Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Sicurezza: é una cultura? - news originale

Sicurezza: é una cultura?

Condividi:         Alexsandra 2 27 Settembre 06 @ 07:00 am

Sicurezza: é una cultura?

Credo che nessuno di noi possa pensare di navigare in Internet senza correre qualche rischio: abbiamo anche toccato questo argomento in una nostra precedente news, in cui abbiamo solo marginalmente accennato ad una nuova tecnica utilizzata dalle insidie informatiche: i Rootkit
Purtroppo ad oggi nulla o poco possiamo contro queste tecniche. È comunque un argomento che tratteremmo più avanti, adesso volevo portare la vostra attenzione su un particolare: ho visto come negli ultimi anni bastava un semplice antivirus per essere abbondantemente garantiti nella nostra navigazione, ho anche visto come siano cambiati ed evoluti gli strumenti che oggi usiamo, vengono immessi sul mercato Pc sempre più potenti, Sistemi Operativi sempre più complessi e che necessitano di grandi spazi nei nostri hard disk, applicazioni che richiedono sempre più Ram e avanti di questo passo.

Ritengo che questa sia una cosa normale e dovuta, viviamo in un’era in cui l’informatica la stà facendo da padrona, ed è ovvio che vengono sviluppate tecnologie sempre più raffinate, col solo intento di fornirci mezzi sempre più potenti e all’avanguardia; ho anche visto però come gli utenti non abbiano seguito di pari passo l’evoluzione che c’è stata, vedo nelle sezioni sicurezza di svariati forum decine e decine di richieste di aiuto tutti i giorni, noto anche che vengono postati log di HijackThis lunghissimi, e da una analisi superficiale degli stessi si vede che vengono lanciati in avvio del sistema numerosi software ed applicazioni che a poco servono, anzi invece di portare un beneficio assorbono risorse al nostro sistema, il tutto generato da quello che in gergo chiamiamo "Clik selvaggio".

Questo è dovuto alla mancanza di una cultura di base sia da parte dell’utente ma soprattutto da parte del venditore che dovrebbe essere il primo a consigliare al momento dell’acquisto come operare ed usare il Pc. Di certo non è una colpevolizzazione al povero utente che si ritrova dopo aver speso i soldi una macchina che tante volte, fin troppe oserei dire, ferma o non utilizzabile, di sicuro non conoscono i mezzi per poter agire sul loro Sistema, ma come detto poco sopra, i Sistemi Operativi diventano sempre più complicati; questo può forse voler dire che dovremmo diventare dei programmatori? Oppure fare dei corsi serali per poter usare il nostro pc in tutta tranquillità?

Certo che no, una valida soluzione può essere frequentare i forum, ho visto negli ultimi tempi come diversi di loro si siano specializzati, hanno a disposizione un nutrito gruppo di persone che svolgono un egregio lavoro, consigliano e rispondono con puntualità alle varie domande poste, risolvono i problemi e il tutto in pieno volontariato, diciamo che stanno facendo quello che dovrebbero fare le Case costruttrici, oppure i rivenditori delle stesse, almeno fornire un minimo di istruzione con le regole basilari per un pò di sicurezza, invece ci ritroviamo con un pc potentissimo, configurato per default alla consegna e tante volte privo dei software di protezione (Antivirus e Firewall) che alla prima "navigata" ci lascia a piedi.



2 commenti a "Sicurezza: é una cultura?":
mattemax mattemax il 02 Ottobre 06 @ 13:12 pm

Alexsandra se posso permettermi quello che dici è condivisibile finchè non parli della mancanza di cultura di base da parte delle aziende costruttrici e dei rivenditori. Per quel che mi riguarda faccio parte della categoria dei produttori e posso garantirti che spesso gli utenti non vogliono spendere 50 euro per acquistare l'antivirus, questo a tuo parere non è una colpevolizzazione all'utente ma ai produttori e ai rivenditori, per non parlare degli innumerevoli pc su cui ci ritroviamo a fare assistenza che magari fungono da server e navigano in internet scaricando musica e ogni tipo di cosa privi di un antivirus o magari con l'antivirus scaduto ormai da anni! Il tuo discorso sembra assai di parte, da quello che dici, chi presta aiuto sui forum dovrebbe esser lodato mentre chi produce e vende i pc non fornisce supporto agli utenti, be questa forse può essere la politica dei cosiddetti verdurieri dell'informatica, ma ti posso assicurare che per tanti rivenditori, il loro valore aggiunto è proprio l'assistenza e il supporto al cliente! Tuttavia in quello che dici c'è uan verità, che spesso gli utenti non sono in grado di utilizzare sempre le nuove tecnologie,però l'informatizzazione dovrebbe avvenire soprattutto nelle scuole, cosa che negli ultimi tempi si sta attuando, e inoltre vengono organizzati tanti corsi a livello regionale o a pagamento da aziende serie, quindi chi ha voglia di apprendere le strade le ha per poterlo fare. In merito alla questione de sistemi operativi che diventano sempre più complessi, bè dovremmo girare la domanda allo zio Bill e chiedergli perchè complica le cose anzichè snellirle, forse perchè vuole rendere complicata la vita all'utente finale, di modo che se ci sono dei problemi, siano costretti per forza a ricorrere a dei sistemisti????? A volte ci sono grandi difficoltà già per i sistemisti, figuriamoci per un utente medio che si limita a utilizzare il pc nelle sue funzioni basilari.

Alexsandra Alexsandra il 04 Ottobre 06 @ 12:53 pm

Non era intenzione di farne di "Tutta un'erba un fascio" ritengo che ci siano dei rivenditori che investono sul cliente e consigliano al momento dell'acquisto la macchina giusta, sia in termini Hardware che in Software, diciamo che è il valore aggiunto che hai citato tu.

Purtroppo però ho visto che per molti non è così, io ho da poco acquistato un portatile nuovo e il rivenditore di ma risposto che "arriva così direttamente dalla fabbrica" certo non faccio parte di quella schiera di utenti che si accontenta di queste parole, ma se lo volevo era così, da questo reputo che anche i costruttori dovrebbero essere più aggiornati, proporre ancora XP Home su un pc da 1.500 euro credo che sia un pò poco, senza parlare del resto dei software che di sicurezza avevano poco, anzi niente.

Se tu appartieni alla fascia di produttori che mettono del loro creando il valore aggiunto che li contraddistingue, beh... credo proprio che verrai ripagato nel tempo, lavorando in questo modo sicuramente ne vedrai i benefici.
Inoltre concordo con te che molti utenti usano il pc in maniera quasi selvaggia, però dico anche che "male che si vuole non duole" di conseguenza se non rispettano le basilari norme per la sicurezza nella navigazione avranno sempre il tecnico in casa e il portafoglio in mano.
Fondamentalmente concordo con quanto hai scritto, la mià è solo una puntualizzazione, essendo una news, non c'è lo spazio per poter esporre il problema nella sua totalità, ne verrebbe fuori un tutorial e non una news.

Spero di averti chiarito un pò la mia idea, ulteriori commenti da parte tua sono graditissimi

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: