Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Tregua tra Google e Microsoft sui brevetti - news originale

Tregua tra Google e Microsoft sui brevetti

Condividi:         webmaster 10 Gennaio 13 @ 22:30 pm

Tregua tra Google e Microsoft sui brevetti

Google e Microsoft stabiliscono una tregua sui brevetti: Motorola, la divisione cellulari di Google, ha chiesto all'International Trade Commission (ITC) di non considerare Microsoft in violazione di due brevetti detenuti da Motorola, in un processo contro Microsoft.

Google aveva citato Microsoft per violazione di due brevetti utilizzati dall'Xbox, relativi all'uso di tecnologie wireless. Ma il verdetto dell'FTC della settimana scorsa ha visto Google accusata d non aver voluto dare in licenza brevetti FRAND aall'azienda di Redmond, ovvero quei brevetti che sono standard essenziali in un mercato (un'azienda che detenesse un brevetto che permette di collegarsi a Internet via cellulare senza darlo in licenza creerebbe un monopolio) e che per legge devono quindi essere concessi in licenza a un prezzo ragionevole.

L'FTC ha stabilito che Google non può più portare in tribunale aziende che hanno fatto un reale sforzo per acquistare una licenza sui brevetti FRAND e che i casi attualmente in tribunale saranno tutti respinti.

Microsoft considera i due brevetti standard essenziali e, mentre vorrebbe pagare una regolare licenza, ha in passato rifiutato di pagare una licenza da $4 miliardi l'anno, come chiesto da Google. Come conseguenza, Google aveva chiesto all'ITC di vietare la vendita dell'Xbox all'interno degli Stati Uniti.

Un recente rapporto da parte del Dipartimento di Giustizia e dell'Ufficio Brevetti indicava che permettere i divieti di vendita in casi relativi alla violazione di brevetti essenziali ha il potenziale di avere forti effetti negativi sulla competitività e sull'innovazione all'interno di un mercato.

"Siamo contenti che Google abbia finalmente ritirato la richiesta per il divieto di vendite contro Microsoft e speriamo che faccia lo stesso in altre giurisdizioni," ha dichiarato David Howard, legale rappresentante di Microsoft.

Secondo il documento presentato da Google, Microsoft sarebbe ancora comunque in violazione di un brevetto.

Voi cosa ne pensate queste battaglie fanno davvero bene all'innovazione o dovrebbero essere vietate del tutto in qualche modo? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: