Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Autocad 2007, l'innovazione è arrivata - news originale

Autocad 2007, l'innovazione è arrivata

Condividi:         ale 3 01 Giugno 06 @ 08:00 am

Autocad 2007, l'innovazione è arrivata
Finalmente è arrivata l'attesissima versione 2007.

Come prima cosa ordino subito la copia stampata in italiano dei manuali (la confezione prevede la documentazione inclusa nel CD-Rom del prodotto). Tempo due settimane e arriva; licenzio la versione 2006 ed installo quindi la 2007.

Le novità si notano già con il primo avvio: Autocad chiede se deve partire con l'interfaccia classica o con quella ottimizzata per il lavoro di modellazione tridimensionale. Scegliendo la seconda il cursore prende una forma di triasse dinamico, per far vedere velocemente l'orientamento degli assi di riferimento, oltre alla finestra di disegno con vista prospettica, si possono notare la DashBoard (paletta strumenti) ed ancora più a destra la tavolozza degli strumenti. Come vista iniziale direi non male, rivoluzionaria ma di facile comprensione.

È chiaro sin da subito che non si ha a che fare con il "solito conosciuto" Autocad, ma con una versione completamente rinnovata; versione nella quale Autodesk ha finalmente dato ascolto alle migliaia di proposte e richieste degli utenti e dove gli sviluppatori hanno potuto sbizzarirsi a più non posso. Lo si vede bene nel 3D dove richissime funzionalità sono state aggiunte e dove chiaramente si è preso spunto da altri importanti software del settore.

Il problema nasce per i neo utenti reduci da trienni o quinquenni scolastici dove le ultimissime versioni del prodotto non ancora sono disponibili. Sono infatti necessarie solide basi geometriche per riuscire a sfruttare appieno le potenzialità del programma e non poche settimane di aiuto con i due manuali da 1333 pagine...

La velocità di apertura del programma è nella media: la versione AutoCAD 2000 - 59,814 KB - 24 secondi, la 2004 - 18,550 KB - 20 secondi e la 2007 - 21,284 KB - 22 sec.

Altre piccole cosine di rilievo possono essere:
- la non compatibilità del DWG 2007 col DWG 2004;
- nel DWG 2004 era presente il campo header, crittografato con un algoritmo molto semplice (così come era crittografato il campo in cui si allegava la firma digitale del documento, con un algortimo molto più sicuro): nel 2007 l'algoritmo è stato notevolmente rafforzato blindando così il formato DWG, lasciando aperto al mondo esterno il solo formato DXF;
- viene fornito con AutoCAD un driver di stampa (interno ad AutoCAD) per stampare in formato PDF.

Un confronto con le precedenti versioni del programma è d'obbligo (2002-2004-2005-2006).
Aiutandomi con i manuali e con info trovate sul sito Autodesk posso così ricapitolarle:

- assistenza utenti: di innovativo c'è l'animazione della guida non presente in nessuna delle 4 precedenti versioni;
- gestione software: rimane inalterata come nelle versioni 2006 e 2005;
- supporto sistemi operativi: anche qui inalterata come nelle versioni 2006-2005 e 2004;
- progettazione concettuale: qui troviamo una valanga di nuove funzionalità non presenti in nessuna delle precedenti versioni. Feedback in tempo reale durante la modellazione, elica, sweep e loft, polisolido, manipolazione di facce - spigoli e vertici, sistema di coordinate utente dinamico, lavoro di vista prospettica, piani - tagli di sezione, passaggio della geometria 3D e 2D, controllo delle interferenze, passeggiata e apparecchi fotografici. Migliorate le funzionalità solidi e orbita;
- presentazioni: anche qui troviamo diverse nuove funzionalità: modalità di visualizzazione, solidi trasparenti, tempo reale, posizionamento di materiale mediante trascinamento, animazioni. Migliorata la funzionalità di rendering di qualità fotografica;
- disegno: nessuna nuova funzionalità, al pari della versione 2006;
- flusso di lavoro: di nuovo abbiamo solo Autodesk Vault (solo per chi ha sottoscritto il contratto di assistenza);
- pubblicazione: nuova funzionalità è la pubblicazione in PDF.

Per il disegno 2D poca cosa quindi, per il 3D rivoluzione.

Per la compatibilità con il Vostro hardware e per ulteriori informazioni Vi invito caldamente a visitare la pagina dedicata sul sito Autodesk.

Per ordinare il manuale in italiano su formato carteceo www.autodeskstore.com (dovete avere l'ID del prodotto acquistato).



3 commenti a "Autocad 2007, l'innovazione è arrivata":
Matala Matala il 01 Giugno 06 @ 13:50 pm

Perché oltre a fare pubblicità di un prodotto commerciale che di fatto si trova in una posizione di quasi assoluto monopolio e che costa una cifra decisamente esagerata non fate conoscere anche le possibili alternative, compatibili ma meno blasonate. Moltissimo più economiche e che danno ad appassionati e professionisti gli stessi risultati.
Magari anche qualche applicazione analoga che possa girare su Linux potrebbe fare piacere a molti.

francesco francesco il 18 Aprile 09 @ 15:38 pm

...e soprattutto...perchè io povero studentello squattrinato... non lo trovo gratis?? mannaggia a voi....

Matteo Matteo il 28 Aprile 09 @ 16:26 pm

Beh di alternative ce ne sono parecchie ma se tutti usano autocad e il suo standard dwg dobbiamo remare tutti assieme. Il fatto di usare altri programmi allunga i tempi di collaborazione tra i vari studi per via dell'import-export (non sempre ottimale). Il risultato sarebbe un aumento dei tempi e quindi dei costi.
A parer mio sono giuste e valide le alternative ma aver un prodotto usato da tutti e quindi piena compatibilità secondo me è più vantaggioso. Peccato solo che manca per MAC e Linux.
Gratis si trova la versione per studenti scaricabile in internet (una seccatura quando stampi che compaiono scritte "licenza studente").

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: