Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Deframmentazione

Per tutti i tuoi problemi Linux entra qui e risolvili!

Moderatori: gunter, zendune

Deframmentazione

Postdi Luva » 06/03/03 07:53

Come gestisce linux la deframmentazione del disco?
Esiste qualche programma che permette di deframmentare il disco?
Ciao
Grazie
Linux Slackware 10.x - Kernel 2.6.10-gX
- - - [ http://b4yzone.altervista.org ] - - -
Luva
Utente Senior
 
Post: 397
Iscritto il: 15/07/02 19:53
Località: Pavia

Sponsor
 

Postdi rayden » 06/03/03 13:37

azz lo sai che non ho mai deframmentato... non mi è mai neanche venuto in mente... :oops: :roll: dehihi :D
Le uniche limitazioni che abbiamo sono quelle che ci poniamo da soli...
http://www.lightingandservices.com
http://www.lightingandservices.com/phoenix
rayden
Utente Senior
 
Post: 881
Iscritto il: 07/08/01 01:00

Postdi Nicola » 06/03/03 14:06

ho sentito dire che gli *nix deframmentano il disco fisso quando la CPU ha poco lavoro in corso... è vero?
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi Nemok » 07/03/03 21:18

Allora semplicemente con linux non si deframmenta... :D
Linux ha una gestione del file system e quindi della scrittura dati tale che la frammentazione non supera mai il 5% circa.
Giusto per dare un'idea del funzionamento Windows quando deve scrivere un file su disco comincia a scriverlo nel primo settore libero che trova.Se tale settore non è sufficentemente grande per il file appena lo spazio è esaurito viene cercato un'altro settore libero e la scrittura ricomincia.Questo finchè non finisce il file.Potete capire che scrivendo e cancellando spesso l'hard disk si ritrova una miriade di piccoli settori vuoti,e quando un file deve essere memorizzato viene "frammentato" in tutti quei buchi liberi.
Il filesystem di Linux invece prevede che un file venga scritto nel primo spazio libero sufficentemente grande a contenerlo (viene dunque cerato un settore adeguato).Solo nel caso che non si trovi esso viene frammetato.
A grandi linee funziona così.
Esistono comunque utility che provvedono alla deframmentazione anche in ambiente Linux,ma non hanno avuto mai grande successo a causa della loro scarsa utilità.....
;)
Nel 1968 la potenza operativa di 2 C-64 hanno portato un razzo sulla luna. Oggi la potenza operativa di un Athlon 4000+ viene usata per far girare Windows XP....Qualcosa deve essere andato storto....
--Powered by Debian Sid/unstable on 2.6.10--
Nemok
Utente Senior
 
Post: 1420
Iscritto il: 04/09/01 01:00
Località: Roma

Postdi rayden » 13/03/03 23:09

di un pò, non è che potresti enunciare i nomi di quei pochi sw che lo fanno? giusto così per tenerli in lista...
Le uniche limitazioni che abbiamo sono quelle che ci poniamo da soli...
http://www.lightingandservices.com
http://www.lightingandservices.com/phoenix
rayden
Utente Senior
 
Post: 881
Iscritto il: 07/08/01 01:00

Postdi Nemok » 14/03/03 15:34

Leggendo al volo su appunti di informatica libera ho trovato che:

Il deframmentatore per Linux esiste ma non usatelo. Se proprio volete, è necessario utilizzare Linux in una modalità particolare per evitare che processi diversi vadano a scrivere sul filesystem mentre lo si deframmenta. Inoltre c'è lo svantaggio che non vi offre alcuna garanzia sul suo corretto funzionamento (il numero di versione parla chiaro).
Normalmente la deframmentazione di un filesystem ext2 si stabilizza fra il 4 e 5 per cento, a meno che non ci siano una grande quantità di installazioni.

Per chi non lo sapesse, ext2 è più ottimizzato rispetto alla FAT perché quando si salvano le informazioni, esse si vanno a ricercare zone del disco per spezzare al minimo i file.

Fino ad ora, il solo mezzo che ho usato per deframmentare un disco è:

Creare un nastro di backup, ricreare il file system, ripristinare il nastro.

È un po' macchinoso ma se proprio bisogna deframmentare è il metodo più sicuro.


Contando che con ext3 (io ho messo recentemente questo filesystem) la situazione è ancora migliorata io ci penserei 2 volte prima di provare qualche programmino.....
Comunque non ne conosco,non credo che siano molto diffusi,cerca con google-Linux magari (http://www.google.it/linux)
;)
Nel 1968 la potenza operativa di 2 C-64 hanno portato un razzo sulla luna. Oggi la potenza operativa di un Athlon 4000+ viene usata per far girare Windows XP....Qualcosa deve essere andato storto....
--Powered by Debian Sid/unstable on 2.6.10--
Nemok
Utente Senior
 
Post: 1420
Iscritto il: 04/09/01 01:00
Località: Roma


Torna a Software Linux


Topic correlati a "Deframmentazione":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite