Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
Glossario informatico
0-9 - A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z

Condividi:        

Glossario informatico: Silent Computing

Glossario informatico: una raccolta di tutti i termini informatici riguardanti Internet, l'informatica e i PC.

Autore della definizione: Oracolo
Letteralmente: "Elaborazione silenziosa" (dall'Inglese)


Insieme soluzioni tecniche e di criteri volti a ridurre al massimo il rumore acustico emesso dal computer durante il suo funzionamento, così da avvicinarsi il più possibile all'ideale di "PC talmente silenzioso da sembrare spento".

E', questa, una caratteristica molto importante in tutti quei casi in cui è richiesta la massima silenziosità, ad esempio i sistemi destinati alla riproduzione di audio-video, utilizzati molto a lungo oppure durante le ore notturne.

In ambito industriale, la bassa rumorosità del sistema è fondamentale per garantire la precisione nelle misure fonometriche, ovvero del rumore acustico ambientale e/o emesso da altri apparati.


Le possibili fonti di rumore in un computer possono essere:

- Rumori meccanici, dovuti al movimento delle testine dei dischi ed alla rotazione delle ventole;

- Fruscìo dell'aria in ingresso ed in uscita dalle bocche di ventilazione;

- Ronzii dovuti al sistema di raffreddamento (azionamento ventole tramite impulsi elettrici anziché con corrente continua, pompe per il raffreddamento a liquido) ;

- Battimenti dovuti alla sovrapposizione di tutte le fonti citate.


Un buon punto di partenza per ottenere un computer che non emetta rumori fastidiosi consiste solitamente nello scegliere un case costruito con opportune dotazioni:

- fori di ventilazione grandi, con griglie di protezione a maglie larghe in luogo dei forellini pre-stampati;

- ventole di grande diametro, ad alta efficienza e poco rumorose nella rotazione, eventualmente fissate al case tramite disaccoppiatori in gomma in luogo delle tradizionali viti in acciaio e dotate di un sistema di regolazione della velocità (rheobus o altro metodo di downvolting);

- Sistemi di sospensione aerea per i dischi (vengono letteralmente "appesi" a mezz'aria tramite apposite fasce elastiche, invece di essere avvitati ai binari negli alloggiamenti del case)

- Applicazione di pannelli fonoassorbenti alle pareti interne del case.

- Utilizzo di piedini ammortizzatori nella parte inferiore del case, che impediscano il più possibile la propagazione delle vibrazioni meccaniche al piano d'appoggio.

Molti degli accorgimenti sopra elencati sono implementati nel case direttamente dal costruttore (ovviamente, un cabinet così equipaggiato è più costoso di uno costruito secondo i criteri tradizionali).
Atre fonti di rumore si possono inoltre eliminare del tutto con la scelta di componenti adeguati, ad esempio preferendo i silenziosissimi dischi SSD al posto di quelli a piatti rotanti (portafoglio permettendo) o sostituendo il sistema di raffreddamento ad aria della CPU con uno a liquido.

Dopo l'acquisto di un nuovo PC, è possibile ridurrne la rumorosità provvedendo in proprio ad applicare gli stratagemmi di cui sopra, qualora ve ne fosse la necessità: i risultati dipenderanno, in ogni caso, dalla qualità costruttiva della componentistica utilizzata. Chi fosse interessato a questo genere di modding può trovare, sia online che nei negozi specializzati, una vasta disponibilità di accessori adatti allo scopo.


Cerca anche su: Google, Wikipedia.
Questa definizione non è completa?
  • Migliorala tu stesso e contribuisci alla crescita del glossario.
  • Scrivi all'Oracolo di pc-facile.com e lui ti risponderà via e-mail entro 48 ore lavorative.
  • Invia questa definizione a un amico.