Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Contro il P2P in campo anche la RAI

Condividi:         Frengo78 4 05 Novembre 03 @ 18:30 pm

Non è passato inosservato l'ultimo episodio della serie di cartoni animati "The Proud Family", strampalata famiglia americana, che è andato in onda due giorni fa su Rai2, che ne ha comprato i diritti di distribuzione dalla Disney.


L'episodio, prodotto da Disney nel 2001, parla del sistema EZ Jackster, realizzato da un amico della giovane protagonista della serie. Lei, tale Penny, scarica moltissima musica salvo poi pentirsi, dopo essere stata redarguita dalla madre. Alla fine dell'episodio, quando l'amico le chiede se scaricherà ancora musica, Penny afferma: "No, quello è rubare".

Punto Informatico


News correlate a "Contro il P2P in campo anche la RAI":


4 commenti a "Contro il P2P in campo anche la RAI":
caladio caladio il 06 Novembre 03 @ 15:56 pm

che schifo di gente...

Freegull Freegull il 07 Novembre 03 @ 06:25 am

Io non lo veramente è uno schifo...
Il p2p.. è nato per condividere non per Rubare.. ma naturalmente solo i LADRI sanno bene cosa significhi rubare nevvero?
E' chiaro che le case ULTRAMILIARDARIE si lamentino... E' chiaro anche cmq, che un loro dvd è venduto al 1000% di sovraccosto rispetto al materiale occorso per crearlo ma questo è commercio non è RUBARE! Nevvero?
Va bene vogliono killare il p2p. nascerà sempre e cmq dalla voglia di chi ama condividere qualcosa di suo con altri NON A FINI DI LUCRO! (perchè il bello del p2p è che ciò che io metto in condivisione NON LO FACCIO PAGARE!)... un nuovo modo di poter essere liberi di spartire il proprio "piatto di lenticchie col vicino di casa" ..Ladri di lenticchie unitevi..!
Con stima a chi ha creato questa magnifica fonte di scambio (non solo di files).. e relazioni che è il p2p...:-)
Eli

Freegull Freegull il 07 Novembre 03 @ 07:00 am

Mi viene in mente un'altro pensiero.. che mette in luce quanto sia falso il mondo del commercio e quanto tendenziose e in mala fede alcune affermazioni... e come sia possibile anche e cmq mettere in moto le cellule cerebrali per avvederci che l'illegalità è subordinata ad una serie di fattori che Debbono costituire prove tangibili affinchè si possano definire tali.
Eccovi un esempio di ciò che io sto affermando...

Ammettiamo che io sia una persona abbiente, una di quelle persone che proviene da una famiglia numerosa....Ammettiamo che io abbia una prole di 7 bambini... e che ogni mio figlio abbia un amichetto o 2... se la matematica non è un'opinione avrò nella mia super villa 7 figli e una media di 7 amici in plus...a die..
E ammettiamo pure che io sia un cultore della masterizzazione ad uso proprio dei miei cd e dvd..
Diciamo che invece di acquistare 7 cd uguali (dvd) io ne acquisti una decina uno completamente diverso dall'altro.. e che per ragione di scambio all'interno della mia famiglia io masterizzi ognuno di loro perchè tutti i miei bimbi ne abbiano una copia... Bene... Io avrò una decina di originali e circa 60 copie giusto? Se le copie di tali originali non sono diffuse, e aggiungerei.. fattore importantissimo, io non VENDO queste copie per ricavarne denaro... io non commetto reato poichè il tutto rimane in house per uso privato...
Se però uno di questi cd esce.. a mia insaputa da casa mia per finire nelle mani di qualche buon amichetto dei miei figli... ecco che naturalmente può essere usato per subire un ulteriore copia e così via.. Il problema è che io non so nè chi possieda l'ulteriore copia.. (non se sono al corrente).... Queste copie possono diffondersi all'infinito.. e non so quanto io possa essere tacciato di crimine... Poichè la mia intenzione era quella di copiare a mio vantaggio e SOLO mio quel dvd o cd....E i miei bimbi non sono incriminabili poichè troppo piccoli...
Chi può provare che quelle masterizzazioni provengono dai miei originali?
E' un esempio "assurdo".. però credo faccia pensare..
E aggiungo ad un p2p si collegano miriadi di persone non una o due.. credo che denunciarle tutte per crimine... non sia cosa facile...anche perchè un crimine va corredato di prove...
Inoltre in internet a parte i p2p vi sono fonti infinite di programmi full downloadabili.. e non parlo solo di software free.. Non credo che il p2p sia proprio la fonte della mafia informatica...
Credo invece che sia motivo di interscambio favorevole all'ampliazione dei rapporti umani e riconduca al buon concetto primordiale che la "condivisione" è il solo mezzo attraverso il quale si può combattere l'inflazione e ridimensionare il potere così fraudolento è veramente pericoloso che nella nostra era sta assumendo il cosidetto "mammona", il dio denaro...
E ciò a pro non solo del p2p ma di ogni forma di "condivisione" che sposta il fulcro dell'esistenza dal mero egoismo.. al più mite pensiero dello scambio che reca ad ognuno un pezzettino dell'altro e a tutti un abbozzo di sorriso.. che nasce dal non sentirsi solo, dal prendere coscienza che dare e ricevere sono figli della medesima madre sin dal momento nel quale sono stati concepiti ...

Eli

Frengo78 Frengo78 il 07 Novembre 03 @ 12:31 pm

ma infatti il p2p una volta erano gli amici della cassettina ovvero coloro che registravano dalla radio stando attenti poi a togliere le voci dei dj sopra il brano e con un bel fading finale in dissolvenza. Oppure chi comperava un originale lo distribuiva agli amici.
La pirateria é sempre esistita

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: