Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Pedofilia: scoperti 5 siti italiani - news originale

Pedofilia: scoperti 5 siti italiani

Condividi:         ale 11 07 Febbraio 08 @ 06:00 am

Grazie all'incessante lavoro di Telefono Arcobaleno 5 siti italiani sono stati sequestrati.

Siti con contenuti "adatti" ad un pubblico pedofilo, pubblicati e mantenuti da una società milanese. Entrando nei portali, attraverso porte d'accesso, c'era la possibilità di collegarsi nuovamente ad altri 81 siti, sempre con gli stessi contenuti.

Non sono molte le segnalazioni di siti italiani coinvolti nel mercato del sesso minorile ma ogni tanto qualcosa di questo tipo salta fuori: pensate negli ultimi due giorni i siti in questione hanno accumulato visite per 150.000 utenti... sembrerebbe un fenomeno tutt'altro che in discesa.



11 commenti a "Pedofilia: scoperti 5 siti italiani":
dado dado il 07 Febbraio 08 @ 09:20 am

io mi chiedo che piacere ci trovano i pedofili a fare quello che fanno. mahhhh
non è meglio una bella rossa con una 3°, due gambe da urlo e un bel sedere???
sono proprio malati quelli li

Ivan Ivan il 08 Febbraio 08 @ 00:20 am

SOLO UNA COSA .......

NO COMMENT ....

gurzo 70 gurzo 70 il 11 Febbraio 08 @ 11:57 am

sono malati non vanno gistificati ma curati

Alexsandra Alexsandra il 13 Febbraio 08 @ 08:22 am

Vero che sono malati e vanno curati, ma bisogna prendere e arrestare chi produce queste nefandezze, chi rapisce i bambini per fargli fare ste cose.

Comunque anche a chi detiene questo materiale, anche se deve essere curato lo si deve fare entro un carcere, in quanto sono un pericolo anche loro per la società

Asavargr Asavargr il 13 Febbraio 08 @ 10:22 am

Curati... no... uccisi, ma non dallo stato,
linciati dai familiari dei bambini sfruttati
quando non addirittura uccisi...

fabio fabio il 18 Febbraio 08 @ 16:28 pm

Ma che ammalati scuse per evitare il carcere ,l'infsnzia rubata chi la restituisce hai bambini la legge fà acqua da tutte le parti ed ha pagare sono sempre i più deboli.

Gianfranco Gianfranco il 21 Febbraio 08 @ 19:36 pm

Sono sempre stato convinto che non sono "malati" e, se anche fosse una "malattia", lo sarebbe alla stessa stregua di altre tendenze sessuali. "Malato" per me può essere anche chi ha bisogno di fruste e dolori vari per godere. Il discorso si aggrava perchè si parla di minori per eccitarsi, ma credo che sia una tendenza sessuale come tante e quindi ben controllabile, anche a costo di rinunciare al sesso pur di non traumatizzare minori. Loro sono ben coscienti della loro tendenza e dei danni che fanno, ma vivono di cattiveria e di egoismo e farebbero qualsiasi cosa per godere. Non mi permetto di dire cosa farei a questa gente, ma sicuramente niente di "clinicamente" attivo, al limite passivo.
Quello che mi preoccupa è che sono una loggia internazionale e molto unita ormai...e sembrerebbe che non siano nemmeno persone di basso livello ma spesso di potere, quindi difficili da "sradicare"...poveri bambini.

gunter gunter il 21 Febbraio 08 @ 21:21 pm

Chi tocca i bambini dovrebbe passare il resto della sua vita nella sofferenza...Non è umanamente concepibile fare del male ad un bambino, come non può essere concepibile qualsiasi violenza sessuale, questa persone (e già chiamarle persone è troppo) non meritano una cura, ma la ghigliottina!

Luigi Luigi il 25 Giugno 08 @ 10:29 am

Vanno oscurati tutti i siti internet dove sono visibli bambini in atteggiamneti osceni e/o ritenuti tali, sia umani che in forma cartone animato.

max max il 18 Marzo 10 @ 10:05 am

non con l'odio si cura il male ma con l'amore la solidarieta il fare partecipe delle proprie sofferenze non con l'imporre ma con l'accettazione

peperino30 peperino30 il 18 Marzo 10 @ 12:31 pm

Credo che il male + grande che possa esistere,sia quello di far del male ai minori.

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: