Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

alimentatori che si bruciano...

Se il modem non funziona, hai problemi con la scheda video o non sai che processore scegliere entra qui!!

Moderatore: Caffey

alimentatori che si bruciano...

Postdi Dylan666 » 25/11/06 04:16

non so se farò in tempo a applicare i vostri suggerimenti, ma gradirei lo stesso un parere.

Scanario: compro e assemblo i pezzi per un nuovo PC. Tutto ok, funziona.
Dopo una settimana mi dicono che non si accende più. Vado a vedere e effittivamente l'alimentatore o morto, è saltato il fusibile di sicurezza. La possibile causa è un blackout che ha colpito il quartiere. Non mi stupisco quindi più di tanto e mi faccio sostituire il fusibile da un amico esperto di elettronica.
Attacco l'alimentatore a casa mia e sul mio PC ma il fusibile ri-esplode. Poco male, o è difettoso il pezzo o il guasto è più esteso comunque ricompro tutto l'alimentatore.

Non lo provo a casa ma lo monto direttamente sul PC che avevo assemblato. Esso prende vita, arriva allaschermata di XP ma devo spegnere tutto per la puzza e il fumo che escono dal case.
Vado a vedere e questa volta non è saltato il fusibile ma si sono letteralmente squagliati i fili di alimentazione del lettore floppy.

Ormai il danno è esteso, la puzza pure, quindi accendendo l'alimentatore SENZA collegarlo al case non capisco se la situazione peggiora o no.


DOMANDA: che cosa è stato?

  1. Due coincidenza sfortunate e indipendenti, tipo sbalzo di corrente per il primo alimnetatore e difetto di fabbricazione nel secondo
  2. La presa dove è attaccato il PC assemblato fa brutti scherzi: che il fusibile sostituito sia saltato a casa mi non conta, magari era stato saldato male, ma è colpa della presa elettrica se ha fuso i pezzi.
    NB: tutti gli altri apprecchi collegati alla stessa spina su presa multipla (modem, monitor, stampante ecc.) non hanno subito malfunzionamenti ne mostrano anomalie
  3. È colpa della scheda madre. Difetto di fabbricazione o contatto tra i fili del led verde frontale di alimentazione (lo so che è ridicolo ma non ce ne sono altri che possano anche minimamente toccarsi) il guasto è lì
    NB: allora non mi spiego come mai ha preso fuoco il cavo del floppy che per la scheda madre non passa...
  4. È colpa del lettore floppy o anche dell'altra periferica collegato allo stesso gruppo di fili (forse c'era il lettore DVD ma non sono sicuro, poteva anche non esserci nulla)
  5. Altre proposte


Entro martedì dovrei risolvere la questione... quale delle opzioni sopra è quella giusta? E quindi come risolvo?

PS: entrambi gli alimentatori sono stati fatti unicamente per i 230V, non ci sono possibili interruttorini messi male per voltaggi tipo 115V, 120v ecc.
Ultima modifica di Dylan666 su 27/11/06 03:11, modificato 1 volte in totale.
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Sponsor
 

Postdi scacco al re » 25/11/06 11:48

Armati di tester e verifica se dalla presa a muro hai il giusto voltaggio e la giusta tensione, verificato questo passa all'alimentatore e verifica sempre col tester se tuttle uscite sono nei parametri per accettare le periferiche senza sovracarichi.
Verifica le ventole di raffreddamento dell'alimentatore girino senza impedimenti e quando assembli il tutto fai una distribuzione equilibrata dei carichi.
Accendi il tutto a case aperto e guarada se c'è fumo o odori strani lancia un programma (ad esempio le m.b. asus hanno asus probe) che monitorizza il tutto il sistema, lascialo acceso per un po' e vedi se ci sono scostamenti dei valori di tensione e voltaggio e temperature.
Se hai ancora problemi armati di santa pazienza e prova i componeti ad uno ad uno su sistema stabile (in un pc che non ha problemi) e/o monta un alimentatore affidabile (quello de tuo pc ad esempio) sul pc incriminato.
così facendo riesci ad isolare il problema e agire di conseguenza.
scacco al re
scacco al re
Utente Senior
 
Post: 498
Iscritto il: 10/05/02 19:18
Località: Sestri Levante

Postdi Dylan666 » 25/11/06 12:09

Problemi alla messa in partica di tale soluzione:

verifica se dalla presa a muro hai il giusto voltaggio e la giusta tensione


La presa sospetta non è casa mia e non avrò accesso a quella abitazione fino al momento della riconsegna del pc, che dovrà essere funzionante...

e verifica sempre col tester se tuttle uscite sono nei parametri per accettare le periferiche senza sovracarichi.
Accendi il tutto a case aperto e guarada se c'è fumo o odori strani lancia un programma (ad esempio le m.b. asus hanno asus probe) che monitorizza il tutto il sistema, lascialo acceso per un po' e vedi se ci sono scostamenti dei valori di tensione e voltaggio e temperature.


Tutte cose che dovrò fare con un alimentatore nuovo... il terzo! Chi me lo assicura che non butto altri 25 Euro? :(

Se hai ancora problemi armati di santa pazienza e prova i componeti ad uno ad uno su sistema stabile (in un pc che non ha problemi) e/o monta un alimentatore affidabile (quello de tuo pc ad esempio) sul pc incriminato.


E se poi si danneggia il mio di PC o alimentatore con che lavoro? :cry:

Gentilissimo scacco al re hai ragione, la maniera correttamente analitica di analizzare il problema sarebbe la tua ma richiede risorse (alimentatori di prova e pc di appoggio) che non ho.
Vorrei ricomprare l'alimentatore con un certo margine di certezza nel sapere cosa è andato storto le altre due volte, anche se so che la prova "pezzo pezzo" sarebbe la milgiore in assoluto.

Ma sapete i clienti come sono... impazienti e poco disposti a esperimenti :P
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi Dylan666 » 25/11/06 12:44

Sono di ritorno dopo aver chiesto consulto a due negozi di informatica vicino a casa:

Negozio 1:
Secondo loro è la scheda madre, magari si è danneggiata dopo lo sbalzo di corrente che ha fatto saltare il fusibile. Oppure può essere uno dei lettori che era attaccato ai fili che si sono briciati. Il consiglio è di usare un alimentatore vecchio e fare le prove "pezzo pezzo" proprio come diceva scacco al re. Quindi provare a collegare i lettori accendendo l'alimentatore senza attaccarlo alla scheda madre (basta unire un un filo metallico il filo verde e uno nero). Se sono ok, provare la scheda da sola, poi con il processore, poi con la ram e via via con le varie periferiche

Negozio 2:
Secondo loro la scheda madre non c'entra. Può essere che la scaricha che daneggiò il primo alimentatore sia rimasta nella ciabatta a cui erano collegate la varie spine anche se dopo era stata spenta. Quando l'ho riaccesa la scarica è andata sul pc e ha fuso i fili.
Pare che a un amico del commesso sia capitato, sempre con una ciabatta spenta e poi riaccesa, e sempre briciando solo alcuni degli apparecchi ad essa collegata.

Quale scenario vi sembra più verosimile?
Io intanto mi sono ricordato che avevo prestato un vecchio alimentatore a un amico. Gliel'ho richiesto, così posso fare le famose prove ;)
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi scacco al re » 25/11/06 13:48

tutto può essere ma non credo che la ciabatta possa accumulare la scarica e poi "restituirla" quando la vai ad riaccendere.
è una semplice ciabatta con interruttore che si illumina quando è accesa o è una di quelle con fusibile e protezione "antifulmine"?
cmq verifica la presa a muro dell'utente e la ciabatta incriminata e portati una tua ciabatta.
a provocare il danno è stato un temporale oppure un semplice sbalzo di tensione?, se la zona dove abita il cliente è soggetta a sbalzi di tensione frequanti si necessita l'uso di un piccolo UPS o di un semplice stabilizzatore di tensione.
Altro piccolo accorgimento è di non attaccare tutto su una unica presa con ciabatta, può essere che i cavi che arrivano alla presa siano di sezione troppo piccola (ma qua entriamo in un altro campo)
I due alimentatori che hai "bruciato" da quanto erano? ed erano della stessa marca?
scacco al re
scacco al re
Utente Senior
 
Post: 498
Iscritto il: 10/05/02 19:18
Località: Sestri Levante

Postdi Dylan666 » 25/11/06 13:59

scacco al re ha scritto:è una semplice ciabatta con interruttore che si illumina quando è accesa o è una di quelle con fusibile e protezione "antifulmine"?

Con interruttore che si illumina

cmq verifica la presa a muro dell'utente e la ciabatta incriminata e portati una tua ciabatta.

Ripeto, la verifica della presa al muro non la posso materialmente fare, ne sarei effettivamente così preparato in materia per poterlo fare bene ;)

a provocare il danno è stato un temporale oppure un semplice sbalzo di tensione?

Mi pare fosse un semplice blakout anche se su larga scala

, se la zona dove abita il cliente è soggetta a sbalzi di tensione frequanti si necessita l'uso di un piccolo UPS o di un semplice stabilizzatore di tensione.

La zona non è propriamente soggetta. Sul mio PC comunque dispositivi del genere già ci sono. Su quelli del cliente li monterei solo se fossi sicuro che il danno viene da lì, e che ha una incidenza statistica tale da giustificare l'acquisto.

I due alimentatori che hai "bruciato" da quanto erano? ed erano della stessa marca?

Entrambi da 450 watt. Sono due modelli diversi ma della stessa marca, colors.it. Uno era già presente nel case quano l'ho comprato, l'altro è stato preso in un altro negozio (non ho preferenze nella marca, è una coincidenza che mi sia capitata sempre questa).
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi scacco al re » 25/11/06 19:18

scarterei l'accumulo di tensione nella ciabatta per il fatto che avendo la lampadina di accensione la stessa al momento dello spegnimento "consumerebbe" l'eventuale accumulo.
a priori è difficile trovare una soluzione, potrebbe essere qualunque componente i più probabili sono alimentatore (ma lo hai già cambiato) e la scheda madre.
Fai come ha detto il 1° negoziante. è una soluzione lunga ma alla fine ne vieni a capo.
Altra piccola domanda sai se il tuo cliente ha avuto in quel luogo altri computer e se si collegati a quella presa a muro?
ti dico questo perchè a me è successo di avere un pc che a casa mia funzionava regolarmente ma portato in una vecchia casa di campagna non funzionava. dopo un po' di ricerche elettriche nella casa di campagna mancava la terra.
scacco al re
scacco al re
Utente Senior
 
Post: 498
Iscritto il: 10/05/02 19:18
Località: Sestri Levante

Postdi Dylan666 » 26/11/06 15:12

Dunque, si è avanzata un'altra ipotesi: una delle periferiche attaccate al filo che si è bruciato (il flpoppy e il CD rom) potrebbe essere andata in corto.
Fra poche ore facendomi auitare si verificherà con l'aiuto di un tester e di un alimentatore vecchio e funzionante cosa non va.

Intanto rispondo che sulla stessa presa era peresente un vecchio pc (funzionante ma con hardware ormai obsoleto), che è stato tolto non appena ho finito di assemblare il nuovo.

L'abitazione della persona è in una grande metropoli, quindi a meno che l'impianto non sia stato fatto veramente male la presa a terra ci dovrebbe essere.
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi Dylan666 » 27/11/06 03:11

Ok, mistero svelato grazie al padre della mia ragazza (che mi aveva cambiato anche il fusibile) che è un tecnico che di elettricità ci capisce veramente, non come i due commessi dei negozi...
Andiamo per gradi:

  1. Il il fusibile del primo alimentatore è saltato a causa dello sbalzo di corrente e su questo non ci piove
  2. cambiato il fusibile e riprovando a casa mia è saltato di nuovo perché si erano danneggiati anche dei diodi, che comunque si possono sostituire
  3. la scarica ha fatto anche saltare una pista del circuito stampato del lettore floppy. La sorte ha voluto che tale pista fosse il positivo dei 5V e che dopo la rottura andasse a toccare l'involucro metallico del lettore, andando così a creare massa. Ecco perché una volta attaccato l'alimentatore nuovo è andato in corto e ha bruciato i fili


Fortunatamente sostituendo i fili (presi dall'alimentatore a cui erano saltati il fusibile e i diodi) il componente ha ripreso a funzionare mostrando di non aver subito altri danneggiamenti. La pista è stata aggiustata e anche il floppy va una favola.

Tutto è finito per il meglio per foruna e io ho capito che devo studiarmi un po' di elettronica :D
Un bel po' veramente, dato che parto da zero :D
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46

Postdi scacco al re » 27/11/06 20:30

sono contento che hai risolto il problema.
gli sbalzi di tensione sono la causa principale dei guasti del pc, lo erano 10 anni fa e lo sono ancora adesso.
scacco al re
scacco al re
Utente Senior
 
Post: 498
Iscritto il: 10/05/02 19:18
Località: Sestri Levante

Postdi maxmula » 27/11/06 22:10

Forse in questi casi potrebbe essere utile mettere tutto il sistema sotto UPS?
Se non altro la corrente di alimentazione dovrebbe essere stabilizzata...

Ciao,
MAx
Avatar utente
maxmula
Utente Senior
 
Post: 965
Iscritto il: 18/08/04 18:28
Località: N44°59'45 E09°00'34

Postdi Dylan666 » 28/11/06 12:56

Dipende molto dalla scarica quanto è stata forte, credo.
Comunque ieri l'abitazione ha avuto un nuovo balckout, quindi faranno proprio rivedere l'impianto :D
Avatar utente
Dylan666
Moderatore
 
Post: 38040
Iscritto il: 18/11/03 16:46


Torna a Assistenza Hardware


Topic correlati a "alimentatori che si bruciano...":

pc mangia alimentatori
Autore: elma
Forum: Assistenza Hardware
Risposte: 6
Alimentatori
Autore: Gio II
Forum: Assistenza Hardware
Risposte: 3

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti