Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
“Se la Germania vi sembra lontana, lontana.” - news originale

“Se la Germania vi sembra lontana, lontana.”

Condividi:         AlexNA 04 Maggio 06 @ 11:00 am

A meno di un mese dall’attesissimo calcio d’inizio dell’evento sportivo più importante dell’anno (oltre alla promozione del Napoli ;-) la EA Sports sforna l’ormai classico “World Cup”.
Arrivata, ovviamente, all’edizione 2006 “Mondiali FIFA 2006” era stato annunciato come un FIFA non rivoluzionario (realisti), ma migliorato sotto ogni aspetto rispetto a FIFA ’06.
Da premettere che, mentre FIFA ’06 l’ho provato quasi su tutte le piattaforme (la migliore versione era per PC), Mondiali FIFA 2006 l’ho provato solo sull’ XBOX 360.
Bene, vi starete chiedendo: “E’ il solito FIFA?”…La risposta questa volta è incerta…
Ebbene sì, questa nuova edizione del titolo sportivo EA Sports è un buon gioco di calcio che, con mia stessa sorpresa, mi ha tenuto incollato alla sedia per quasi una serata intera.

GAMEPLAY.
Iniziamo da quello che da FIFA ’99 in poi è stato il vero punto debole della serie.
Vi dico in anticipo che anche questa volta la controparte, e rivale, di casa Konami, anche se “ancora” a 128 bit, è avanti anni luce sul piano gameplay, quindi per chi è alla ricerca di una rivincita aspetti qualche altra edizione (o speri che i codici di PES/WE vengano rubati da qualche programmatore EA Sports).
Premessa a parte, Mondiali FIFA 2006 è migliore di ogni FIFA mai pubblicato (supera anche l’indimenticabile FIFA ’98) e si lascia giocare sia in singolo che in multiplayer con divertimento e coinvolgimento.
La vera sfida è portare la vostra nazionale preferita prima alle fasi finali del torneo mondiale (inizierete con partite datate 2004!?) poi alla vittoria che vi farà gridare CAMPIONI DEL MONDO! (x 3).
Oltre alla modalità su citata, si aggiungono le solite altre modalità: Amichevole, Allenamento, Online e una sorta di Shop che vi mette a disposizione (previo acquisto) decine di palloni, giocatori classici (anche se manca IL giocatore) , maglie classiche (tra cui quella italiana dell’82 :’( ) e molto altro che rendono il gioco molto longevo dandovi più di un motivo per rigiocarci in singolo.
La partita vera e propria soffre delle solite pecche della serie tra cui spicca la fisica del pallone (ancora troppo “imbarazzante”) e alcune animazioni dei tiri.
Non tutto è da buttare però, come già detto. I portieri sono formidabili (almeno quelli forti nella realtà)e le animazioni, se si fa eccezione per alcune davvero brutte, sono davvero ben fatte e amalgamate fra loro a dovere (differenza di quelle viste nei vecchi titoli della serie che davano l’impressione di essere attaccate fra loro con colla scadente).
Il sistema di controllo ricalca quello visto in questi ultimi anni negli altri giochi della serie, ma, apportando alcune modifiche predefinite, si potrà giocare come se si stesse controllando n giocatore della serie PES/WE.
A parte qualche risposta lenta, il giocatore si lascia controllare bene, ma dimenticatevi la reattività del nemico PES/WE.
Insomma è sì il solito FIFA, ma con più punti di forza che pecche.

GRAFICA E SONORO.
Come premesso prima, ho provato la versione per XBOX 360…e, detto questo, potrei anche finire, ma comunque devo scrivere (e lodare) le meraviglie grafiche che i game designer di casa EA Sports sono riusciti a creare.
Come già accaduto per FIFA ’06, il manto erboso è formato da erbetta rialzata che, vicino al fotorealismo, vi farà gridare al miracolo.
Lo stadio e tutto ciò che è di contorno al terreno di gioco è al limite del maniacale: tifosi interamente poligonali e festanti (a volte anche troppo), steward anch’essi poligonali, allenatori a bordo campo identici ,in tutto e per tutto, alle loro controparti reali, borracce e microfoni.
In campo la storia si ripete: palloni praticamente veri, tangibili; casacche, pantaloncini e calzerotti che sembrano fotografie tanto sono riprodotti bene; scarpini riprodotti in tutte le forme e marche.
Una piccolissima nota dolente sono i volti dei giocatori. Da premettere che il viso, capelli e tutto il resto sono perfetti (nei e altre imperfezioni varie sono resi in maniera incredibile), ma non tutti i giocatori sono identici e alcuni, vedi Gilardino e Cannavaro, sono del tutto diversi dalle loro controparti reali Ma su questo si può chiudere un occhio.
Il sonoro è anch’esso curato benissimo. La colonna sonora vanta artisti di ogni paese (come era già accaduto in FIFA ’06) e spiccano nomi come Black Eyed Pies, Mattafix (Big city life) e i nostrani Gabin.Il commento è affidato alla coppia di SKY Caressa-Bergomi che, eliminando i soliti e ovvi errori grossolani, commentano bene, strappando anche qualche sorriso.
Il tifo e l’atmosfera da stadio riescono ad immergervi a pieno nel clima dei Mondiali, anche se dopo ogni gol mi sarei aspettato molto più “rumore” (abituato al San Paolo ;-).

In definitiva il gioco lo consiglio, ma non a tutti: a chi da sempre odia la serie (avendo le sue buone ragioni) consiglio almeno di provarlo, mentre chi, come me, segue la serie dall’ormai lontanissimo FIFA International Soccer (datato ’94) consiglio di prenderlo perché il divertimento supera, questa volta, la frustrazione degli, ormai soliti, errori della serie.
Aspettando, fiduciosi, di vedere il prossimo capitolo, sperando sia “veramente” rivoluzionario, vi saluto mandandovi tutti a…prendere un thé caldo.
Chi vivrà vedrà.
Alla prossima.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: