Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti

Condividi:        

Norton Ghost e suoi switches

Hai problemi con i file Zip, vuoi formattare l'HD, non sai come funziona FireFox? O magari ti serve proprio quel programmino di cui non ricordi il nome! Ecco il forum dove poter risolvere i tuoi problemi.

Moderatori: Dylan666, hydra, gahan

Norton Ghost e suoi switches

Postdi RunDLL » 22/06/04 17:11

Ciao a tutti e grazie per leggere il mio problema: mi servirebbe un conoscitore profondo di Ghost che mi possa dire quali switches usare per ripristinare un'immagine fatto con Ghost in modo che non si debba operare in nessun modo per ripristinare se non semplicemente lanciare il comando da DOS, Ghost +switches. Mi spiego meglio vorrei lanciare semplicemente il programma Ghost da DOS aggiungendo i gusti switches e senza dover far altro il programma mi ripristini l'immagine precedentemente creata nella partizione desiderata e infine uscire dal programma tutto in modo automatico, senza che chieda "Dove si trova l'immagine", "Come si chiama l'immagine", "Quale è la partizione di destinazione", "Sei sicuro di voler procedere" ecc. ecc. Sempre chiaramente che sia possibile. Sono disponibile anche ad usare altri programmi per immagini di dischi fissi che facciano quanto richiesto se Ghost non lo può fare, indicatemi quali eventualmente, Ghost però sarebbe meglio per me.
Grazie a tutti ed i miei migliori saluti.
Avatar utente
RunDLL
Utente Senior
 
Post: 350
Iscritto il: 14/01/04 13:25

Sponsor
 

Postdi The_ALL » 24/06/04 11:54

non vedo risposte,quindi giusto perche' non ti senta solo e abbandonato :) ti scrivo.
Utilizzo ghost da parecchio e alla fine ho automatizzato il tutto creando un cd bootable con windows PE(preinstallation edition) e ghost32.
In pratica il procedimento che ho configurato fa
- il riconoscimento della scheda di rete,e presa indirizzo ip dal dhcp
- net use del server o postazione dove si trova l'immagine
- partenza del ghost 32

dato che ho parecchi tipi di postazioni avrei dovuto fare un cd per tipo se avessi automatizzato la procedura,e quindi ho lasciato che partisse ghost 32 e per poi scegliere i parametri e l'immagine da prendere.


la rilevazione automatica l'avevo fatta per una postazione come test,sempre tramite cd dato che il tutto mi occupava circa 4 mb,ma in questo caso era semplicemente il boot da dos,scheda di rete specificata e net use risorsa di rete che crei con norton ghost,+ i parametri per l'automatizzazione,ma lo trovavo scomodo perche' se cambiavo una virgola nella configurazione dovevo ogni volta rifare il cd.

Per automatizzare puoi copiarti i file su c:\ che crea norton ghost dopo che scheduli il ghost locale di una macchina(fai una prova su una macchina e prima che si riavvii usi un dischetto di boot e e trasferisci quelle cartelle temporanee che crea ghost prima che vengano cancellate al riavvio),e cambi i parametri voluti.
Play For Destruction.
Play For Fun.
The_ALL
The_ALL
Utente Senior
 
Post: 103
Iscritto il: 18/07/02 08:30

Postdi RunDLL » 25/06/04 08:22

Ciao e grazie mille per la risposta. Purtroppo sono obbligato a creare questa automazione per un computer di un tipo a cui dovrei spiegare come si usa Ghost che non è difficile ma la difficoltà è soggettiva. Dopo varie ed estenuanti ricerche su Internet e sul manuale del Ghost sono riuscito a ritrovare la linea di comando DOS con i giusti parametri che è la seguente:

Ghost -clone,mode=restore,scr=D:\image.ghost,dst=1:1

Dove "-clone" è lo switch per indicare che deve essere creata un'immagine o ripristinata una già creata;
"Mode" è la funzione da fare, in questo caso "Restore" sta a significare ripristina un'immaigne (nei Ghost prima del 2003 era "Load");
"Scr" serve a indicare dove si trova (sorgente) e il nome dell'immagine da ripristinare;
"Dst" indica dove deve essere ripristinata l'immagine, nel caso disco 1 partizione 1.

Per fare il tutto automatizzato al massimo aggiungere -sure, questo switch evita di chiederti qualunque cosa e alla fine dell'operazione esce da Ghost. praticamente un'installazione silent.
L'unico problema che non sono riuscito in nessun modo a ovviare è stato che nonostante indicassi la partizione di destinazione con dst=1:1 e quindi disco 1 partizione 1 (io avevo 2 partizioni) il ripristino mi ha eliminato le due partizioni ricreandone una sola per tutta la grandezza del disco. Anche se mi da fastdio che non sia riuscito a capire perchè mi lavori così e sicuramente riproverò un giorno o l'altro, alla fine mi è stato bene perchè non mi era fondamentale avere due partizioni mentre invece avevo il tempo limitato per fare la cosa.

Grazie di nuovo e tanti saluti
Avatar utente
RunDLL
Utente Senior
 
Post: 350
Iscritto il: 14/01/04 13:25

Postdi RunDLL » 25/06/04 08:24

Chiedo scusa ma ho scritto il comando in modo errato, no è:

Ghost -clone,mode=restore,scr=D:\image.ghost,dst=1:1

Ma:

Ghost -clone,mode=restore,scr=D:\image.gho,dst=1:1

Dove chiaramente D: cambia in funzione del drive dove risiede l'immagine, nel mio caso era nella secoda partizione del mio disco.
Ciao
Avatar utente
RunDLL
Utente Senior
 
Post: 350
Iscritto il: 14/01/04 13:25


Torna a Software Windows


Topic correlati a "Norton Ghost e suoi switches":


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti