Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Duplicazione cd e dvd

Discussioni e opinioni costruttive sul mondo dell'informatica.
Per la soluzione di problemi specifici fare riferimento alle sezioni di assistenza!

Moderatori: aurelio37, axelrox

Duplicazione cd e dvd

Postdi KoZmiK » 26/07/02 11:26

Scusatemi se è un po' OT ma mi preme fare una precisazione riguardo al post "cerco collaboratori per sito" di Tempesta, nel quale si ribadisce più volte che la duplicazione per usi personali di cd e dvd è legale. Non è assolutamente vero, la copia di back up può essere effettuata solo per il software e per materiale audiovisivo autoprodotto. Quindi cd e dvd non possono essere riprodotti su nessun supporto.... e se vuoi ascoltartelo in macchina te ne devi comprare un altro!
.... è una ca**ata ... ma è la legge.
KoZmiK
Newbie
 
Post: 7
Iscritto il: 17/07/02 12:48

Sponsor
 

Postdi BrSys » 26/07/02 12:40

Questa mi è proprio nuova... :-?
hai qualche link a conferma della tua affermazione :?:
BrSys
Utente Senior
 
Post: 212
Iscritto il: 16/07/02 11:51

Re: Duplicazione cd e dvd

Postdi dado » 26/07/02 13:04

KoZmiK ha scritto:la duplicazione per usi personali di cd e dvd è legale.


Io invece ho sempre saputo così, e me l'aveva anche confermato un amico finanziere... ne sei sicuro?

House: "Vede, tutti pensano che sia un paziente a causa del bastone"
Wilson: "Allora perchè non indossa un camice bianco come tutti noi?"
House: "Perchè altrimenti pensano che sia un medico".
Avatar utente
dado
Utente Senior
 
Post: 16208
Iscritto il: 21/08/01 01:00
Località: La Città dei Sette Assedi

Postdi BrSys » 26/07/02 13:07

Quello che non mi risulta, ma posso certamente sbagliare, è che:

>la copia di back up può essere effettuata solo per il software e
>per materiale audiovisivo autoprodotto.

Mi sembra molto strano che non si possano effettuare copie di backup!
BrSys
Utente Senior
 
Post: 212
Iscritto il: 16/07/02 11:51

Postdi KoZmiK » 26/07/02 14:46

L'ho letto recentemente nel forum di html.it, in un post di un moderatore.
Copy & Paste:
"Visto che la normativa non è molto recente e soggetta a diverse interpretazioni, e che sul forum imperversavano vari thread come quello di ieri sera, ho dovuto chiedere informazioni al NOPT (Nucleo Operativo Polizia Telematica), sezione Anti Pirateria.
Mi è stato risposto che, al contrario di quanto accade con il software, il materiale audiovisivo (che sia contenuto su DVD o CD non fa differenza) non può essere riprodotto su nessun supporto. "
Ora però mi avete fatto venire un dubbio.... effettivamente ho trovato alcuni link che dichiarano il contrario, ma è difficile stabilire l'ufficialità e l'attendibilità della cosa.
Appena ho un po' di tempo vorrei chiarire la questione, mi potrei spulciare il sito della SIAE.
Se avete link da postare.... così chiariamo il tutto!
KoZmiK
Newbie
 
Post: 7
Iscritto il: 17/07/02 12:48

Postdi Mikizo » 26/07/02 15:22

KoZmiK ha scritto:mi potrei spulciare il sito della SIAE.
:lol: :lol: :lol:
Se chiedi a loro, non puoi far nulla o quasi... cmq non è il riferimento adatto, ci vorrebbe qualcosa della Guardia di Finanza.
In ogni caso ricordo bene che è considerato illegale tutto ciò che è a fini di lucro e che ultimamente è passata l'idea che sia fine di lucro non solo la copia a fine di vendita ma anche a fine di risparmio ovvero: mi copio il tuo cd per non comprarmelo io, quindi risparmio, quindi sono un ladro di copyright.
Non mi pare però che si ancora considerato reato copiare i propri Cd originali per uso personale.
Io ad esempio realizzo da sempre compilation di brani tratti da cd originali miei, e non ho mai pensato di compiere un reato.
NB di SIAE, GdF e diritto di copyright ne so un po', ma non sono cmq un esperto, ciò che dico viene da dieci anni d'esperienza ma non da conoscenze legali dirette
Avatar utente
Mikizo
Download Admin
 
Post: 8517
Iscritto il: 05/01/02 01:00
Località: Outside

Postdi KoZmiK » 26/07/02 16:50

Ho fatto un po' di ricerche ma non ho ben capito se è legale, oppure illegale ma tollerato.
Da Interlex: http://www.interlex.it/copyright/rinaldi4.htm
"Il problema della copia privata si era posto in passato a proposito delle copie effettuate artigianalmente da chiunque su cassette audio e video di brani musicali e film. In Italia, come negli altri Paesi, constatata l’impossibilità pratica di impedire siffatte operazioni di riproduzione, si sono adottate delle norme (l. 5 febbraio 1992, n.93) che prevedono che una parte del prezzo di vendita delle cassette vergini audio e video e degli apparecchi di riproduzione finisca alla SIAE (http://www.siae.it), che li ripartisce poi agli autori ed ai loro aventi causa."
Ho controllato sul sito SIAE:
http://www.siae.it/utilizzaopere.asp?link_page=siae_copiaprivata.htm&open_menu=yes
Ogni dubbio dovrebbe toglierlo la direttiva europea 2001/29/CE (non so però se sia già stata recepita dallo stato italiano) che cita:
"Gli Stati membri hanno la facoltà di disporre eccezioni o limitazioni al diritto di riproduzione di cui all'art. 2 della direttiva per quanto riguarda:
.....le riproduzioni su qualsiasi supporto effettuate da una persona fisica per uso privato e per fini né direttamente, né indirettamente commerciali a condizione che i titolari dei diritti ricevano un equo compenso che tenga conto dell'applicazione o meno delle misure tecnologiche di cui all'art. 6 della direttiva all'opera o agli altri materiali interessati ...."
KoZmiK
Newbie
 
Post: 7
Iscritto il: 17/07/02 12:48

Postdi Triumph Of Steel » 26/07/02 17:10

Volevo dire la mia...

Su un DVD originale (anche noleggiato) c'è SEMPRE prima dell'inizio del film o alla fine, il COPYRIGHT, che dice "l'autore concede in licenza il supporto per uso casalingo, è vietata la riproduzione e la diffusione in luoghi pubblici" [...cut...] poi va avanti... con il solito "Copia a scopo di lucro"...

io dico che se tu hai il prodotto, hai diritto di avere una copia... xchè su questi tipi di prodotto, non hai garanzia, e se si rovina sono ca**i tuoi!!!
Avatar utente
Triumph Of Steel
Moderatore
 
Post: 7852
Iscritto il: 22/08/01 01:00

Postdi KoZmiK » 26/07/02 17:37

io dico che se tu hai il prodotto, hai diritto di avere una copia... xchè su questi tipi di prodotto, non hai garanzia, e se si rovina sono ca**i tuoi!!!

Sono d'accordo, è chiaro! Ma, come hai detto anche tu, su dvd, vhs ecc. c'è la dicitura "è vietata la riproduzione o duplicazione anche parziale".
Penso basti questo a rendere una copia illegale.

:-?
KoZmiK
Newbie
 
Post: 7
Iscritto il: 17/07/02 12:48

Postdi basanet » 27/07/02 12:47

Qualche mese fa lessi su PC-World Italia la consueta rubrica di diritto informatico, tenuta con regolarità e professionalità da un avvocato che da tempo collabora con la rivista. In detto articolo si faceva il punto della situazione in materia di duplicazione, indicando inoltre che normative recentissime (per l'epoca dell'articolo, quindi ad oggi normative di qualche mese fa - N.d.R.) indicavano che l'illegalità delle copie "per fini di lucro" andava estesa praticamente a tutte le copie, incluse quelle dalle quali risulti non solo un guadagno ma anche semplicemente un risparmio. Circolari applicative di tale norma hanno indicato che, per estensione, non poteva essere consentita alcuna forma di duplicazione, nemmeno di supporti regolarmente acquistati, se questi sono coperti da copyright.
E' chiaro che la norma è, oltre che ancora da moltissimi misconosciuta, molto discutibile, oltre che (come spesso avviene per questo genere di provvedimanti) di difficile applicazione...
Maggiori delucidazioni e conferme sono state fornite su Punto Informatico...

Una considerazione personale: trovo molto poco probabile che questa norma rimanga operativa ancora a lungo... non è mistero che le case discografiche e le case prodruttrici di masterizzatori da tempo si siano accordate per "spartirsi" il mercato dei supporti digitali (lo sapevate che le principali marche di masterizzatori e CD-R pagano una sorta di "tassa" alle case discografiche per i diritti di copyright che gli utenti dei masterizzatori andranno a ledere nell'impiego della periferica? E che è stato dimostrato che molti dei più recenti Album di diversi autori, tra cui Eminem, devono in larga parte il loro successo alla pubblicità gratuita della pirateria e del file sharing?).
Non resta che stare alla finestra e guardare lo sviluppo delle cose, una mano alla fronte per evitare gli abbagli, l'altra sul fido masterizzatore, chè nessuno provi a "tassarmelo" o, peggio, a sbattermelo in gattabuia!
* basanet *
basanet
Utente Senior
 
Post: 204
Iscritto il: 05/12/01 01:00
Località: Udine

Postdi KoZmiK » 27/07/02 14:19

lo sapevate che le principali marche di masterizzatori e CD-R pagano una sorta di "tassa" alle case discografiche per i diritti di copyright che gli utenti dei masterizzatori andranno a ledere nell'impiego della periferica?

dal siti SIAE:
"Come previsto dalle legislazioni dei Paesi membri dell’Unione Europea – esclusa la Gran Bretagna -, anche in Italia la legge n. 93 del 5/2/1992 riconosce ad autori, produttori ed artisti un compenso per la riproduzione domestica - senza scopo di lucro - delle loro opere sui supporti vergini, audio e video (per esempio, CD, MC, LP, VHS, DVD, CD-R). La legge intende compensare il mancato guadagno causato dalla pratica diffusa di fare le proprie "compilation" a casa propria, che sostituiscono spesso l’acquisto di un CD oppure di una cassetta audio o video.

I compensi di copia privata sono quindi previsti a beneficio di:

autori e produttori di fonogrammi;
produttori originari di opere audiovisive;
produttori di videogrammi;
artisti interpreti o esecutori delle performance riprodotte su fonogrammi, videogrammi ed opere audiovisive.
Sono tenuti al versamento dei compensi i produttori e gli importatori di supporti vergini (audio e video) e di registratori audio.
Misure dei compensi fissate dalla legge:
10% del prezzo di vendita al rivenditore di nastri o supporti analoghi di registrazione audio;
5% del prezzo di vendita al rivenditore di nastri o supporti analoghi di registrazione video;
3% del prezzo di vendita al rivenditore degli apparecchi di registrazione audio."
KoZmiK
Newbie
 
Post: 7
Iscritto il: 17/07/02 12:48

Postdi Triumph Of Steel » 27/07/02 15:34

KoZmiK ha scritto:dal siti SIAE:
"Come previsto dalle legislazioni dei Paesi
[...cut...]


Detto questo.. io mi faccio tutte le mie fottute copie!!
Visto che cmq ci guadagnanolo stesso!!

Bisogna far valere i propri diritti secondo me...
Se compro un DVD, e mi si rovina per esempio entro un anno, allora voglio che mi venga sostituito!!
Questo si chiama "avere garanzia su un prodotto", e se non lo ho.. allora ho il DIRITTO di farmi una copia!!!

altra cosa:
Se io mi compro 10 CD perchè poi voglio farmi la compilation, e la legge non lo permette... allora vaff***, mi scarico le canzoni che mi interessano e mi faccio la compilation!!

Se si continua così, anche il mondo diventa un "Palladium"
Avatar utente
Triumph Of Steel
Moderatore
 
Post: 7852
Iscritto il: 22/08/01 01:00

Postdi basanet » 27/07/02 17:02

I miei complimenti a KoZmiK per la puntuale precisazione. Il succo del discorso è comunque lo stesso: l'acquisto di supporti vergini (così come addirittura del masterizzatore - fonte Punto Informatico) è già di per se tassato... una scorrettezza, a dirla tutta! Perchè se mi faccio le compilation, allora d'accordo; ma se mi faccio i CDrom delle foto dell vacanze, perchè i discografici e gli autori devono avere i diritti anche sulle immagini della mia ragazza in costume da bagno al mare? :eeh: :evil:
Una volta, almeno, c'erano i CD per la registrazione audio e quelli per i dati la cui differenziazione non era solo sul piano tecnico, ma anche fiscale: solo i primi venivano "tassati" mentre gli altri no...
* basanet *
basanet
Utente Senior
 
Post: 204
Iscritto il: 05/12/01 01:00
Località: Udine

Postdi Triumph Of Steel » 27/07/02 17:58

basanet ha scritto:Una volta, almeno, c'erano i CD per la registrazione audio e quelli per i dati la cui differenziazione non era solo sul piano tecnico, ma anche fiscale: solo i primi venivano "tassati" mentre gli altri no...


ci sono ancora.. ma con l'avvento degli MP3 vengono tassati anche quelli DATI!!!
Avatar utente
Triumph Of Steel
Moderatore
 
Post: 7852
Iscritto il: 22/08/01 01:00

Postdi basanet » 27/07/02 18:05

Appunto, è quello che intendevo... solo che mica è detto che tutti i CD di dati vengano impiegati per duplicare CD audio o per storarci sopra degli MP3, no?
* basanet *
basanet
Utente Senior
 
Post: 204
Iscritto il: 05/12/01 01:00
Località: Udine

Postdi dado » 27/07/02 19:52

E poi, come sempre, si ricande in qs discorso: se le 'care' (in tutti i sensi...) case discografiche vendessero il loro prodotto ad un prezzo ragionevole (senza cercare guadagni esorbitanti... un cd a 40000£ mi sembra troppo!) l'utente invece di scaricare da Internet forse sarebbe più propenso a comprarlo in negozio! Basta guardare in altri paesi europei: i cd originali costano decisamente di meno! Ma noi italiani vogliamo sempre far i furbi.... :lol:
E poi, sta cosa di tassare i supporti, mi fa veramente montare l'odio... del tipo che mi viene da scaricare tutto ciò che si trova in Kazaa e simili... Come se non avessero già abbastanza guadagni.... :evil: :P

House: "Vede, tutti pensano che sia un paziente a causa del bastone"
Wilson: "Allora perchè non indossa un camice bianco come tutti noi?"
House: "Perchè altrimenti pensano che sia un medico".
Avatar utente
dado
Utente Senior
 
Post: 16208
Iscritto il: 21/08/01 01:00
Località: La Città dei Sette Assedi

Postdi BrSys » 28/07/02 11:55

>senza cercare guadagni esorbitanti... un cd a 40000£ mi sembra troppo!

Appunto!
Un cd di media contiene dalle 15 alle 20 canzoni. Tramite radio e tv è tanto se riesci a sentirne 4. Supponiamo che quelle 4 mi garbano, che faccio? Compro il cd per poi scoprire magari che le restanti canzoni sono delle chiaviche? :-?

Molto meglio fare come fa gran parte della gente su internet:
scarico il cd, me lo ascolto ben bene... se mi piace lo compro altrimenti lo cestino! :roll:

Se anche fossi un taccagno e decidessi di non comprare comunque il cd, probabilmente, se l'album mi piace, deciderei comunque di andare ad un concerto del cantante, ripagando in parte il suo lavoro. 8)

Secondo me le case discografiche dovrebbero variare le loro offerte:

- 4 euro: Puoi scaricarti gli mp3 a 128 masterizzarteli ed ascoltarli quanto vuoi. ;)

- 8 euro: Puoi acquistare nei negozi di musica la versione "retail" del cd. Bustina di plastica, foglio di carta a contorno con solo il titolo, l'autore ed i titoli dei brani, cd senza grafica particolare. :)

- 15 euro: versione lusso. Copertine colorate, libretto con i testi, inserti speciali e così via (praticamente l'attuale unica versione in vendita). :P

Con una politica del genere potrebbero risolvere tutti i problemi legati alla pirateria: chi mai si sbatterebbe di diffondere in rete mp3 che con pochi euro puoi legalmente acquistare? Chi acquisterebbe più copie pirata per strada quando per poco più è possibile ottenere una copia legale e di qualità garantita?
BrSys
Utente Senior
 
Post: 212
Iscritto il: 16/07/02 11:51

Postdi Mikizo » 28/07/02 16:22

BrSys ha scritto:- 15 euro: versione lusso. Copertine colorate, libretto con i testi, inserti speciali e così via (praticamente l'attuale unica versione in vendita).
Dove li compri i cd nuovi a 15 euro? Se mi dai l'indirizzo... :lol: :lol:
Io sono lo sfortunato possessore di un migliaio circa di cd originali, e sono mooolto sensibile al problema (ne compro un paio a settimana e adotto strategie multiple per pagarli il meno possibile).

A mio modo di vedere i problemi seri sono tre:
- le case discografiche non hanno ancora capito nulla di internet, sugli MP3 fanno una questione che a volte sembra di principio più che d'interesse, si danno la zappa sui piedi di continuo (prezzi alti, sistemi anti-pirateria a prova solo di bambino e forse neppure) a scapito della loro stessa immagine che ormai è un colabrodo, ottenendo solo di invogliare sempre più alla truffa
- non esiste una vera legge sul copyright, le norme vigenti sono incollate tra loro col nastro adesivo in modo superficiale e senza un'ottica comune, NON PUO' essere reato copiare i PROPRI cd, è fuori di ogni logica, ma in Italia può diventarlo se il giudice vuole interpretare così
- il pubblico (soprattutto italiano) compra molto, molto male, acquista quasi solo il nuovo (per carità, parlo della massa), magari alla ricerca del singolo di successo ficcato in un lp (= long playng, si usa anche per il cd, non è necessariamente vinile) dal valore mediocre se non scarso, non incentiva l'usato, non incentiva le promozioni, non segue il mercato in nessun modo, insomma un po' se lo cerca...

Risultato: la somma delle tre componenti ha devastato una situazione che prima del cd era accettabile (qualche vinile si comprava, con qualcuno si faceva la cassetta dall'amico...)

Mi auguro che arrivi qualche sterzata almeno dalle case discografiche, non ho fiducia nel pubblico ne' nel legislatore (dalla costituzione della SIAE, inizio secolo scorso, ad oggi, è solo una sequenza di errori)

Augh, mi sono sfogato, bye
Avatar utente
Mikizo
Download Admin
 
Post: 8517
Iscritto il: 05/01/02 01:00
Località: Outside

Postdi dado » 28/07/02 18:45

Mikizo ha scritto:
BrSys ha scritto:NON PUO' essere reato copiare i PROPRI cd, è fuori di ogni logica, ma in Italia può diventarlo se il giudice vuole interpretare così


C'è qui qcuno che studia legge che vuole diventar giudice e decidere come si deve su qs casi?? :D

House: "Vede, tutti pensano che sia un paziente a causa del bastone"
Wilson: "Allora perchè non indossa un camice bianco come tutti noi?"
House: "Perchè altrimenti pensano che sia un medico".
Avatar utente
dado
Utente Senior
 
Post: 16208
Iscritto il: 21/08/01 01:00
Località: La Città dei Sette Assedi

Postdi BrSys » 28/07/02 19:06

>Dove li compri i cd nuovi a 15 euro? Se mi dai l'indirizzo...

..indicavo appunto 15 euro come "nuovo" prezzo delle versioni simili alle attuali. :)
BrSys
Utente Senior
 
Post: 212
Iscritto il: 16/07/02 11:51

Prossimo

Torna a Discussioni


Topic correlati a "Duplicazione cd e dvd":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti