Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Tutti insieme appassionatamente per fermare il phishing - news originale

Tutti insieme appassionatamente per fermare il phishing

Condividi:         ezechiel2517 1 01 Febbraio 12 @ 09:00 am

Per combattere la piaga del phishing si sono uniti i pezzi grossi. Nomi importanti come Google, PayPal, Microsoft, Facebook, Linkedin e AOL, con il supporto di altri 9 possono finalmente mettere fine a questo fastidioso fenomeno, o cosi la vedono loro. Per fare tuto cio si basano su una serie di policy.

"Sia che voi siate una società o che stiate offrendo un servizio, potete applicare queste policy gia da ora" ha dichiarato Brett McDowell, senior manager per la sicurezza di PayPal, che è anche il presidente dell'organizzazione chiamata DMARC (Domain-based Message Authentication, Reporting and Conformance). La DMARC.org ha pubblicato in questa settimana, le linee guida e le specifiche per la propria tecnologia che fa uso del noto standard Sender Policy Framework (SPF) e Domain Keys Identified Mail (DKIM), due degli approcci base che sono largamente utilizzati attualmente per l'autenticazione delle email.

Quello che DMARC aggiunge a questi standard gia noti, è un framework di azioni e informazioni che i provider devono seguire, sulla base delle istruzioni di chi gestisce le mail, per identificare o anche bloccare quelle mail "truccate" che cercano di usare i domini email noti.

"Quello a cui siamo arivati è semplicemente un nuovo standard, non una nuova tecnologia" ha detto McDowell "Questo aiuta SPF e DKIM e li mette in condizione di scrivere la parola fine allo spoofing, il più utilizzato metodo di raggiro via mail".


News correlate a "Tutti insieme appassionatamente per fermare il phishing":


Un commento a "Tutti insieme appassionatamente per fermare il phishing":
Rizzamae Rizzamae il 30 Marzo 12 @ 06:34 am

Viagra ad! They are everywhere. The moamercicls I see have so many ridiculous warnings about its use, I wonder why anybody would want to use it. Miss you on Facebook. Like you, I tried not to put up anything that could come around and bite me in the ass as my brother John used to say. WashPost had an article today about how FB users are having their sites subpoenaed when they get involved in a lawsuit. Ah well The upside of this is that I will look at your blog more frequently. But if you ever come back to FB, I'll be glad to see you there. Fran The magic slogan that I have to type looks problematical, but here goes

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: