Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Nuove API per i plugin web

Condividi:         ale 17 Luglio 04 @ 13:00 pm

In corrispondenza del suo primo anniversario, la Mozilla Foundation ha rilasciato in questi giorni Mozilla 1.8 Alfa 2, portando avanti il progetto del sempre più popolare browser.

Questa release presenta diverse novità tra cui la gestione di account mail multipli con un'identità unica ed una gestione più efficiente del blocco delle finestre popup.
La novità più importante però è il supporto per le nuove Netscape Plugin API.

I plugins sono un componente critico per il web, dato che estendono le capacità di un browser.
La modernizzazione dei browser richiede la riorganizzazione degli standard di estendibilità degli stessi a partire proprio dai plugin: è l'unico modo questo per superare la stagnazione tecnologica legata alle monocolture del web.

Su queste API hanno lavorato assieme Adobe, Apple, Macromedia, Opera Software e Sun Microsystems con l'intento di creare uno standard nuovo per i plugin (NPAPI = Netscape Plugin Application Program Interface), in modo da assicurare la compatibilità su tutte le piattaforme ed una migliore efficienza. In particolar modo verrà riprogettata la capacità di interazione tra i plugin ed il browser.

Il punto di forza di questa tecnologia sarà la reimplementazione dello scripting.
Fino alla versione 4.x di Netscape, browser e plugin potevano interagire tramite la tecnologia di scripting LiveConnect.
Queste nuove e più flessibili API consentiranno nuovamente ai plugin di poter accedere agli oggetti script nel browser, aumentando le capacità di personalizzazione degli oggetti interattivi a seconda dell'utenza.

Un plugin che volesse accedere agli oggetti rappresentati nel browser che l'ha invocato, lo potrebbe fare richiamando la funzione NPObject della finestra o l'elemento DOM che l'ha chiamato attraverso l'estensione NPN_GetValue().
Questa interrogazione ritornerà un oggetto NPObject rappresentativo dell'istanza browser; successivamente le funzioni contenute nell'interfaccia API potranno essere utilizzate per recuperare o modificare le proprietà ed i metodi del browser stesso. L'oggetto verrà poi abbandonato tramite NPN_ReleaseObject().

Tutto questo porterà rapidamente un maggior sviluppo delle funzionalità proprie dei plugin, portandoci ad abbandonare l'abitudine a interagirvi come se fossero semplicemente oggetti incollati nelle pagine.

News tratta da Programmazione.it



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: