Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Jobs e Android, amore e odio - news originale

Jobs e Android, amore e odio

Condividi:         ezechiel2517 1 24 Ottobre 11 @ 09:00 am

Steve Jobs era furioso il giorno in cui ha scoperto le intenzioni di Google di lanciare Android, il sistema operativo concorrente di iOS. Per i corridoi di Cupertino ricordano ancora le urla con le quali Jobs diceva a Schmidt, che allora era CEO di Google, che si sentiva pugnalato alle spalle. In quel periodo Schmidt era all'interno del consiglio di amministrazione di Apple, poltrona che ha lasciato nell'agosto del 2009 per conflittualità all'interno del consiglio.

Da quel momento Jobs non ha nascosto il suo disappunto, per usare un eufemismo, verso Schmidt e nella sua recente biografia si legge di come Jobs non lo potese sopportare e fosse determinato a distruggere Android. "Sarà una lotta all'ultimo respiro e impiegerò ogni signolo centesimo dei 40 miliardi di dollari di Apple se sarà necessario." si legge nella biografia "Sono deciso a distruggere Android, perchè sono convinto che sia un prodotto rubato. Ho intenzione di iniziare uella che potrebbe essere definita una guerra termonucleare!"

Cio nonostante, pare che Jobs abbia poi deciso di raffreddare gli spiriti una volta che Larry Page ha preso il comando a Mountain View. Subito dopo la morte di Jobs, Page scrisse "La sua abilità nel capire le esigenze degli utenti e la sua esperienza sono sempre stati una grande fonte di ispirazione per me."

Quando Page divenne CEO di Google, chiese a Jobs consigli su come gestire una azienda grande e importante. Dopo un primo impulso a mandarla a quel paese, Jobs diede un prezioso consiglio a Page. "Immaginati Google come la vorresti quando crescerà. I prodotti che Google sta producendo, sono ok, ma non sono grandi. Queste rende Google sempre più simile a Microsoft."



Un commento a "Jobs e Android, amore e odio":
Criog Criog il 31 Ottobre 11 @ 22:38 pm

Che Jobs habbia lasciato il segno niente da dire, però non va dimenticato che era il re del monopolio. Ho iniziato con Apple passando via via ai modelli più evoluti, e sono stato contento di passare al PC + Windows perchè pur appartenendo a un mondo più disordinato era un sistema più aperto e flessibile, con molti più attori in campo in libera competizione e alla fine molto più propositivo, tant'è che a un certo punto questo fetta di mondo (la più ampia) ha smesso di stare alle calcagna di Apple e lo ha superato fornendo alla stessa anche un pò di hardware e di protocolli. Jobs quà e Jobs là. Un egocentrico che ha capitalizzato al meglio il suo ingegno cercando di imporlo al mercato. Riverito quesi fosse una divinità quando a tutti gli effetti si è fatto gli affari suoi e paradossalmente finirà più amato di madre Teresa di Calcutta, che al contrario si è data per completo agli 'altri'. Chissà che gli passino le 'clouds' in testa alla massa osannante e riprenda coscienza. Andato su tutte le furie per Androids, il piccolo Hitler dell'informatica. Ma va...

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: