Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

ECDL (European Computer Driving License)

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

Postdi Frengo78 » 17/02/03 21:43

E bravi i cuccioli! Chissa se gli insegnano a formattare il pc della zia eheheh
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Sponsor
 

Postdi LightAngel » 17/02/03 22:14

Frengo78 ha scritto:Chissa se gli insegnano a formattare il pc della zia eheheh


Se me la combinasse, come prima cosa gli ritiro i giochi del Game Boy che gli ho prestato... :lol:
LightAngel
Utente Senior
 
Post: 177
Iscritto il: 22/02/02 16:31
Località: Bergamo

Postdi LightAngel » 17/02/03 22:22

Aggiungo, a titolo informativo, quello che dicono dell'ECDL, sul sito della mia Università:

L'Università Cattolica offre la possibilità di ottenere la Patente Europea del Computer (ECDL, European Computer Driving Licence) agli studenti immatricolati nell'anno accademico 2001/2002, in coerenza con gli obiettivi formativi dei nuovi corsi di laurea triennali, che prevedono per tutti gli studenti dell'Ateneo, indipendentemente dalla Facoltà, una conoscenza di base dell'uso del computer.
Su tale conoscenza di base potranno poi innestarsi gli ulteriori specifici interventi previsti dai piani di studio delle singole Facoltà.
In tale quadro di obiettivi è stato deciso di avvalersi della European Computer Driving Licence, un programma che fa capo al CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), l'ente che riunisce le Associazioni europee di informatica. L'Italia è uno dei 17 Paesi membri ed è rappresentata da AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico.
La European Computer Driving Licence certifica l'esistenza delle abilità informatiche necessarie per lavorare con il personal computer, quindi rappresenta per gli studenti un'opportunità nella loro crescita professionale e un possibile elemento utile nel percorso curriculare.
Si tratta di un certificato rilasciato da un Ente internazionale altamente qualificato -la ECDL Foundation- attestante che chi l'ha conseguito è in grado di lavorare in modo appropriato con il personal computer: nell'ambito di un'azienda, un ente pubblico, uno studio professionale, ecc.
Molte persone hanno una certa conoscenza dell'uso del computer, ma molto spesso è parziale e frammentaria e loro stessi non sono in grado di definire a quale livello sanno usarlo, ma soprattutto non possono provarlo.
Serve quindi uno standard di riferimento riconoscibile subito, in modo certo, dovunque. L'ECDL risponde a questa esigenza per la sua connotazione internazionale, il livello di diffusione, l'uniformità delle procedure di certificazione, i riconoscimenti istituzionali, l'indipendenza da specifici prodotti e fornitori.
Il giorno 26 febbraio 2001 è stato emesso un documento congiunto del Ministero della Pubblica Istruzione e del Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale che sancisce ufficialmente l'importanza della patente informatica ECDL e la possibilità di includerla fra titoli di merito, cioè quelli che vengono valutati ai fini dell'attribuzione di un punteggio nei concorsi per titoli o per titoli ed esami.
E' stato, inoltre, siglato, tra il Ministero della Pubblica Istruzione e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, un protocollo d'intesa che sancisce il riconoscimento presso l'Università del credito formativo derivante dall'aver conseguito la patente informatica ECDL.
Tutte le sedi dell'Università Cattolica (Milano, Brescia, Piacenza-Cremona e Roma) e i Centri di cultura dove sono stati attivati i corsi di laurea a distanza (Cemmo di Capodimonte, Ragusa, Sarzana, Verona e Monticello di Brianza) sono Test Center ECDL, cioè centri accreditati da parte di AICA per il sostenimento degli esami previsti per l'ottenimento della patente europea.
LightAngel
Utente Senior
 
Post: 177
Iscritto il: 22/02/02 16:31
Località: Bergamo

Postdi LightAngel » 18/02/03 12:21

Mi è arrivata alle 10 la ricevuta di ritorno della lettura della mail... :roll:
LightAngel
Utente Senior
 
Post: 177
Iscritto il: 22/02/02 16:31
Località: Bergamo

Postdi Frengo78 » 18/02/03 12:25

Evviva, l'hanno letta!!! Probabilmente era la pausa consultazione della posta. La tua mail è stata vista e poi ha passato alla successiva che conteneva un flashino eheheh
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi LightAngel » 18/02/03 20:29

Bahhhhhhhh potrebbe anche essere purtroppo :aaah
LightAngel
Utente Senior
 
Post: 177
Iscritto il: 22/02/02 16:31
Località: Bergamo

Postdi Nicola » 18/02/03 20:51

LightAngel ha scritto:== la maestra che li segue in quell'ora è la stessa che fa educazione motoria; (lo dico a puro titolo informativo 8))


Che insegnamento sarà con un insegnante di ed fisica.. :P Da quando in qua la laurea ISEF permette l'insegnamento di informatica? O ha anche una laurea in informatica o simili? Mmmm.. indagherò ;)

Cmq inglese viene insegnato fin dall'elementari e per poter insegnare alle medie informatica basta essere professori di educazioni tecnica (questo si traduce in aver fatto istituto tecnico per i professori che hanno iniziato ad insegnare qualche annetto fa o laurea in architettura per i più recenti).

Per insegnare alle elementari credo che quindi basti anche meno.

Ciao
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi Andrea87 » 18/02/03 21:43

Bhe per insegnare educazione moteria alle elementari non serve l'isef. a me alle elementari mi faceva palestra la maestra di matematica :D
Lo stesso vale per l'informatica di solito la isegna chi qualcosa sa.
Ultima modifica di Andrea87 su 18/02/03 22:00, modificato 1 volte in totale.
Andrea87
Utente Senior
 
Post: 857
Iscritto il: 03/09/01 01:00
Località: Venezia

Postdi LightAngel » 18/02/03 21:50

Sai cosa penso Nicola?
Se l'informatica alle elementari fosse prevista nei programmi ministeriali, per forza l'insegnante preposto all'insegnamento dovrebbe avere la laurea, credo... ma se non lo fosse, il "corso" di informatica parte da un'iniziativa autonoma presa della scuola stessa e un insegnante più competente (e disponibile) di altri si fa carico di questa responsabilità...

Ma come dici tu, la suddetta insegnante, oltre l'ISEF potrebbe essere una laureata/laureanda in informatica... si sa mai... :roll:
LightAngel
Utente Senior
 
Post: 177
Iscritto il: 22/02/02 16:31
Località: Bergamo

Postdi piercing » 18/02/03 22:51

ragà.... la materia è complessa...

non credo assolutamente che sia "ministerialmente" prevista l'informatica a scuola se con con il piano formativo (PNI) di cui abbiamo parlato.

Sta di fatto che oggi le scuole hanno molta autonomia nella scelta delle materie "aggiuntive" da insegnare.
Quindi c'è chi informatica la fa, e chi non la fa, a prescindere da ordine e grado delle scuole.

Anche la situazione dell'hardware delle scuole è tutto un qualcosa a se stante... c'è chi ce l'ha e chi non ce l'ha... alcuni istituti (pubblici) per invogliare i genitori a mandare i bambini da loro (il che equivale a dire più soldi a quella scuola da parte del ministero...), mettono su gran belle strutture informatiche... altre scuole hanno solo un pc di proprietà del ministero che serve a gestire la scuola, e che nessuno sa usare (NOTA: le scuole sono tutte collegate in rete tra loro... il problema è trovare un professore che sappia utilizzare il pc!).

Ben vengano i bambini delle elementari su Paint comunque... e la ECDL alle medie e cenni di programmazione al liceo... non sarebbe male nò?
Non più di un paio di ore settimanali comunque... la vedo così...
Avatar utente
piercing
Moderatore
 
Post: 7569
Iscritto il: 10/04/02 10:34
Località: Roma

Postdi Frengo78 » 18/02/03 23:17

Ma si puo conoscere questa maestrina uscita dall'isef che si sta laureando? :lol: 8)

Vabbeh scherzi a parte questa discussione è molto interessante. Giusto due ore alla settimana, ci sono cose molto piu importanti che un ragazzino deve imparare alle elementari e alle medie. E poi l'importante è che nella casa di ogni ragazzino ci sia un pc e non solo la playstation!

La categoria degli insegnanti non ha tutte le colpe. Se ad insegnare informatica è uno che di informatica ne sa poco o nulla è perche la materia è giovane.
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi rayden » 19/02/03 11:06

scusate una cosa, a proposito dell'informatica nelle scuole elementari, ma mi pare che sia stata condotta una campagna politica proprio su questo tema, come mai i pupi che stanno al potere non rendono effettive le promesse fatte rendendo obbligatoria tale materia come è stato fatto per l'inglese...
Le uniche limitazioni che abbiamo sono quelle che ci poniamo da soli...
http://www.lightingandservices.com
http://www.lightingandservices.com/phoenix
rayden
Utente Senior
 
Post: 881
Iscritto il: 07/08/01 01:00

Postdi Frengo78 » 19/02/03 12:03

Non so in quante città viene distribuito gratuitamente Leggo ma sul numero di oggi a pagina 2 in alto a destra si legge un trafiletto che annuncia che il ddl del ministro Moratti (ricordo sempre a Dado che non si tratta del presidente dell'inter) che introduce l'informatica come materia sin dalla prima elementare.

Stasera se mi ricordo copio l'articolo o cerco un articolo sullo stesso tema. Se qualcuno mi precede meglio ancora
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi rayden » 19/02/03 12:54

fammi capire, che mette l'obbligo dell'informatica, e poi mette degli incapaci ad insegnarla, a che serve?
Le uniche limitazioni che abbiamo sono quelle che ci poniamo da soli...
http://www.lightingandservices.com
http://www.lightingandservices.com/phoenix
rayden
Utente Senior
 
Post: 881
Iscritto il: 07/08/01 01:00

Postdi Nicola » 19/02/03 12:54

Andrea87 ha scritto:Bhe per insegnare educazione moteria alle elementari non serve l'isef. a me alle elementari mi faceva palestra la maestra di matematica :D


Infatti mi ero confuso.. per le elementari non c'è bisogno.. a me alle elementari faceva ed. fisica una maestra che insegnava storia / geografia / ed. civica / religione e chi più ne ha più ne metta.. :P

Ciao
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi Frengo78 » 19/02/03 13:02

Ai miei tempi c'era un solo insegnante per tutti e 5 gli anni che insegnava tutto
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi Nicola » 19/02/03 13:16

Frengo78 ha scritto:Ai miei tempi c'era un solo insegnante per tutti e 5 gli anni che insegnava tutto


in alcune scuole c'è ancora quanto hai detto...
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi rayden » 19/02/03 13:18

se per questo i tempi cambiano, per quel che mi ricordo comunque il mio maestro delle elementari non si faceva mancare neanche l'informatica, il primo computer su cui ho lavorato alle elementari era un amica... :D

Sono stato fortunato, ho avuto degli Ottimi professori, sempre, in ogni circostanza. Non si può dire lo stesso delle nuove generazioni oggi...
Le uniche limitazioni che abbiamo sono quelle che ci poniamo da soli...
http://www.lightingandservices.com
http://www.lightingandservices.com/phoenix
rayden
Utente Senior
 
Post: 881
Iscritto il: 07/08/01 01:00

Postdi Frengo78 » 19/02/03 13:45

EDCL per tutti gli insegnanti e dipendenti pubblici di ogni ordine e grado. Chi ce l'ha bene chi non ce l'ha la paga lo stato. Ecco un buon modo per cominciare a informatizzare il paese.

Propongo questo perche perlomeno da quanto ho capito da light angel il programma di informatica delle elementari è moooolto semplice tanto che basta una EDCL per essere qualificati ad insegnare informatica.

X la cronaca: La mia maestra delle elementari era un vecchia str***a.
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Postdi Rosaspina » 19/02/03 14:07

Frengo78 ha scritto:EDCL per tutti gli insegnanti e dipendenti pubblici di ogni ordine e grado. Chi ce l'ha bene chi non ce l'ha la paga lo stato. Ecco un buon modo per cominciare a informatizzare il paese.


Frengo, parlo per esperienza e non è OT :evil: : ho "insegnato" informatica (io!!!!) presso alcune sedi Inail, il mio compito in effetti era quello di aiutarli a partire con l'utilizzo di uno tipo di scanner fatto apposta per loro e relativo software,ma non puoi immaginare la situazione che ho trovato tra gli over 40 (e ti assicuro sono la maggior parte),sono partita quindi dallo spiegare cos'è un mouse e perchè sta lì.
Il problema è queste persone sono prossime alla pensione,del pc non hanno mai sentito parlare se non dai nipotini,e partono "prevenuti" (del tipo: io non capisco queste cose,non l'ho mai usato,etc...).
Che fare?Licenziarli in tronco?Non sia mai,arrivassero alla loro meritata pensione svolgendo mansioni che non prevedono utilizzo pc o lo prevedono in maniera molto limitata (centralino,ufficio informazioni etc...).
Io propongo di assumere personale fresco e preparato sul pc almeno a livello di base (come per qualunque ufficio),evitando di fare quei maxiconcorsi con domande assurde tipo il tasso di inflazione in Finlandia nel 1987 (questa è vera,era al concorso per guardia forestale....forse c'era perchè in Finlandia ci sono molte foreste....),ma assumendo rivolgendosi al collocamento e previo breve periodo di prova con rimborso spese.
Allora informatizzeremo gli uffici pubblici,non spendendo miliardi in monitor lcd da lasciare ad ammuffire negli scatoloni o pagando profumatamente persone come me per piccoli corsi interni che lasciano il tempo che trovano.
E' un processo indubbimente un pò più lento, ma più economico e sicuro,caspita!!
E questo è quanto!
Votatemi :D .
Nulla da dichiarare
Rosaspina
Utente Senior
 
Post: 826
Iscritto il: 16/09/01 01:00
Località: Profondo Centro

PrecedenteProssimo

Torna a Discussioni


Topic correlati a "ECDL (European Computer Driving License)":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron