Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
OMD - Online Marketing Dusseldorf 2006 - news originale

OMD - Online Marketing Dusseldorf 2006

Condividi:         webmaster 1 25 Settembre 06 @ 09:00 am

OMD - Online Marketing Dusseldorf 2006

È la prima volta che partecipo all'OMD - manifestazione dedicata a tutti coloro che fanno marketing online - e devo dire che mi ha entusiasmato. Spaziosa, organizzata bene e con molti spazi aperti dove poter scambiare idee, l'OMD (Online Marketing Dusseldorf) mi ha colpito per la sua professionalità.

Non c'era nulla per attrarre i non addetti al settore e tutti i presenti avevano un prodotto da vendere o da presentare.

Due cose però mi hanno colpito particolarmente all'OMD.

La prima è che non avevo mai visto una tal concentrazione di CEO, fondatori, regional manager... al di fuori delle grosse fiere americane. Un rappresentante di DoubleClick mi ha confidato che l'OMD gli è sembrato addirittura più importante di AdTech Londra (vi saprò dire in settimana dato che AdTech si tiene il 27 e il 28 Settembre).

La seconda è stata l'incontro con adcatch, il nuovo programma di affiliazione di Interactive Media - parte del gruppo Deutsche Telekom.
In Germania zanox è il programma di affiliazione numero uno. Commission Junction e TradeDoubler cercano invano di scalzarlo, ma zanox è stato il primo sul suolo tedesco, gode di ottima reputazione e ha tutti i merchant e tutti gli affiliati. A mio avviso nessuno aveva la possibilità, nel breve termine, anche solo di avvicinarsi a zanox. Giovedì mi sono dovuto ricredere.

Ho incontrato Sven Ruppert, parte del managent di adcatch, il quale mi ha mostrato cosa stanno facendo e in che direzione si stanno muovendo.

Come prima cosa l'interfaccia è intuitiva: non ho avuto bisogno di cliccare su quattro o cinque link per trovare quello che stavo cercando. Gli strumenti sono gestiti via DHTML (ehm, Ajax, sì Ajax, come si dice adesso) quindi è possibile aggiungere e spostare gli oggetti semplicemente trascinandoli da una parte all'altra dello schermo. L'interfaccia sarà lenta da caricare per chi usa una connessione via modem, ma una volta caricata il lavoro sarà davvero molto più agevole.

adcatch però non è solo tecnologia, adcatch sta facendo un passo avanti nel mondo dell'affiliazione.
Il loro sistema di cookieless tracking (fingerprint tracking come lo chiamano loro) dev'essere una prima mondiale (ci sono voci che dicono che anche Google sia interessato al loro sistema) e anche se Sven non ha potuto essere troppo preciso sui dettagli, un sistema in grado di riconoscere un computer senza cookie è davvero fenomenale e sconcertante allo stesso momento. Se dovesse funzionare, come sostengono, qualcuno deve immediatamente scrivere un plugin per Firefox che impedisca a questo sistema di trackare il mio computer senza il mio permesso.
Ma ciò che ha davvero spiccato è stato il loro modo di concepire l'affiliazione e gli spazi pubblicitari offerti dagli affiliati. Agli affiliati non chiederanno mai di caricare ogni creatività di ogni merchant individualmente. No, ogni affiliato metterà a disposizione degli apszi e per ogni spazio caricherà sul suo sito un singolo tag. All'interno di questo tag potrà poi far ruotare a piacimento quanti merchant vuole, potendo anche decidere di lasciare che adcatch ottimizzi i merchant più affini al suo sito. Finalmente una concezione che sposa affiliazione e advertising in modo intelligente.

Se aggiungiamo a questo che i contatti di Deutsche Telekom sono tanti e a 360°, non penso che adcatch avrà problemi ad attrarre business. Penso che zanox abbia finalmente trovato un rivale degno sul suolo tedesco.

Lo stand Google era sempre pieno ed è stato difficile fare una fotografia in cui il coloratissimo logo non fosse nascosto dalla folla. In compenso regalavano uno dei più tecnologici yo-yo che io abbia mai visto, completo di luci, contrappesi e molle. Un gadget da vero geek! Anche facendo quattro chiacchiere con i rappresentanti Google, non sono però riuscito a capire quale fosse il focus del loro stand. C'era qualcosa di Google Earth, qualcosa di AdWords e qualcosa di tutto un po', ma del resto Google si può permettere questo caos avendo a bordo uno dei prodotti più solidi di tutto il panorama Internet: AdWords.

A dimostrazione della mentalità prettamente business della manifestazione, Yahoo! si è presentato con un grande stand dedicato a Yahoo! Search Marketing - il nuovo nome di Overture. Non c'era riferimento alla ricerca, Ajax, Web 2.0 o a tutte quelle cose che piacciono tanto agli utenti. Qui si parlava solo di lavoro.

Ho incontrato i rappresentanti di AdViva - una advertising agency inglese che sta cercando di espandersi sul territorio tedesco - e mi hanno dato il gadget più originale che abbia mai ricevuto: un carica cellulare a manovella. Davvero eccezionale!

Concludendo, sono davvero felice di aver partecipato a questa fiera che sembra riportare un po' di lustro alla tecnologia europea. Fino a adesso siamo stati abituati a vedere gli americani lassù in cima, gli inglesi che li seguono a gran distanza e, come fanalino di coda, c'è l'Europa. Ma sarà che la Germania è il secondo mercato al mondo per eBay, sarà che per molti Germania uguale tecnologia, ho finalmente visto la parola business (e non fumo negli occhi) in una manifestazione Internet europea.



News correlate a "OMD - Online Marketing Dusseldorf 2006":


Un commento a "OMD - Online Marketing Dusseldorf 2006":
Matteo.Balzani Matteo.Balzani il 25 Settembre 06 @ 10:37 am

Anche zanox ha il fingerprint tracking ;-)

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: