Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Un uovo sconfiggerà l'inquinamento

Condividi:         ale 26 Ottobre 04 @ 08:00 am

Il prototipo di auto presentato a Smau

Elettrico, facile da parcheggiare, sicuro, lungo meno di due metri e largo un metro e mezzo. È "uovo", il prototipo di automobile creato dall'ingegnere Giorgio Viganò e presentato ai visitatori di Smau 2004, che si propone di sconfiggere i problemi del traffico cittadino e dell'inquinamento urbano.

È nato prima l'uovo o l'automobile? La domanda può sembrare assurda ma, guardando il prototipo creato dall'ingegnere Giorgio Viganò sbucare sornione tra gli stand del padiglione dedicato all'e-Government, l'idea che un'auto non possa che essere così fa capolino anche nelle menti più tradizionaliste.

Dell'uovo ha solo la forma e due gusci scorrevoli che permettono alla piccola autovettura di aprirsi dal davanti, per far scendere gli occupanti passando direttamente dal cruscotto spostabile. Lungo neanche due metri e largo un metro e mezzo, "uovo" pesa solo 300 kg e può portare a bordo fino a tre persone con bagagli al seguito.

Ma le caratteristiche più interessanti, come spesso accade, sono quelle che non si vedono a occhio nudo. "Il prototipo che ho portato a Smau 2004 – spiega Viganò, nascondendo a fatica l’emozione del debutto – è dotato di un motore elettrico e un normale motore a scoppio. Il primo è alimentato da batterie da 48 Volt, che si ricaricano in sei ore con una normale presa, e garantiscono un'autonomia di 70 km. Il secondo, di 250 centimetri cubici, può funzionare sia a benzina sia a gas, e consuma il 20% di quello di una macchina tradizionale".

L'uovo può raggiungere una velocità massima di 80 km all'ora, che si riducono a 60 km quando si passa al motore elettrico. Le ruote anteriori sono dotate di due pneumatici ciascuna, montati su un unico cerchio, che consentono di migliorare la stabilità su diversi tipi di strada, ed evitano lo sbandamento in caso di foramento. Stesso discorso per le due ruote posteriori, più piccole, che consentono un raggio di sterzata di un metro e mezzo.

"L'uovo – prosegue Viganò – per tutte queste caratteristiche è una macchina adatta a tutti e per tutti i giorni, perfetta se usata nel raggio di un centinaio di km da dove si abita, per andare a lavorare e muoversi in città. Per parcheggiare ha bisogno solo di due metri quadri e ottanta. Molto importante, poi, il fatto che avrà una targa motociclistica e quindi potrà andare sia in autostrada, cosa che i motorini non possono fare, sia nei centri storici, dove la circolazione delle auto è proibita".

Ancora non è chiaro quando il prototipo potrà essere realizzato in serie. “Ho avviato diversi accordi qui a Smau 2004 – conclude Giorgio Viganò – ma ancora non c’è nulla d definitivo. Secondo le mie stime, la macchina potrebbe essere lanciata sul mercato a un prezzo che si aggira sui 5mila euro. Se devo giudicare dall'interesse che uovo ha suscitato in questi giorni, non posso che essere fiducioso”.

Luca de Leone - Redazione www.smau.it


News correlate a "Un uovo sconfiggerà l'inquinamento":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: