Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

McAfee indica i siti web più pericolosi da visitare

Condividi:         ale 04 Giugno 08 @ 09:40 am

Il dominio di Hong Kong (.hk) è salito di 28 posizioni e si è classificato come il posto più pericoloso su cui navigare e effettuare ricerche sul web in base a un nuovo report di McAfee Inc. (NYSE: MFE) dal titolo “Mappatura the Mal Web, versione aggiornata” e pubblicato oggi. Hong Kong ruba il primato a Tokelau, una minuscola isola di 1.500 abitanti nel Sud del Pacifico.

“Proprio come nel mondo reale, le minacce e i rischi virtuali sono in costante evoluzione. Come mostrato dalla nostra ricerca, i siti web che risultano sicuri oggi, un domani possono diventare pericolosi. Navigare sul web basandosi sul tradizionale buon senso non è più sufficiente per essere sicuri online,” ha affermato Jeff Green, Senior Vice President of Product Development & Avert Labs.
Il secondo report annuale McAfee “Mappatura del Mal Web” analizza i posti più pericolosi e quelli più sicuri sul Web e rivela che il 19.2% di tutti i siti web che terminano con il dominio “.hk” rappresentano una minaccia1 per gli utenti Web. La Cina (.cn) quest’anno è al secondo posto con l’11%. Per contro, la Finlandia (.fi) sostituisce l’Irlanda (.ie) quale destinazione online più sicura con lo 0.05%, seguita dal Giappone (.jp).

Il dominio generico più pericoloso del report del 2007 è diventato più pericoloso con l’11.8% di tutti i siti che terminano in .info che rappresentano una minaccia per la sicurezza e il terzo dominio complessivamente più pericoloso, mentre i siti web governativi (.gov) si sono confermati come il dominio generico più sicuro. Il dominio più popolare, .com, è il nono più rischioso complessivamente. Il report completo McAfee “Mappatura del Mal Web, versione aggiornata” può essere scarico all’indirizzo www.mcafee.com/advice.

Utilizzando la premiata tecnologia McAfee® SiteAdvisor®, McAfee ha analizzato 9,9 milioni di siti web ad alto traffico in 265 diverse nazioni (quelli il cui indirizzo termina con le lettere indicative della nazione, per esempio Brasile, .br) e domini generici (quelli che terminano in .net o .info per esempio).

Lo studio ha confrontato le valutazioni assegnate ad ognuno dei 265 domini nazionali e generici classificandoli per numero di siti web pericolosi rilevati in ognuno di essi e contenenti adware, spyware, virus, spam, pop-up eccessivi, browser exploit o link a altri siti classificati in rosso.

I domini web delle nazioni più pericolosi al mondo, la posizione complessiva nel 2008 e la posizione complessiva nel 2007:
- Hong Kong (.hk), 1, 28
- Repubblica Popolare Cinese (.cn), 2, 11
- Filippine (.ph), 4, 19
- Romania (.ro), 5, 4
- Russia (.ru), 8, 7.

I domini web delle nazioni più sicuri al mondo, la posizione complessiva nel 2008 e la posizione complessiva nel 2007:
- Finland (.fi) 74, 70
- Giappone (.jp) 72, 57
- Norvegia (.no) 71, 68
- Slovenia (.si) 70, 62
- Colombia (.co) 69, 64.

Tra i domini delle nazioni, la Romania (.ro) e la Russia (.ru) si sono confermate nella Top 5 dei domini più pericolosi con il 6,75% e il 6% dei loro siti web classificati come pericolosi, mentre i domini di nazioni come il Giappone(.jp) e l’Australia (.au) sono rimasti ambienti sicuri per la navigazione.

Tra gli altri importanti risultati evidenziati nel report McAfee "Mappatura del Mal Web versione aggiornata" del 2008 vi sono:
- Le possibilità di scaricare spyware, adware, virus o altro software indesiderato mentre si naviga sul Web sono aumentate del 41.5% rispetto al 2007.
- I siti che offrono download come suonerie per cellulari e screen saver che vengono anche caricati con virus, spyware e adware sono passati, rispetto allo scorso anno, dal 3.3% al 4.7%.
- Le Filippine (.ph) hanno subito un aumento del 270% in termini di pericolosità complessiva.
- Tokelau (.tk) e Samoa (.ws) si sono rivelate notevolmente più sicure nel 2008 passando dal 28° al 12° posto.
- In Europa, la Spagna (.es) ha avuto un aumento del 91% in termini di pericolosità complessiva.

"Per gli amministratori dei domini top-level questo studio dovrebbe funzionare come un campanello d’allarme. Il report dello scorso anno ha spinto il responsabile del dominio di Tokelau a riesaminare le proprie policy," ha affermato Jeff Green, Senior Vice President of Product Development & Avert Labs. "Non tutti i responsabili di dominio sono così accomodanti, così la nostra missione è quella di educare i consumatori sui pericoli e proteggerli in qualsiasi modo utilizzino il web, tramite il PC, il web di per se stesso o il telefono cellulare. Con la nostra nuova certificazione di sicurezza dei siti web e per le attività di ricerca, consentiamo ai nostri clienti di ricercare e navigare online in modo sicuro e protetto."



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: