Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Tlc: Rapporto UE; Italia promossa, Banda Larga è il motore

Condividi:         Nikk 02 Dicembre 04 @ 21:00 pm

Ottimi segnali di crescita e competitività in aumento per il mercato italiano delle tlc. E' questo il messaggio che traspare dal rapporto annuale della Commissione europea sull'attuazione delle direttive europee di settore.

La scheda che disegna lo stato del mercato italiano, e che l'Ansa è in grado di anticipare, evidenzia infatti che "il settore tlc ha registrato uno sviluppo pari al 5,2% nel 2003. Il segmento che più ha determinato la crescita complessiva è quello della larga banda: la penetrazione del broadband su rete fissa - constata ancora il rapporto - è più che raddoppiata nel corso di un anno, segnando circa 3,5 milioni di connessioni a luglio 2004".

Il rapporto dell'esecutivo comunitario mette in luce anche "l'aumento della concorrenzialità di questo mercato, dovuto in gran parte al prezzo particolarmente basso dell'Ull" (il costo della rete locale per gli operatori alternativi). L'unbundling registra in Italia "il prezzo più basso di tutta l'Ue (8,3 euro) e uno fra i numeri più elevati in Europa di linee attive, raddoppiato nel corso dell'ultimo anno, consentendo cosi agli operatori alternativi di competere in maniera effettiva nella fornitura di linee a larga banda".

Valori molto positivi anche per lo 'shared access' (il cosiddetto "accesso condiviso"), che denota "uno fra i prezzi più bassi dell'Ue". Segnali di crescita continua anche per l'Umts, "che a ottobre 2004 conta 1,6 milioni di linee attive". In grande espansione - secondo i dati del rapporto - anche la telefonia mobile, "la cui penetrazione è ormai superiore al 100% a fronte di una continua crescita della competitività".

Per la prima volta, "la quota di mercato, in termini di ricavi, della partecipata dell'operatore incumbent attiva nel settore radiomobile è infatti inferiore al 50%". "Le tariffe del traffico fisso-mobile, già in diminuzione, diminuiranno ulteriormente, rileva il rapporto, in ragione del 10% nel periodo 2004-2005".(ANSA)



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: