Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

La nuova frontiera delle stampanti 3d? Le pistole e i fucili

Condividi:         webmaster 05 Ottobre 12 @ 11:00 am

Negli Usa in tanti sono riusciti a fabbricare un'arma grazie a questa tecnologia. E c'è chi teme l'aumentare delle stragi.

Non solo giocattoli e ingranaggi. Oggi con le stampanti 3d si fanno le armi. Già, perché sfruttando questa tecnologia si possono stampare e assemblare parti composte da diversi materiali con diverse proprietà fisiche e meccaniche dando vita a degli oggetti dal nulla. Comprese le pistole. Perfettamente funzionanti e pronte a esplodere colpi con i proiettili tradizionali. Secondo quanto riporta l'edizione americana di Wired, una compagnia di stampa in 3 dimensioni americana, la Stratasys, sta lavorando con i più importanti produttori di armi americani, compresa la Knight's Armament Co. and Remington Arms per creare con questo sistema prototipi di pistole e fucili.

L'idea ovviamente ha allarmato molti. Anche perché, sebbene i materiali e le formule impiegate per il progetto siano tenuti segreti, è chiaro che queste pistole sono metal free e dunque invisibili ai metal detector. Poi, certo, è da vedere se l'arma in questione è in grado di resistere all'esplosione dei proiettili. Altra caratteristica di queste pistole 3d è che non sono nemmeno particolarmente care, con costi che vanno dai 600 dollari ai 2000 dollari. Il Guardian ha scritto...



Continua a leggere questa notizia su corriere.it.

News correlate a "La nuova frontiera delle stampanti 3d? Le pistole e i fucili":


Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: