener conto anche di questo fattore, il prezzo degli hard disk cresce proporzionalmente alle sue dimensioni.

Inoltre le schede madri supportano più di un hard disk (controllate la documentazione della vostra scheda madre), quindi se un giorno ci accorgiamo che il nostro hard disk diventa stretto possiamo sempre scegliere di aggiungerne un altro.

Un altro fattore importante da tener conto è sicuramente il tipo di hard disk; non vorremmo mai acquistarne uno e poi scoprire che non va bene per il nostro computer. Infatti in commercio esistono hard disk IDE e hard disk SATA. I SATA sono hard disk di ultima generazione, molto veloci e molto capienti, ma non sempre supportati dalle vecchie schede madri a meno di installare anche appositi controller, mentre gli IDE sono hard disk di vecchia generazione, ancora ampiamente supportati dalle nuove schede madri (che sempre più spesso hanno il controller SATA integrato) e sono più lenti. Per conoscere il tipo di hard disk supportato dal proprio sistema è sempre consigliato consultare il manuale della scheda madre; se scopriamo che i SATA sono supportati allora sarebbe preferibile acquistare hard disk di questo tipo.

Per l'installazione degli hard disk SATA consultare questa guida.


IL MONTAGGIO DELL’HARD DISK
Ora vediamo come fare per montare il nuovo hard disk sul computer.

Selezione della modalità di funzionamento dell’hard disk

Prima di montare il nuovo hard disk, è bene scegliere, a seconda della configurazione del computer, in che modo l’hard disk dovrà lavorare; solitamente ci sono 3 modi di funzionamento: master, slave e cable select.

Master: indica che è l’hard disk primario del canale. Se l’hard disk è l’unico sul canale va settato per forza in master. Anche se un canale supporta più periferiche ci deve essere comunque un solo master per canale.

Slave: indica che l’hard disk non è l’hard disk primario del canale. A differenza del master, possono essere presenti più slave su uno stesso canale, sempre che tale canale supporti il numero di periferiche.

Cable select: significa che la gerarchia dei dischi verrà assegnata dal cavo IDE. Entrambi i dischi andranno settati su Cable Select e il master sarà assegnato semplicemente collegandolo alla presa all'estremità del cavo, lo slave sarà l'hard disk collegato nella posizione intermedia. Questa funzionalità è poco usata in campo domestico, ma è molto utile nel campo aziendale per un certo tipo di attività (pensate ad esempio di agli hard disk a cassetto dei server che vengono cambiati di continuo, basterà solamente spostarli senza dover settare niente)

Per settare i vari metodi di funzionamento ci sono dei jumper posti sul retro dell’hard disk, tra il connettore dell’alimentazione e il connettore dei cavi di segnale. Quei jumper vanno ponticellati con dei ponticelli che solitamente sono forniti insieme all’hard disk seguendo la legenda che di solito è indicata nella parte superiore dell’hard disk o nel foglietto allegato.

I canali sulla scheda madre solitamente sono due (IDE 0 e IDE 1) e generalmente supportano al massimo due periferiche l’uno. Di solito sul primo canale sono collegati gli hard disk, sul secondo le unità cdrom. Per ogni canale ci deve essere un master, tutte le altre periferiche attaccate vanno settate in slave.

Apertura del case del computer

Indubbiamente per montare l’hard disk bisogna aprire il computer. Scolleghiamo i vari cavi (compresa l’alimentazione) e portiamo il computer in un luogo che sia comodo per lavorarci (quindi ad esempio su un tavolo, non sul pavimento). Dobbiamo poi svitare le viti poste sul retro del computer e togliere i pannelli laterali, facendo attenzione a non danneggiare niente (è molto facile tirare i cavi che sono all'interno del pc). Dato che non tutti i case sono identici, sarebbe meglio comunque consultare il manuale del computer per verificare le operazioni da fare per smontarlo.

Smontaggio dell’hard disk
Ora dobbiamo individuare la posizione dell’hard disk. Una volta individuata dobbiamo scollegare i cavi dal retro dell’hard disk e svitare le viti di fissaggio. Non tutti i computer hanno lo stesso sistema di fissaggio, controllate sempre il manuale del vostro computer per avere dettagli su come fare. Una volta che l’hard disk è libero lo possiamo sfilare con calma (cercando di non danneggiare niente).

Rimontaggio dell’hard disk

Ora dobbiamo montare il nuovo hard disk: basta seguire al contrario le istruzioni di montaggio; quindi prima infileremo con delicatezza l’hard disk nel suo alloggiamento, poi lo fisseremo con le viti (che solitamente sono fornite insieme all’hard disk stesso, oppure possiamo utilizzare le stesse dell’hard disk precedente), infine collegheremo i vari cavi. Il collegamento dei cavi non presenta problemi in quanto le spine hanno tutte un solo verso ed è impossibile (a meno di non sforzare troppo) invertire il senso dei cavi.

Chiusura del case del computer

Ecco fatto, ora non ci resta che richiudere il computer, attaccare tutti i cavi e accendere la macchina.


CONTROLLO DEL CORRETTO FUNZIONAMENTO
Una volta richiuso il computer colleghiamo tutti i cavi e accendiamolo. Entriamo nel bios e verifichiamo il corretto rilevamento dell'hard disk: nella pagina generale dovremmo trovare delle voci riguardanti la data e l'ora di sistema, nonchè di tutte le periferiche collegate ai canali IDE. oi sappiamo con certezza dov'è stato installato il nuovo hard disk, quindi andiamo nella posizione corrispondente (ad esempio Slave del primo canale) e scegliamo di rilevare automaticamente la periferica. Dopo una breve analisi dovrebbe essere visualizzato correttamente il nuovo hard disk con tutti i suoi parametri corretti; in questo caso possiamo salvare le impostazioni e uscire, nel caso contrario probabilmente l'hard disk non è pienamente supportato dalla scheda madre e potremmo aver bisogno di aggiornare il bios.
Una volta riavviato il computer lasciamo caricare il sistema operativo. Tra i vari drive ora dovremmo riuscire a vedere il nuovo hard disk; se lo vediamo vuol dire che il sistema operativo ha correttamente rilevato la periferica, in caso contrario probabilmente nella periferica non ci sono partizioni attive.
In questo caso dobbiamo procurarci un programma come Partition Magic oppure possiamo utilizzare il cd di installazione del sistema operativo per creare la partizione. Normalmente gli hard disk sono già partizionati e pronti all'uso; potrebbe tuttavia essere necessario formattare l'hard disk. Selezioniamo quindi l'hard disk dalla lista dei drive e tra le opzioni scegliamo "Formatta", scegliando eventualmente il File System da utilizzare. Alla fine siamo in grado di accedere correttamente all'hard disk e di utilizzarlo come ci pare. ;)


GUIDE CORRELATE

Un piccolo elenco di guide per utilizzare e ottimizzare il nostro hard disk:

Installazione di un sistema operativo Win2000/XP, Linux
Selezione del FileSystem da utilizzare


Hard Disk: hydra [411.157 visite dal 01 Agosto 05 @ 23:01 pm]
Guide correlate a "Installare un nuovo hard disk":