Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Il virus che vi cancella gli MP3 - news originale

Il virus che vi cancella gli MP3

Condividi:         dany 21 03 Agosto 07 @ 13:00 pm

Il virus che vi cancella gli MP3

Arriva da Symantec la segnalazione di un nuovo virus: si chiama W32.deletemusic e antipaticamente vi cancella tutti i file musicali .mp3 contenuti sul pc.

Il pericolo si cela nella duplicazione che avviene trasmettendo il file di autorun su drive esterni, mettendo a rischio ogni contatto con essi e dunque con la gran parte dei player Mp3 in commercio.

La scheda tecnica sul worm che la Symantec mette a disposizione fornisce i dati aggiornati sull'espansione dell'infezione, modalità di attacco e dettagli tecnici per l'eliminazione.


News correlate a "Il virus che vi cancella gli MP3":


21 commenti a "Il virus che vi cancella gli MP3":
Savonarola Savonarola il 04 Agosto 07 @ 14:26 pm

Spargere lacrime per coloro che scaricano mp3 (che, per quanto mi riguarda, sono e rimangono LADRI), proprio non me la sento. Io le canzoni LE COMPRO, oppure le converto dai miei CD originali e difatti le mie non hanno estensione mp3. Eh, che vogliamo fare, gli stupidi come il sottoscritto ci sono ancora.

Anonimo Anonimo il 07 Agosto 07 @ 08:43 am

Davvero? E ce n'hai tante? Che, me le fai copiare?

Savonarola Savonarola il 09 Agosto 07 @ 22:32 pm

Copiate, copiate, scaricatevi questo mondo e quell'altro da e-asino o e-mulo...conosco persone che invece di comprarsi un CD originale usato a Blockbuster a 6 euro si scaricherebbero un film pagando il doppio di collegamento, per il solo gusto di rubarselo...Poi, mi raccomando, dopo che avete ammucchiato 10-20 mila euro di valore contraffatto, ovviamente, prendetevela coi politici che rubano. Se ci foste voi al posto loro, vi rubereste pure la scrivania. Rubate e volete avere pure ragione (i cd e i dvd costano troppo, e compagnia cantando). Film e musica sono beni voluttuari, chi non vuol spendere non se li compra...andate a fare la campagna a favore della povera gente che non si può comprare la casa e che non se la può scaricare da Internet... Che ne direste di esercitare un po' di discernimento, di ascoltare selezionando, invece di volere tutto?

io io il 13 Agosto 07 @ 16:39 pm

è bello il tuo discorso ma pensa al lucro che per tanti anni e ancora oggi le case discografiche hanno fatto su di noi e soprattutto sugli artisti.Copiare la musica non è rubare.Vendere un cd ai prezzi correnti...questo si che è rubare!!

mistero82 mistero82 il 20 Agosto 07 @ 11:16 am

Scusate voglio dare una risposta al ragazzo che ha dato dei ladri a coloro che la musica la scaricano in da internet si forse sono dei ladri.....e quelli che la musica la scaricano legalmente dai siti pagandola?? a te non girerebbero i maroni se un virus ti cancella quello che te hai pagato??

davide davide il 21 Agosto 07 @ 18:32 pm

@savonarola
sei solo tempo perso....... dovresti trovare il modo di scaricare un pò di cervello se trovi il sistema, visto che quello non puoi acquistarlo........

kim kim il 27 Agosto 07 @ 23:10 pm

per savonarola:
sei proprio scontatissimo... quindi tu credi che i cantanti sono dei poveretti oppure gli attori si puzzano di fame.. e allora perchè non cambiano mestiere? se non lo fanno vuol dire che guadagnano e quindi pensa ancor prima che si potesse scaricare da internet.. e poi che cretinate dici.. hai commentato una news dicendo cose stupide.. potevi commentarla nel blog di beppe grillo.. forse c'era qualche elemento come te...

alessia alessia il 29 Agosto 07 @ 16:47 pm

savonarola.....
innanzitutto informati su chi era davvero savonarola...poi prima di vienire a fare le prediche del c... qui cambia almeno nick; poi ricorda che un artista prende si e no il 20% del prezzo del cd (i so detti diritti d'autore)... il resto se lo dividono siae e Major discografiche (e attento alla parola Major)...3: su qualunque cd che compri il 70% di ciò ke contiene non è nemmeno orecchiabile...anke se parli del tuo cantante preferito...e tu mi vieni a giustificare il costo dei cd x 2, 3 canzoni belle che ci sono? e ancora...tutti i cantanti che contestano gli mp3 sono di sinistra a partire da quel porco di piero pelu, passando x jovanotti, passando per quella lesbica di fiorella mannoia, giusto x dirne qualkuno....alla faccia della giustizia sociale...in definitiva quoto davide e kim

Savonarola Savonarola il 30 Agosto 07 @ 12:55 pm

Premesso che non sono affatto di sinistra, rispondo a chi non ha insultato: 1)a "io": copiare musica non rientra nel libero scambio tra privati, perché se presto un libro ad un amico (ovviamente per la Siae non si può fare neanche questo, a dimostrazione che ragiono secondo coscienza e non secondo le leggine), questi si fa una fotocopia oppure lo legge e me lo rende. Se fotocopia non ha l'equivalente dell'originale, così come se lo legge e basta. Ma se scambio un brano, chi lo prende se lo copia ed ha un clone perfetto (al di là delle impercettibili differenze timbriche, secondo il grado di compressione) e non acquista il prodotto perché ce l'ha gia. In teoria, basta che si venda una copia del CD e ce l'ha tutto il mondo...la musica non si fa solo nelle strade esclusivamente perché c'è il fesso che compra.
2)a "mistero82": complimenti per l'onestà intellettuale (ladri non è un insulto, anch'io son stato ladro e ho buttato il frutto del mio ladrocinio in fondo al cassonetto). No, non mi fa piacere se mi cancellano i file comprati e dunque li masterizzo su un supporto. Il virus si chiama "Nopir" (= no peer), l'intenzione dell'infettatore - i cui mezzi non condivido affatto - mi pare comunque chiaro.
Se si acquistano solo i 2-3 brani "belli" si spendono solo 2,97 euro, anzichè magari 20.
P.S. Il simpatico Bobo Maroni ha detto che scarica musica da Internet. Ora non venitemi a dire che non ha i soldi. E' per il gusto di farlo e secondo me dà un segnale pessimo. Punto. Pagare è salutare perché se paghi compri meno, selezioni, sviluppi senso critico, non ti perdi niente e hai più tempo per fare altre cose invece di stare sempre con quella mosca nell'orecchio.

dany dany il 30 Agosto 07 @ 13:28 pm

Ragazzi e ragazze, mantenete un tenore di discussione moderato, i commenti/pareri/idee sono sempre ben accetti restando nell'ordine dell'educazione e del rispetto delle idee altrui (giuste o sbagliate che siano). ;0)

luca luca il 11 Settembre 07 @ 21:02 pm

bhe complimenti se siamo a questo punto vuol dire che ci sono riusciti a.. fregarci! la guerra dei poveri solo così la chiamerei! la cosa che mi fa specie è lo schierarsi dalla parte di chi i soldi ne ha (tanti) e continua a farne anche se ti fa credere di essere sull'orlo del fallimento. come i petrolieri che alzano il prezzo appena il petrolio sale e lo abbassano a piacimento. così non va. la musica nasce dal popolo (non era certo il re a cantare ma il giullare) ma ormai se non sei ricco non te la puoi permettere. dici che 40 euro per un cd non sono poi troppe?! un cd con 8 canzoni (poverini immagino la fatica nello scriverle) di cui 2 decenti (sono quelle che passano per radio di solito)? si non sono molti è vero però ogni tanto vorrei andare al cinema oppure in ferie campare. caro savonarola credi veramente che se cancellassero dal mondo gli mp3 i cd calerebbero di prezzo? allora forse dovresti chiamarti don quixotte..

cliff spabb cliff spabb il 20 Settembre 07 @ 14:32 pm

questo "savonarola" è della siae,direi che è palese.
come altrettanto limpida è l'identità di chi ha creato questo virus e i suoi interessi.
tuttavia sir,mi duole informarla che io persisterò nello scaricare musica fino a quando riterrò 20 euro una enormità per un cd,specie se non ne conosco la qualità.
e fino a quando riterrò l'esistenza delle case discografiche e di organizzazioni come la siae delle associazioni a delinquere e una minaccia per la musica.
di certo per la mentalità del 90% degli ascoltatori italiani non è un problema,chi si ascolta si e no 3 artisti non capendone la lingua o è fan privo di capacità critica oppure compra per moda la compilation più in del momento.
c'è qualcuno però che ha una diversa concezione della musica,degli artisti,e magari nel pc conserva 3/4000 album.
una spesa degna di uno sciecco a pagarli tutti.
di dischi originali ne avrò 4/500,comprati sfruttando offerte su internet o d'importazione da stati uniti e gran bretagna,ma anche viaggiando un po si trovano facilmente dischi a 4/5 dollari.
stranamente i più critici sulla diffusione della musica sul web sono quegli "artisti" da festivalbar che fanno musica per major e tv e che vedono la loro esistenza in pericolo in quanto fanno musica esclusivamente per denaro e per le classifiche,senza qualità o capacità reali.la sparizione di un tiziano ferro o di una britney spears dal mercato musicale non la rimpiangerei di sicuro.
tanti artisti invece hanno capito che internet può essere un ottimo mezzo per farsi sentire,per diffondere la propria arte e promuoversi,ma la comprensione è dote delle persone intelligenti.

Natascia Natascia il 21 Settembre 07 @ 22:10 pm

Simceramente anche io non scarico mai musica da internet è VIETATO e poi con un marito che fa il poliziotto come posso farlo?

zizzi zizzi il 24 Settembre 07 @ 09:29 am

Savonarola [04 Agosto 07 @ 15:26 pm] scrive:
Spargere lacrime per coloro che scaricano mp3 (che, per quanto mi riguarda, sono e rimangono LADRI), proprio non me la sento. Io le canzoni LE COMPRO, oppure le converto dai miei CD originali e difatti le mie non hanno estensione mp3.

Non credo ci voglia molto a "insegnare" a questo virus a colpire anche altri file audio in aac o con qualunque altra estensione ;-)
Per la pirateria, esisterà sempre, si arrendessero le case discografiche e abbassassero i prezzi :D

bada65 bada65 il 24 Ottobre 08 @ 18:30 pm

bravibravibravi.... gatti e topi a confronto entrambi con un piccolo cervello.... il principio di scaricarsi un MP3 dovrebe essere quello di preascoltare un prodotto , prima di comprarlo , visto che la qualita' dell'MP3 e' molto inferiore dell'originale, il consumatore ha anche diritto di non comprare a scatola chiusa , e vero si che il preascolto si puo' fare al negozio , ma se io lo voglio preascoltare a casamia comodo seduto in terrazza , perche' no?? la qualita' dell'originale rimane 10 volte + alta dell'MP3 , certo bisogna avere un cervello un po + grande di quello di un topo o di un gatto.
divulgare virus e' un reato e spero vivamente che gli autori di qualsiasi tipo di virus vengano beccati e puniti duramente , ma cosi' duramente che devono andare a chiedere l'elemosina x un pezzo di pane , e rimpiangere tutti i soldi che hanno rubato...

Sephiroth Sephiroth il 25 Ottobre 08 @ 10:23 am

Vorrei sollevare una cosa OT ma nello stesso tempo collegata avete presente tutte le multe che si è presa microsft perchè rilasciava dei driver proprietari (Mp3 per dirne una?) ma non doveva uscire una versione senza windows media player? Perchè non se ne parla più? Un altra cosa invece di usare il formato MP3 usate il formato OGG libero, e con molti player che lo supportano (senza contare che è circa 4 volte e mezzo meglio del MP3

Anonimo Anonimo il 25 Ottobre 08 @ 13:20 pm

Simceramente anche io non scarico mai musica da internet è VIETATO e poi con un
marito che fa il poliziotto come posso farlo?
Perche i poliziotti non rubano !!!!????

Anonimus Anonimus il 26 Ottobre 08 @ 17:46 pm

Ma scusate...Non siamo ipocriti.
Io dovrei spendere 20 euro per un cd???
Sono le case discografiche che ci derubano. Per non parlare poi dei prezzi dei concerti.
Non facciamo finta di niente, se un cd costasse 10 euro (e il guadagno per le case discografiche sarebbe di almeno 8 euro dato che per fare un cd ce ne vuole solo 1) tutti li compreremmo. Anzi con i 23 euro con il quale io mi compro un cd potrei comprarmene 2.
Quello è un furto, non scaricare da internet.

Antonio Antonio il 27 Settembre 09 @ 17:25 pm

ma non dite ***. La pirateria esisterà sempre. Hanno iniziato loro con prezzi stratosferici. 15-20euro per un'ora di musica, ma siamo fuori? E poi vediamo quanti ipod,lettori divx,hard disk enormi, console, adsl... vendono senza contenuti gratis. Molti mercati paralleli crollerebbero e ciò non sarà permesso facilmente. Abbassassero e di molto i prezzi, la pirateria non sarà debellata (rassegnatevi,non tutti pretendono la qualità al top, c'è chi si accontenta anche della copia analogica. E se i soldi non ci sono prima delle ipotetiche protezioni antipirateria, non ci saranno neppure dopo) ma si ridurrà notevolmente. Un ex fan dell'originale pentito.

CulturaLibera CulturaLibera il 24 Luglio 10 @ 14:44 pm

Vecchio dibattito. I diritti d'autore (ma bisognerebbe chiamarli di editore, visto che sono gli editori a guadagnarci e loro li hanno inventati - gli americani li chiamano semplicemente diritti di copia) risalgono alla fine del secolo scorso, anche se vogliono farci credere che siano scritti nella pietra. Risultato Mozart è morto in miseria sepolto in una fossa comune e chi vende una registrazione di un concerto vive nel lusso sfrenato. Nell'ultimo secolo i diritti di editore sono diventati una vera macchina da soldi. Oggi le grandi multinazionali che fanno guadagni mostruosi vendono "aria fritta", cioè diritti... Time-Warner, Sony(che si arricchisce più con i diritti che con l' harddware), in Italia nel suo "piccolo" Berlusconi e le grandi ditte farmaceutiche che non vendono farmaci, in realtà, ma commerciano in brevetti. Come mai?
Se fabbrichi sedie e guadagni 20 euro a sedia, se vuoi raddoppiare i guadagni devi raddoppiare la produzione e le spese (ed anche le complicazioni), ma la stessa canzone la rivendi miliardi di volte. E così se ascoltate una canzone dei Beatles in luogo pubblico dovete pagare soldi che andranno a non si sa chi (i diritti li aveva comprati Michael Jackson)... Ma non ha guadagnato abbastanza quella canzone? (vale per tutte le canzoni dei Beatles).
Se voglio comprare un DVD di Dumbo devo spendere un sacco di soldi. Per un film prodotto nel 1941, il cui autore è morto nel 1965 (45 anni fa) e che ha incassato per anni cifre favolose. Ma non solo! Non ho (in teoria) nemmeno il diritto di farlo vedere in un asilo! Ma allora cosa ho comprato? Aria.... Ecco come si fanno i miliardi mentre le industrie che producono cose concrete finiscono in Cina...

CulturaLibera CulturaLibera il 24 Luglio 10 @ 14:56 pm

A dimostrazione di come siano strane le cose, le persone che scaricano più mp3 sono di soliti degli amanti della musica che comprano anche tanto, per passione.
Gli scaricatori di musicaccia comprerebbero comunque poco (come una volta registravano dalla radio i "successi") ed a casa hanno si e no 20 cd, ma non hanno neppure giga di musica scaricata... Colpendo i grandi "scaricatori" le Major colpiscono anche loro buoni clienti, che magari aspettano l'offerta giusta, ma comprano, colpendo quelli che scaricano uno o due cd al mese o uno o due film al mese non alterano minimamente gli equilibri. Ecco perché anche se si lamentano sempre e compiono ogni tanto qualche azione "dimostrativa" (tipo qualche processo a qualche povero diavolo) non si preoccupano più di tanto, tenendo i prezzi altissimi e poi ogni tanto proponendo grossi sconti per la vera massa dei compratori.
Un piccolo esempio: alcuni anni fa (i soldi valevano di più) esce il DVD di "Il mio grosso grasso matrimonio greco". Io volevo regalarlo. Sulla copertina portava la scritta "La commedia romantica che ha incassato di più nella storia". Prezzo euro 27!!! (costo di stampa meno di un euro confezione compresa...) Ma l'avidità non era uno dei peccati capitali?

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: