Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Guide: passo per passo

Condividi:        

Generale
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
5. La tecnica di Kasiski

Guardando il testo cifrato nel nostro esempio precedente un criptografo esperto però noterebbe alcune peculiari coincidenze:

1. Le tre lettere 'b' si ripetono a distanza di 3 lettere ognuna.
2. Le due lettere 'g' si ripetono a distanza di 3 lettere
3. Il binomio 'vw' si ripete a distanza di 18 lettere

Il dato più importante è il ripetersi del binomio 'vw' in quanto questo implica uno schema di un qualche tipo: una chiave che si ripete. Analizzando questo dato in modo isolato si concluderebbe che la chiave potrebbe essere lunga 18 caratteri. Il fatto che altre lettere singole siano distanziate da un multiplo di 18 (il numero 3) indurrebbe il criptografo a credere che la chiave sia effettivamente di soli 3 caratteri.

Scoperto questo il problema si riduce ad uno (effettivamente tre problemi in quanto la chiave ha una lunghezza di 3) risolvibile tramite l'analisi della frequenza delle lettere. Questa tecnica è conosciuta come la tecnica di Kasiski.

E' da notare che in una frase più lunga i binomi occorrerebbero con una maggiore frequenza rendendo più evidente la lunghezza della chiave. Inoltre il maggior numero di lettere creerebbe una distribuzion statistica che maggiormente approssimerebbe la normale distribuzione statistica, cosa che in questo esempio non succede.

In realtà Augusto non avrebbe usato una chiave così semplice; la leggenda narra infatti che usasse frasi di Omero come chiavi. Ad esempio la frase "Cantami o Diva" (frase che apre l'Iliade) sarebbe facile da ricordare e offrirebbe una chiave più lunga e difficile da decifrare.

La frase:
Cantami o Diva

Genererebbe la chiave:
3,1,14,20,1,13,9,15,4,9,22,1

Che poi potrebbe essere usata per cifrare un messaggio come dimostrato sopra.

Nel nostro caso:
Attaccare per mezzanotte

3 1 14 20 1 13 9 15 4 9 22 1 3 1 14 20 1 13 9 15 4 9
A t t  a  c c  a r  e p e  r m e z  z  a n  o t  t e


Facendo la somma diventerebbe:
Duhudpjgi yas pfntbaxixn


Qui l'applicazione dell'analisi delle frequenze non porterebbe a praticamente nessun risultato.


Generale: hydra [35 visite dal 20 Dicembre 04 @ 00:01 am]