Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Guide: passo per passo

Hardware (11)

CPU/Motherboard..., Hard Disk, RAM, Tastiera/Mouse...
 

Linux (11)

Generale
 

Security (20)

E-mail, Generale, Spyware, Virus
 

Varie (21)

Generale
 

Windows (78)

Network/P2P, Ottimizzazioni, Problemi comuni, Utilità
 
Guide: le più recenti
Condividi:        

E-mail
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
8. La via breve agli abuse

Per fare le cose serie, utilizziamo ancora un servizio whois - il whois.abuse.net, che lista tutti gli indirizzi di abuse dato un dominio.
Utilizzerò il servizio di "whois" di samspade, specificando (a mano, non c'è tra quelli elencati) prima elinkdc.com, e poi savvis.net.
Risultati:

whois -h whois.abuse.net elinkdc.com
abuse@elinkdc.com (for elinkdc.com)
whois -h whois.abuse.net savvis.net
abuse@SAVVIS.NET (for savvis.net)

[Nota: il servizio è disponibile via web all'indirizzo http://www.abuse.net/lookup.phtml, che è anche più veloce]


E-mail: Dylan666 [35 visite dal 20 Dicembre 04 @ 00:01 am]
Condividi:        

E-mail
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
9. Il LART

La lettera di lamentela presso l'abuse si chiama di solito LART - Luser Attitude Readjustment Tool. E' una metaforica mazza da usare sul cranio degli spammers.
Di solito io mando via una cosa siffatta (o simile)

TO: abuse@elinkdc.com, abuse@savvis.net

Hi,
I've received today the following Unsolicited
Commercial E-mail (UCE), which seems to come from IP
209.83.168.62, in your IP space.
Please check it out, and handle your user according to
your TOS/AUP.
Thank you,

--
zello

---UCE---
E qui copio e incollo la mail di spam, con header e testo.
E' discussa l'opportunità di allegare i risultati delle query fatte. In linea di massima si propende per non farlo (l'abuse desk sa quali indirizzi sono dentro la sua rete, e se non è tonto o finge di esserlo si rende conto da dove proviene la mail). Se proprio proprio l'abuse desk è tontissimo, si può infilare un qualche dato in più (in Italia non è di solito necessario).

In realtà non sarebbe finita qui. Bisognerebbe cercare di segare anche il sito dello spammer. Ma qualcosa bisogna pure che mi tenga per il prossimo tutorial.


E-mail: Dylan666 [35 visite dal 20 Dicembre 04 @ 00:01 am]
Condividi:        

Network/P2P
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
2. Tipi di traslazione

Esistono 4 tipi di traduzione che è possibile implementare con NAT:

TIPO STATICO
Consiste nell'inserire nella tabella una corrispondenza fissa che consente di rendere disponibile all'esterno un servizio che gira su un host ( PC ) interno alla rete.
Es.: si può mappare ( indirizzare attraverso il cosiddetto Port-Mapping ) la porta 80 del Gateway sulla porta 80 di un server Web interno 192.168.1.1, affinché ogni richiesta HTTP sulla porta 80 dell'interfaccia pubblica del Gateway rimandi al Web posto sulla macchina con indirizzo privato.
Praticamente, permette di far diventare pubblici dei servizi che girano su macchine locali, sfruttando un solo indirizzo IP pubblico anche in questo caso.

TIPO DINAMICO (o IP Masquerade)
È la traduzione dell'esempio riportato più sopra, dove la tabella gestisce le connessioni. Tali connessioni hanno un certo timeout ( inteso come tempo di vita del segnale ), scaduto il quale viene rimosso il record dalla tabella: tutto quello che non è in tabella viene eliminato, quindi non esistono strade per arrivare dall'esterno su un PC interno, a meno che ci sia una NAT Statica oppure che sia stato il client a richiedere qualcosa di poco sicuro...( e potrebbe essere la cosa più plausibile ).

BILANCIAMENTO DI CARICO
Funzionalità avanzata di NAT Statico, che permette di distribuire delle richieste di servizi su più Server.
Poniamo il caso di un sito molto utilizzato, con tanti accessi e che usa quindi diversi Server Web contenenti le stesse informazioni: utilizzando questa tecnica ogni richiesta sulla porta 80 può essere indirizzata ad un Server diverso sfruttando qualche algoritmo, che può essere un semplice Round Robin (cioè "una richiesta per uno") oppure il monitoraggio del carico dei Server.
Questa funzione è più che altro un utilizzo avanzato di NAT messa a disposizione dai Firewall o da altri dispositivi dedicati.

RIDONDANZA DI RETE
Funzionalità avanzata di NAT Dinamico, che consente di instradare delle richieste di client interni verso differenti interfacce esterne, in modo da prevenire dei problemi in caso di fallimento di una connessione Internet, o da bilanciare l'utilizzo di diverse connessioni.
Anche in questo caso, è una funzionalità offerta da dispositivi di un certo livello, come Firewall o Web Switch.


Network/P2P: Dylan666 [115 visite dal 20 Dicembre 04 @ 00:01 am]
Condividi:        

Network/P2P
PREMESSA: se non conoscete il significato di qualche parola consultate il nostro Glossario.
3. Vantaggi e Svantaggi della tecnologia NAT

- UTILIZZO DI UN SOLO IP: permette di risparmiare sull'acquisto di IP pubblici, traslando tutti gli IP privati nell'IP fornito dal Provider.
- NASCONDE GLI HOST INTERNI: Sebbene è nata come tecnica per "risparmiare" sugli indirizzi IP pubblici necessari alla rete, ha il grande valore dal punto di vista della sicurezza di mascherare gli indirizzi interni dietro all'unico IP del Provider.
- E' AFFIDABILE: data la sua semplicità, le implementazioni sono sempre molto stabili.


Network/P2P: Dylan666 [115 visite dal 20 Dicembre 04 @ 00:01 am]
Guide correlate a "":