Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Linux motore di traino delle economie piu deboli?

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

Linux motore di traino delle economie piu deboli?

Postdi Frengo78 » 22/10/02 13:14

Ormai avrete notato che di tanto in tanto mi perdo nelle mie letture di news dal mondo dell'ICT e vagando qua e la me ne esco con uno spunto di riflessione.
Un attimo fa stavo leggendo di nuovi progetti open source che stanno nascendo in russia emirati arabia e sud america e mi son detto che molto probabilmente il Linux coi suoi bassi costi e le sue enormi potenzialità è il mezzo ideale per far si che la pubblica amministrazione e l'imprenditoria di regioni meno ricche e meno industrializzate non perdano il treno dello sviluppo tecnologico nei settori dell'informatica e delle telecomunicazioni.
Se volete vi cito l'articolo che mi ha scatenato questi interrogativi.
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino

Sponsor
 

Postdi piercing » 22/10/02 14:33

Già che c'eri potevi intitolare il topic "Linux curerà la fame nel mondo" :lol:

Cmq... io penso che sarà il SO del futuro... o quanto meno il ceppo del so del futuro...

Se pensiamo che winzozz ha come ceppo d'origine il dos... capiamo da soli quali potenzialità abbia linux...

anche la telefonia cellulare ha scalzato come numero di abbonati (in Italia) quella della telefonia fissa... chi ci avrebbe mai creduto? (Non so che c'entra ma lo dovevo dire!! :D )

Tra l'altro avete notato la pubblicità in tv di IBM+Linux?

Ragà... parliamoci chiaro... M$ per motivi che non ho ancora capito è rimasta al palo... ha perso un anno (e più) di tempo non ho capito ancora perchè... e un anno in questo mondo ti chiama davvero fuori...

Non esiste più una piattaforma di sviluppo su Microsoft... (non mi venite a baccagliare su .NET che mi scompiscio...), mentre gli open la fanno da gigante... c'è sempre una risposta su tutto, con una versione nuova a settimana... e questo è quello che conta...
Se solo avessero capacità di marketing pari ad un decimo di quella di Microsoft avrebbero già vinto da anni...

Cmq il problema all'espansione dell'open source in campo professionale è data proprio dal tipo di licenza, che non garantisce alle grandi (e alle loro opportune strutture di marketing), di investire adeguatamente sui progetti in questo campo...
Solo chi è molto all'avanguardia comincia a capire questo messaggio... e comincia a capire come strutturare un'azienda e un piano commerciale a partire dalla filosofia opensource...

L'unico timore in questo senso è che ad un certo punto qualcuno, a suon di dollaroni e battaglie legali possa riuscire a inventarsi il CloseLinux... e quindi prenderlo sotto la propria egida...

E visto che FrengOT mi chiedeva quale messaggio mi aspetto da SMAU2002, in pratica ho già risposto...

Vabbè conferenza finita per ora!! :P
Avatar utente
piercing
Moderatore
 
Post: 7569
Iscritto il: 10/04/02 10:34
Località: Roma

Postdi zello » 22/10/02 15:12

Premessa: a me linux piace, e non ho particolari simpatie per m$ (nessuno che usi l'SDK ne ha)

Ragà... parliamoci chiaro... M$ per motivi che non ho ancora capito è rimasta al palo... ha perso un anno (e più) di tempo non ho capito ancora perchè... e un anno in questo mondo ti chiama davvero fuori...
Non esiste più una piattaforma di sviluppo su Microsoft... (non mi venite a baccagliare su .NET che mi scompiscio...), mentre gli open la fanno da gigante... c'è sempre una risposta su tutto, con una versione nuova a settimana... e questo è quello che conta...

.net - per quanto ne so (fondamentalmente ho letto qualcosa e installato l'SDK) - non è una brutta idea. Possiamo parlare del fatto che non è un'idea microsoft (msil e c# sono una trasposizione in meglio di bytecode e java), possiamo parlare del fatto che poteva essere fatto molto tempo fa, ma tutto sommato non è assolutamente male. Lo scopo è duplice: allontanare i programmatori dal s.o. (il ché dà loro un margine di manovra notevole in quanto a cambiamenti potenzialmente dolorosi nelle API, fino a quando lo stato superiore di .net rimane identico - pensiamo al passaggio a 64 bits, per dirne una) e spodestare - con l'aiuto di qualcuno che scriva virtual machines per altri s.o./processori - il dominio di java per determinati tipi di applicazioni.
L'effetto collaterale è quello di avere finalmente a disposizione una serie di linguaggi "seri" che rendono facile scrivere codice senza scendere a compromessi (provate a fare un progetto serio in VB e vedrete che verso le 20.000 linee vi incarterete senza pieta'). Ovvio, lo aveva già dimostrato la Sun con java o la Borland con Delphi.
In più, temo che m$ in silenzio stia facendo prove tecniche di sicurezza (se è così, ne ha per un bel pezzo).

Il problema dell'open source non è di mero marketing - è anche il fatto che non è indirizzato all'end user. Punto. emacs è un gran bell'editor, ma io mi ci perdo. Scrivere a mano i makefiles è affascinante, ma preferisco ancora usare Devstudio. Sfido chiunque a dire di trovarsi bene con vi.


L'unico timore in questo senso è che ad un certo punto qualcuno, a suon di dollaroni e battaglie legali possa riuscire a inventarsi il CloseLinux... e quindi prenderlo sotto la propria egida...

Non ti viene in mente nessun nome? :)
Io ho paura che in realtà l'open source possa essere un po' troppo autoreferenziale, anche se assistito e sponsorizzato da qualche grossa realtà. Se io dovessi mettere su un webserver o un mailserver, non ho dubbi che userei una macchina unix (anche se sceglierei NetBSD e non linux, per rimanere in opensource, o Sun Solaris in ambito commerciale). Ma temo che le segretarie avrebbero qualche problema ad essere convertite a X, per quanto possa ricordare windows.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi piercing » 22/10/02 15:17

o Sun Solaris in ambito commerciale

... unica nota su cui non sono d'accordo... credo che il futuro UNIX sia UX (HP insomma)... è quello che vedo dal mercato... ovviamente opinione personale...

oT
L'idea di .NET non è male... infatti e bella e copiata da altre piattaforme dove funziona più che bene... per il resto fa schifo... (e cioè la parte di m$)... pesante, bucabile e non documentato! (solo l'ambiente di sviluppo sono 4GB.. ti pare possibile?... ridatemi qualcosa che posso scrivere a mano!!!!)
Avatar utente
piercing
Moderatore
 
Post: 7569
Iscritto il: 10/04/02 10:34
Località: Roma

Postdi zello » 22/10/02 15:34

Lo so, sono OT :)
solo l'ambiente di sviluppo sono 4GB

Da me neanche gira - posso cucinare un piatto di pasta aspettando che si carichi. Ma puoi sempre usare notepad e compilare a mano (in fondo, con java ho sempre fatto così). Oppure scaricarti un qualche editor più leggero (ne ho uno per c#, ma - ripeto - non ho ancora preso in mano la cosa, e non ho sinceramente voglia di impararmi un altro linguaggio con sintassi alla c [ho già le mie brave difficoltà a riabituarmi a java dopo aver usato il c++, e viceversa]). Pesante è pesante, ma neanche java è uno scherzo (ho dovuto rifare un programma che avevo fatto in java perché era così lento da risultare praticamente inutilizzabile)
... unica nota su cui non sono d'accordo... credo che il futuro UNIX sia UX (HP insomma)... è quello che vedo dal mercato... ovviamente opinione personale...

Non ho grosse esperienze di unix commerciali, e quindi non posso dissentire.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi kadosh » 22/10/02 15:37

Mi spiace ma non sono d'accordo Pier, l'idea è stata riadattata è vero ma sul bucabile o pesante non più di tanto e cmq è un'architettura che richiede risorse per funzionare bene, di pari passo con la tecnologia che si sta sviluppando.
Non è un ambiente di 4GB poi ma di 2.2 GB, di cui 1 intero di documentazione ( e qui non capisco come fai a dire che manchi :-? ), inoltre è stato testato e creato per funzionare al meglio su piattaforma .Net Server o XP, ed infatti da quando l'ho installato a casa non ho problemi di sorta di stabilità o di sicurezza.
Cmq sì, Unix è il futuro senza dubbio, infatti sto iniziando a raccapezzarmi un po' con la Red Hat 8 qui in ufficio su una macchina virtuale...;)
Ch®is ˜˜ www.glgroup.it˜˜ {~Up You® Life~}™ Semper Fidelis
Avatar utente
kadosh
Moderatore
 
Post: 3791
Iscritto il: 24/09/01 01:00
Località: Roma

Postdi zello » 22/10/02 15:50

Non è un ambiente di 4GB poi ma di 2.2 GB,

Penso parlasse di Visual Studio.NET, non del solo SDK.

1 intero di documentazione

Enno', 'zzo! Altri notti insonni a studiarsi gerarchie di classi, metodi, collezioni.. Mi sa che mi serve un po' di tecnologia di code-completion, poi proverò ad andare ad intuito...
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi piercing » 22/10/02 16:18

kad... libero di pensare come vuoi... qualche annetto di esperienza mi fa anche prevedere qualcosa ;) ... non per nulla ancora non ci sviluppa nessuno e già stiamo a Service Pack 2 e mezzo...

Credo di conoscere le strategie di M$ un pò... e so per certo che le tecnologie più funzionanti sono quelle con meno strati... proprio perchè nelle loro architetture... come dice giustamente superzello... alla riga 20000 sei già perso nel marasma.... e questo è ovviamente inaccettabile..., non ho mai visto in vita mia un progetto (parlo di progetto GRANDE) sviluppato con tecnologie MS (spesso con analisi di Microsoft stessa) che funzioni come si deve...
Vogliamo parlare della tecnologia ActiveX su client web? inusabile... eppure quanto ci avevano puntato?

Cmq ritorniamo in tema... e piantala di mangiare i panini con la bandierina MS sopra!! :lol:
Hanno grandi pregi ma anche enormi difetti, e il problema è che sono difetti di fondo, di politica...

Proprio perchè Linux per ora è indipendente dalle politiche commerciali che vedo li sopra il futuro... quando poi questo discorso cadrà può darsi che rimetterò in gioco tutto il discorso... d'altronde i tempi dell'informatica sono velocissimi... :P
Avatar utente
piercing
Moderatore
 
Post: 7569
Iscritto il: 10/04/02 10:34
Località: Roma

Postdi kadosh » 22/10/02 18:32

Anch'io intendo il Visual Studio .NET per la grandezza...quella è ;)

Per il resto bè.....ai posteri l'ardua sentenza.......e a Pier....un bel epitaffio con su scritto: "Anche Pier usava prodotti MS!!" :D :D :D :lol:
Ch®is ˜˜ www.glgroup.it˜˜ {~Up You® Life~}™ Semper Fidelis
Avatar utente
kadosh
Moderatore
 
Post: 3791
Iscritto il: 24/09/01 01:00
Località: Roma

Postdi Nemok » 22/10/02 18:47

zello ha scritto:
Sfido chiunque a dire di trovarsi bene con vi.


Ne hai trovato uno..eheh :D !Se proprio vuoi qualcosa di leggermente più grafico c'è Gvim...iuo lo trovo ottimo,anche per programmare,basta imparare quei 4 trucchetti... ;)
Nel 1968 la potenza operativa di 2 C-64 hanno portato un razzo sulla luna. Oggi la potenza operativa di un Athlon 4000+ viene usata per far girare Windows XP....Qualcosa deve essere andato storto....
--Powered by Debian Sid/unstable on 2.6.10--
Nemok
Utente Senior
 
Post: 1420
Iscritto il: 04/09/01 01:00
Località: Roma

Postdi zello » 22/10/02 21:00

La mia idea è che nessuno sviluppi perché quasi nessuno ha il runtime installato, mentre gli altri runtimes (msvcrt, oppure le varie dll di vb) sono installate praticamente su tutte le macchine.
Per adesso è molto rumore di marketing - mi sa che diventerà una realtà. Gli ActiveX non saranno stati un granché per il web, ma dal lato "programmatori per componenti" hanno avuto un bel successo (si tratta degli ocx rinominati, e quindi sempre di ole2, su al marketing gli hanno solo cambiato nome).

La cosa comoda di linux è che si adatta bene agli standard - cosa che non si può dire di micro$oft... almeno fino a che non sono standard m$ :)

Kad, hai ragione, ovviamente. La mia directory Microsoft.net (il solo sdk) pesa qualcosa in meno di 200 mb.
Il faut être toujours ivre. Tout est là : c'est l'unique question. Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre,il faut vous enivrer sans trêve...
Avatar utente
zello
Moderatore
 
Post: 2351
Iscritto il: 06/05/02 13:44

Postdi Frengo78 » 22/10/02 21:43

Zello io lavoro per una ditta che mi impone di mangiare solo panini hanno sopra le bandierine di MS. Teoricamente di .Net se ne fa un gran parlare da quando è uscita la prima beta. Praticamente sono in pochissimi ad aver realizzato qualcosa in .net semplicemente perche a causa della crisi del settore il cliente non investe in nuovi progetti.
Poi sinceramente io spero che .net sia il flop del secolo di microsoft visto che l'aspx e il framework integrato e il sistema wysiwyg col quale viene imposto di disegnare le pagine lo sopporto mal volentieri.
Knowledge is a weapon
Frengo78
Utente Senior
 
Post: 8985
Iscritto il: 16/07/02 08:41
Località: Torino


Torna a Discussioni


Topic correlati a "Linux motore di traino delle economie piu deboli?":

audio audacity su linux
Autore: beppino
Forum: Software Linux
Risposte: 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti