Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

windows e linux insieme

Per tutti i tuoi problemi Linux entra qui e risolvili!

Moderatori: gunter, zendune

windows e linux insieme

Postdi mexmex » 19/02/03 14:46

volevo sapere se era possibile installare su un disco linux e su un altro windows...mi ritrovo due harddisk e volevo provare ad usare linux....
e poi un'altra domandina...il secondo hd è di quelli vecchi..montandolo ho una grossa perdita di prestazioni generali?..grazie in anticipo..mex
mexmex
Utente Junior
 
Post: 20
Iscritto il: 19/02/03 14:40

Sponsor
 

Postdi Nicola » 19/02/03 15:23

Possibilissimo: installi Linux nel secondo che ti installerò un bootmanager, di solito LILO che all'avvio ti permetterà di scegliere il SO con cui partire!

Circa l'HD vecchio certo non andrà veloce come l'altro.. ma non credo che la differenza sia moltissima.

Ciao
Nicola
Nicola
Utente Senior
 
Post: 7381
Iscritto il: 08/02/02 01:00

Postdi tba.free » 19/02/03 15:38

Nel caso di 2 dischi a differenza di rpm il trasferimento dei dati potrebbe causare qualche problemino soprattutto per files audio e solo dalla parte del disco più veloce verso quello più lento. Questo perchè il disco con maggiori rpm spinge più bit di quanto invece ne riesce a
ricevere l'altro prima che completi la scrittura. Assicurati almeno di averli su canali IDE differenti.
Per risolvere il problema di installazione dovresti in realtà creare una piccola partizione linux sul primo disco di circa 30MB (senza editarla per il momento, o lasciarla semplicemente non partizionata). Dopodichè installa Windows.
Successivamente installa Linux sul secondo disco (IDE differente) ricordandoti però del pezzo del primo disco non partizionato.
Quando installi Linux devi far andare su quella partizione la /boot
Tutto il resto lo puoi installare dove ti pare sul secondo disco. L' MBR (Master Boot Record) di linux va installato la ed è quello che ti permetterà di fare il Dual Boot dei Sistemi operativi perchè c'è sia l'immagine di avvio di Linux che di Vindows. E' più facile a fare che a dire.
tba.free
Utente Junior
 
Post: 61
Iscritto il: 16/07/02 08:18
Località: Roma

Postdi sterlino » 20/02/03 08:44

i dischi a diversa velocità, o più precisamente, quelli di diversa generazione, che hanno un pio differente, mi hanno detto di metterli su ide diversi altrimenti l'intero canale ide prende la velocità del più lento...
è corretto?
cmq è anche intuibile pensando a una distribuzione di carico, no?

al di là di questo, ditemi una cosa:
una volta si parlava di fare attenzione che la radice del file system di linux si trovasse al di sotto del cilindro del disco 1024...
vi risulta? se è vero è ancora valido? altrimenti, diventa ragionevolmente difficile installare linux su un disco per esempio da 60 giga sulla 5^ partizione (ipotizzando altri 4 os sulle altre partizioni)...

grazie, ciao là
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti

Postdi tba.free » 20/02/03 10:45

Il canale IDE ha la proprietà di poter effettuare solo un'operazione per volta, quindi o legge o scrive. I motivi che ti obbligano a mettere i dischi su IDE differenti sono molteplici, primo fra tutti le operazioni di I/O e quindi conflitti e prestazioni. Il masterizzatore infatti deve stare sull'IDE opposto al disco Primary Master (IDE0) e si dovrebbe sempre fare in modo di masterizzare i dati da questo disco. Qualsiasi operazione di trasferimento dati dovrebbero sempre avvenire tra device posizionati su IDE differenti, qualsiasi sia la loro natura.
Per quanto riguarda il 1024 cilindro, il problema non era dovuto tanto dal S.O quanto dall'architettura della piattaforma. I primi 512 byte (l'MBR)del disco come sappiamo, sono destinati a contenere il boot loader del sistema operativo (qualsiasi). In pratica un programmino che sa esattamente come è partizionato il disco, quanto è grande, e dove andare a leggere il codice per lanciare il sistema operativo.
Ogni sistema operativo installava il suo loader nei primi 128 byte, il che permetteva di avere un massimo di 4 partizioni primarie per 4 tipi di SO differenti (E qua se ci pensi viene fuori il lato oscuro di Winzoze, perchè pretende la priorità assoluta e non convive con un altro S.O.).
Ogni O.S. installato sul computer occupava in ordine sequenziale le celle da 128 byte. In ogni cella vengono inserite righe in formato esadecimale (definite in fase di partizionamento) che descrivono la geometria del disco, quindi head, cilindri e testine, Il cilindro di partenza e quello di destinazione di ogni singola partizione presente sul disco e stabilita al momento del partizionamento del disco, grazie al BIOS che gli fornisce queste informazioni. (E' la che viene inserita la geometria del disco)
Il flag esadecimale che si occupava di far capire al Loader quanto fosse grande il disco di cui si disponeva, permetteva una combinazione massima
che andava da 0 a 1023 perchè permetteva di far entrare sono 4 byte, ecco perché il famoso limite è impostato a 1024 cilindri. 1024 cilindri sono esattamente 8192 Mb (8 Gb). La dimensione del disco viene restituita dalla moltiplicazione dei cylinders x le heads del disco per i sectors del disco. (Su Linux fdisk -l per avere queste informazioni)
Era tanto se si pensa che 10 anni fa il computer più potente aveva un disco rigido di qualche Mb. Quando i Mb sono stati rimpiazzati dai Gb per superare il limite degli 8 Gb sono state create le partizioni secondarie o estese che non avevano limiti perchè dal loader si saltava ad un'altra parte del disco dove era possibile registrare una stringa esadecimale molto più grande di 4 byte. Oggi le nuove architetture dovrebbero superare tranquillamente il limite del 1024 cilindro (Forse utilizzando lo stesso stratagemma), ma nel caso di più sistemi operativi il metodo per non andare incontro a brutte sorprese dovrebbe essere quello vecchio. Soprattutto se si installa una Linux box e un Winzoz.
Il problema risiede solo dalla parte Micro$oft perchè ricopre il loader quindi sovrascrivendo L'MBR ( i primi 512 byte) e facendo perdere i puntamenti al resto del disco, ma nel caso di Loader manipolabili, come Lilo, Grub, OS/2 e altri davvero non ci sono limiti perchè il loader può essere installato in qualsiasi punto del disco mentre nell'MBR va inserito il solo puntamento a al codice che poi provvederà a far partire il sistema operativo.
tba.free
Utente Junior
 
Post: 61
Iscritto il: 16/07/02 08:18
Località: Roma

Postdi sterlino » 20/02/03 13:56

ahaa...
molto chiaro (complimenti per la consueta esaustività)
sapevo la storia di mbr e soprattutto di winzio che lo copre bruciando lilo, ma non sapevo la faccenda del flag esadecimale che indica la dimensione della partizione...

grazie e ave
hail to errol flynn!
let no man make law for me!
sterlino
Utente Junior
 
Post: 73
Iscritto il: 24/01/03 09:47
Località: asti


Torna a Software Linux


Topic correlati a "windows e linux insieme":

Problema Windows 10
Autore: asso1998
Forum: Software Windows
Risposte: 1

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti