Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Live Mesh, la nuova era della connessione - news originale

Live Mesh, la nuova era della connessione

Condividi:         ale 4 24 Aprile 08 @ 09:30 am

Live Mesh, una piattaforma unica per tutti.

Ballamer parla chiaro: tutti contro il web 2.0 impostato dall'open source.

"Il futuro non è basato solo su un browser, su un motore di ricerca ma sull'intelligenza che risiede nella piattaforma che rende possibile la distribuzione dell'intelligenza ogni parte della nostra vita, da internet alla telefonia, dalla tv al gioco, dallo studio al lavoro. Non sono mai stato così entusiasta dalle opportunità che abbiamo per sfruttare la grande potenza di hardware, software e servizi con l'obiettivo di creare esperienze uniche e connesse per i consumatori e le persone vogliono comunicare, condividere e accedere alle informazioni oltre a divertirsi in modo semplice e intuitivo."
Live Mesh - inizialmente distribuito a 10 mila americani in prova - sarà un'applicazione web in grado di ricevere ogni contenuto digitale da qualsisi dispositivo provenga sincronizzandolo e rendendolo facilmente utilizzabile all'istante da ogni apparecchio possibile ed immaginabile.

Ulteriori dettagli in lingua inglese dall'articolo apparso su The Register.



4 commenti a "Live Mesh, la nuova era della connessione":
ale ale il 24 Aprile 08 @ 10:11 am

Live mash di Microsoft

Microsoft ha iniziato a testare una tecnologia che mette insieme foto, documenti e altri dati relativi a una persona disseminati su diversi apparecchi, con l'obiettivo di consentire l'accesso alle proprie informazioni da qualunque luogo e in qualunque momento...


...continua la lettura di questa notizia.
Blognotiziedigitali.blogspot.com autorizza pc-facile.com a riportare la presente news.

Alessandro Proglio Alessandro Proglio il 27 Aprile 08 @ 02:47 am

Ai vertici della Microsoft c'è gente davvero troppo invasata, invece di offrire quello che ai loro utenti serve veramente, si perdono ad inseguire altre cattedrali nel deserto. Vi ricordate il motore di ricerca che hanno fatto, uno dei progetti più costosi che abbia mai sentito, come si chiamava? live? esiste ancora? mah, e adesso visto che evidentemente non sono capaci di farlo, vogliono comprare yahoo...finche gli arriveranno i soldi dalle licenze, vendute ai poveri di spirito che, bontà divina, pretendono che il pc debba essere semplice come un televisore, gente che compra il pc 4 volte più potente del necessario solo per poter usare l'antivirus o giocare ai videogiochi...
E' inevitabile che se guardi la realtà solo attraverso i report delle indagini di mercato, finisci nell'infilarti in imprese senza speranza, ma soprattutto senza senso.
Ma si sono chiesti una volta sola che cosa serve alla gente della strada? pensano veramente di convincerci che tenere i nostri file immagazzinati online sia più sicuro/veloce/funzionale che averli sulle memorie in locale? questa è una nuova soluzione tecnologica che risponde semplicemente al bisogno di mercato di una azienda. A noi non ce ne può fregare di meno, anzi, perchè dovremmo cambiare in peggio? ora che le memorie costano pochissimo, hanno capacità immense e sono piccolissime...
cosa si inventeranno, un nuovo filesystem globale assolutamente inattaccabile? come no...

divertenti i commenti dei lettori sul sito inglese. hehe

Bosiota Bosiota il 30 Aprile 08 @ 17:33 pm

Tutto vero.La gente che sta alla Microsoft è abbastanza mediocre , escluso qualche "Santone" importato recentemente (Tipo il creatore del Turbo Pascal) che sta mettendo un pò di ordine nel caos linguistico.
Ricordiamo poi che stanno facendo esperimenti su supporti DVD che reggono 1 Terabyte! Ma quali file in rete....

sottoscrivo sottoscrivo il 21 Maggio 08 @ 15:27 pm

... le santissime parole dei due interventi precedenti.
Il problema è che non basta ignorare il fenomeno, perché presto o tardi ci dovremo fare i conti, tipo perché i nuovi cellulari scaricheranno le foto nel mesh e così via.
bisogna fare contrionformazione ed osteggiare attivamente questo genere di follie.
tra l'altro anche con una connessione 20Mb/s a scaricare un DVD (4giga o più) ci vogliono mill'anni ...
senza considerare quanto costa una tale connessione.
mah: follie dei tempi moderni

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: