Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Nozioni base di server administrator?

Per tutti i tuoi problemi Linux entra qui e risolvili!

Moderatori: gunter, zendune

Nozioni base di server administrator?

Postdi robywan » 03/03/03 14:37

Ciao a tutti,
sul mio PC ho installato apache per testare in locale i siti che poi metterò online, con qualche inserto in php o server-side include.

La cartella che mi porpone di default per i contenuti è /var/www/html
che ha i privilegi di root.
A questo punto, se voglio gestirmi i miei siti, devo accedere all'interfaccia grafica come root (cosa che peraltro Mandrake mi sconsiglia), oppure rinunciare ai vari Konqueror e Bluefish?

Ho pensato di lasciare i siti entro le cartelle /home/*/public_html dei vari utenti.
A questo punto, però, devo poterle raggiungere, e lo faccio settando degli alias.
I miei siti però fanno riferimento per certe cose ai percorsi assoluti.
Gli alias non mi risolvono la questione.
Ho cercato aiuti per i virtualhost, ma non ho trovato spiegazioni chiare per me...
Codice: Seleziona tutto
NameVirtualHost *

<VirtualHost *>
    ServerAdmin webmaster@dummy-host.example.com
    DocumentRoot /www/docs/dummy-host.example.com
    ServerName dummy-host.example.com
    ErrorLog logs/dummy-host.example.com-error_log
    CustomLog logs/dummy-host.example.com-access_log common
</VirtualHost>


Ad esempio, cosa posso sostituire all'*? (uso apache in locale e normalmente richiamo la home con localhost)
Da cosa si differenziano i vari <VirtualHost>? Dalla DocumentRoot.
A cosa corrisponde ServerName nel mio caso?

Dove posso trovare qualche risorsa che parta proprio dalla base? Il manuale di Apache mi è sembrato già un tantino avanti...
Grazie,
Rw
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
SOS signore, se l'ex VP ha un tale DNA, non dovremmo tenere l'ACS fuori TV,
xchè senza questo ABC avremmo alla gola l'H2O, o peggio il DDT del KGB...
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
robywan
Utente Junior
 
Post: 68
Iscritto il: 28/08/01 01:00
Località: Cuneo

Sponsor
 

Postdi Nicola » 03/03/03 15:05

Guarda non sono un espertone di Linux ma sarebbe forse meglio lasciarli lì almeno se non si sa la password non si modifica..

Poi per copiare i files o cancellarli non c'è bisogno di andare in modalità grafica, in una shell digita su e la password e te li copi da una cartella senza protezioni verso /var/www/html.

Sennò puoi levare le protezioni alla cartella con chmod 777 mi pare..


Poi per visualizzare il sito digiti http://127.0.0.1 e non avrai bisogno di nessun permesso. ;)


Ciao
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi sterlino » 04/03/03 08:40

dunque, se configuri più virtual host, puoi alla stessa macchina e allo stesso server apache che ci gira sopra assegnare più siti
tu definisci il tag <virtualhost x> e dal browser scrivi http://x
per ogni sito che fai crei un virtualhost
è chiaro? l'uso intendo... veniamo ora ai criteri di distinzione:
puoi distinguere i vari siti virtuali con ip, nomi o porte

ip:
ammesso che tu abbia più ip assegnati alla scheda e ammesso che, se offri il servizio su interwcnet, il tuo provider ti dia più ip, scrivi:

<virtualhost indirizzoip>
servername http://www.pinocchio.it
documentroot path personalizzato
...
</virtualhost>

name-based:
è simile al discorso ip (ip e nome vanno a braccetto, no?), personalmente mi pare più agevole il primo metodo, comunque:

namevirtualhost indirizzoip
<virtualhost http://www.ciccione.it>
servername http://www.ciccione.it
documentroot path differente
...
</virtualhost>

in ogni caso ci va un metodo di risoluzione del nome del sito fatto dal dns, se hai un servizio pubblico, e quindi devi avere più nomi sul tuo dns se ritieni il caso

porta:
mi pare la soluzione più semplice in quanto lo sfigatello che si collega scrive su browser
http://ip_o_nomesito:porta
il vantaggio è che non dipendi dall'avere più ip o più record registrati sul dns, ma metti più righe listen per le porte che vuoi utilizzabili

scrivi:

listen porta
<virtualhost http://www.gallonazzo.it:porta>
servername http://www.gallonazzo.it
documentroot path
directoryindex filename e altre direttive opzionali varie
</virtualhost>


notare:
se usi più virtualhost, crea tanti gruppi di virtual host e non scrivere una configurazione di base nella sezione main, perchè i virtualhost la sovrascrivono
quindi se hai un default, fanne ugualmente un virtualhost in più...
il servername è il nome che vuoi che apache mostri in giro, non è legato allo stato della tua macchina...
se trovo documenti su apache on line te li segnalo, per ora sto usando il manualetto che mi hanno dato alla oracle

ave
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti

mumble...

Postdi robywan » 04/03/03 10:19

Grazie Sterlino,
i primi due esempi, che poi sono quelli che trovo sul manuale di apache, non mi funzionano.
Ribadisco che io sto solo testando dei siti in laocale. Non ho indirizzi IP e non ho un DNS sulla mia macchina. Faccio un normale ftp su Aruba quando devo aggiornare delle cose.

> tu definisci il tag <virtualhost x> e dal browser scrivi http://x per ogni sito che fai crei un virtualhost
Ho provato con server named e ip based...
Poi apro il mio Mozilla, digito http://x e mi dice
"Host http://www.x.com non trovato". Evabbè.

>ammesso che tu abbia più ip assegnati alla scheda
Nel mio caso non ne ho e comunque cambia qualcosa se mi configuro il mio apache con quell'IP. Di solito lancerò il mio apache quando sono sconnesso.
<virtualhost indirizzoip>
ServerName http://www.pinocchio.it
DocumentRoot /var/www/html/pinocchio
...
</virtualhost>

A proposito, a volte in queste configurazioni trovo ServerPath... che in un caso come questo sopra riportano come /pinocchio
A che cartella si riferisce e a partire da dove?

namevirtualhost indirizzoip
<virtualhost http://www.ciccione.it>
servername http://www.ciccione.it
documentroot path differente
...
</virtualhost>


Questo l'ho provato mettendo 127.0.0.1 come ip, ma mi carica la pagina se lancio http://127.0.0.1. Invece http://www.ciccione.it non va...

Ho provato a fare come mi hai detto con le porte
listen 90
<virtualhost http://www.gallonazzo.it:90>
servername http://www.gallonazzo.it
documentroot /home/ciccio/public_html
directoryindex index.html
</virtualhost>


ma Apache non parte...
neanche se decommento
BindAddress *

Sono bloccato...
Rw
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
SOS signore, se l'ex VP ha un tale DNA, non dovremmo tenere l'ACS fuori TV,
xchè senza questo ABC avremmo alla gola l'H2O, o peggio il DDT del KGB...
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
robywan
Utente Junior
 
Post: 68
Iscritto il: 28/08/01 01:00
Località: Cuneo

Postdi sterlino » 04/03/03 10:19

nel virtualhost puoi inserire una documentroot personale
che comunque a me risulta che debba essere il percorso di una directory locale, quella dove hai i file che vuoi rendere pubblici, nel tuo esempio invece c'è un percorso pubblico...

puoi inoltre metterci dentro anche degli alias

Alias / "percorso dei tuoi file locali"
<Directory "percorso dei tuoi file locali">
Options Indexes MultiViews
DirectoryIndex home.html
Order allow,deny
Allow from all
Deny from none
</Directory>

ave di nuovo
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti

Postdi sterlino » 04/03/03 10:49

allora
premesso che temo tu debba per forza lavorare con il protocollo tcp (apache fa connessioni tcp) di conseguenza, anche se fai i test in locale devi almeno avere tutti i pacchetti per usare la rete anche se non hai la scheda
presumendo che li abbia, devi lavorare con 127.0.0.1, che è, diciamo l'indirizzo locale del niente! è l'ip locale a cui risponde il protocollo solo per i test su se stesso... (più o meno, mi sono espresso abbastanza male)
se su terminale scrivo

ifconfig -a
ottengo

eth0 ip ... scheda di rete
ppp0 ip ... modem quando accesso e connesso
lo ip ... che è il 127.0.0.1 e dovrebbe esserci sempre

devi quindi provare a fare test con questo ip, configurare apache con 127.0.0.1 dove devi scrivere gli ip
(sia caso 1 che caso 2)
in entrambi i casi (anzi, in tutti e 3) prova a collegarti usando http://127.0.0.1
se usi http://www.birraesalsicce.pino hai sempre bisogno di un server dns che te lo traduca (dovresti installartelo in locale e autoservirti come dns, ma direi di sorvolare, non so se puoi senza scheda di rete)
al massimo prova ad aggiungere dentro /etc/hosts

127.0.0.1 http://www.prova.casamia

se fai ping http://www.prova.casamia dovrebbe rispondere
(cmq io testerei usando ovunque l'ip, così salti il passaggio in più della traduzione, poi, una volta che vedo tutto a posto aggiungo il nuovo elemento)
serverpath non lo conosco, non l'ho mai usato, guardo un po' meglio sul manuale...
sono invece molto importanti le corrette autorizzazioni in lettura dei file che vuoi pubblicare...
bindaddress server a dire quale interfaccia usare se ne hai più d'una, il default è usale tutte...
http://x è un esempio mal redatto da parte mia nel discorso con la sintassi abbreviata per pigrizia, l'esempio giusto è http://www.ciccione.it!
;-)

ps: forse ho creato un mare di confusione, ma dovunque c'è un nome logico che inizia con www devi avere uno strumento di traduzione (proveresti quindi http://www.prova.casamia, oppure scrivi http://www.ciccione.it nel file hosts)...
usa la forza! ;-D
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti

mezza quadra

Postdi robywan » 04/03/03 18:30

Forse ho trovato una mezza quadra...

Codice: Seleziona tutto
listen 80
<VirtualHost 127.0.0.1:80>
    DocumentRoot E:/pippo/
</VirtualHost>

listen 90
<VirtualHost 127.0.0.1:90>
    DocumentRoot E:/pluto/
</VirtualHost>


Mi permette di accedere alle due cartelle con
http://127.0.0.1:80
http://127.0.0.1:90
!!
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
SOS signore, se l'ex VP ha un tale DNA, non dovremmo tenere l'ACS fuori TV,
xchè senza questo ABC avremmo alla gola l'H2O, o peggio il DDT del KGB...
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
robywan
Utente Junior
 
Post: 68
Iscritto il: 28/08/01 01:00
Località: Cuneo

Postdi sterlino » 04/03/03 21:56

esatto! è proprio quello che mi aspettavo!
e come vedi, funzia!
l'unica cosa che mi lascia barzotto è che hai scritto e:\ ...
e:\??? ... ma questo è winzo!!!! aaaagh!!!!
;-DD
scherz... mi sembra che orami sei ben avviato e indipendente, yes?

devi fidarti della forza...
sempre a disposizione
qui gon jinn
(non ricordo più se l'ho scritto giusto! aaah! che pirla!!!)
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti

explanation

Postdi robywan » 05/03/03 09:12

Sì, è winzo, perchè i miei tentativi li ho fatti a casa (con Mandrake 9.0), ma anche in ufficio (su WinME)...

Perciò leggi:
E:/pippo/
/home/ciccio/public_html/pippo/

Peccato solo per i nomi che non vanno proprio.
Per ora mi accontento di mettere sui Preferiti una serie di link alle varie porte 127.0.0.1:81; 127.0.0.1:82 ecc.

qui gon jinn

Vabbè maestro l'età, però non ricordarti neanche il tuo nome... :lol:
Mi fido della Forza, soltanto che a volte ho dei cali... un po' come gli zuccheri!
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
SOS signore, se l'ex VP ha un tale DNA, non dovremmo tenere l'ACS fuori TV,
xchè senza questo ABC avremmo alla gola l'H2O, o peggio il DDT del KGB...
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
robywan
Utente Junior
 
Post: 68
Iscritto il: 28/08/01 01:00
Località: Cuneo

Postdi sterlino » 14/04/03 09:41

roby wan, ti serve ancora un manuale apache?
se sì, ne ho trovato uno qua...

http://freephp.html.it/guide/lezioni.asp?idguida=6
ciaolà...
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti

thanx

Postdi robywan » 14/04/03 10:20

Grazie Sterlino,
conoscevo il sito e ogni tanto vado a visitarlo.
Quello di cui mi piacerebbe sapere, a parte le informazioni tecniche, sono i cosiddetti trucchi del mestiere, ossia quei modi di fare e di organizzarsi che magari uno ha sperimentato sulla propria pelle e pochi scrivono, anche perchè magari sono cose personali.

Faccio un esempio banale: io metto i file di sviluppo di un sito in una cartella, la versione di prova in un'altra e il sito pronto per l'ftp in una terza. Solo la seconda è visibile dal mio server locale.

Ci saranno altri modi di organizzare la cosa e mi piacerebbe sentire altri pareri.

Buona giornata,
Rw
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
SOS signore, se l'ex VP ha un tale DNA, non dovremmo tenere l'ACS fuori TV,
xchè senza questo ABC avremmo alla gola l'H2O, o peggio il DDT del KGB...
- | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | - | -
robywan
Utente Junior
 
Post: 68
Iscritto il: 28/08/01 01:00
Località: Cuneo

Postdi sterlino » 14/04/03 10:36

ah, ho capito...
è molto logico quello che hai detto...
temo che queste cose non si trovino nei manuali, ma nelle chiacchiere sui forum...
;-)
buona caccia allora
ave
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti


Torna a Software Linux


Topic correlati a "Nozioni base di server administrator?":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti