Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Italian Blogs for Darfur... continua l'impegno per il Darfur

Condividi:         ale 1 13 Aprile 07 @ 05:00 am

Italian Blogs for Darfur... continua l'impegno per il Darfur

Anche per il 2006 la crisi del Darfur è stata definita la più grande tragedia dell'anno sul piano dei diritti umani. Nel 2006 gli attacchi agli accampamenti degli sfollati sono triplicati, mentre quelli condotti contro gli operatori umanitari sono duplicati.

46mila sfollati nel solo primo mese del 2007. Il conflitto rischia inoltre di estendersi anche nel vicino Ciad: le Nazioni Unite denunciano ripetuti attacchi delle milizie janjaweed in villaggi di popolazioni “non arabe” oltre confine, che hanno messo alla fuga più di 100.000 persone, mentre 70 villaggi sono stati completamente rasi al suolo.

Il procuratore della Corte penale internazionale (CPI) ha accusato di crimini di guerra l'ex ministro degli interni sudanese Ahmed Haroun e il capo di una milizia, Ali Muhammad Ali Abd-al Rahaman, conosciuto come Ali Kushayb, e ha invitato i giudici ad emettere un
mandato di comparizione contro di essi. Nessuna azione concreta arriva invece dall' Unione Europea, generosa solo di dichiarazioni di sconforto. Solo tanti puntini di sospensione nella storia drammatica del Darfur, ma nessun punto a segnare la fine dell'agonia di un popolo.

Il numero delle sottoscrizioni del nostro appello alle emittenti televisive italiane continua a crescere. Abbiamo per ora raccolto più di 1600 firme on-line.

Pubblichiamo inoltre l'intervista concessaci dal Dott. Kostas Moschochoritis, direttore in Italia di Medici Senza Frontiere ONLUS, che il 14 febbraio scorso ha lanciato la nuova campagna "Dimmi di più", alla luce dei dati emersi dal rapporto "Crisi Dimenticate 2006". Gli abbiamo chiesto quale sia l'impegno di MSF in Darfur.

Newsletter di Italian Blogs for Darfur


News correlate a "Italian Blogs for Darfur... continua l'impegno per il Darfur":


Un commento a "Italian Blogs for Darfur... continua l'impegno per il Darfur":
ale ale il 31 Luglio 07 @ 14:01 pm

Dopo l'approvazione da parte del Sudan di un contingente ONU-UA in Darfur di 23.000 unità, che però non si schiererà verosimilmente prima della fine del 2007, anche l' Unione Europea gioca la carta di una forza di contenimento dei ribelli lungo i confini con la Repubblica Centrafricana e con il Ciad. Le milizie janjaweed attaccano, infatti, anche oltre i confini sudanesi, i campi dei rifugiati e i profughi in fuga, destabilizzando l'intera area.Alla missione parteciperanno soprattutto i Francesi e gli Inglesi. L'Italia conferma invece il suo sostegno economico alla missione congiunta ONU-UA in una nuova risoluzione sul Darfur votata all'unanimità e che la impegna, inoltre, a intensificare gli aiuti umanitari sia grazie ai voli diretti che per il tramite del supporto alle ONG.

La tensione, intanto, non si placa. Proprio in questi ultime settimane i convogli umanitari del PAM, che trasportano e distribuiscono nei campi profughi tonnellate di alimenti, sono stati fatti oggetto di numerosi attacchi, mettendo seriamente a rischio la catena di aiuti che rende possibile la sopravvivenza di due milioni di civili, assisititi da 790 operatori. Nelle ultime die settimane, gli attacchi ai convogli sono stati ben nove. Secondo l'ultimo rapporto dell'ONU, tra maggio e giugno altre 25.000 persone hanno dovuto abbandonare i propri villaggi per evitare gli scontri, portando il numero totale degli sfollati a 2.2 milioni.

Il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite ha condannato nuovamente i crimini di guerra che esponenti del governo sudanese si ostinano a perpetrare sulla popolazione civile nella totale impunità, e ha accusato le milizie janjaweed di vera e propria "pulizia etnica (*). I bombardamenti aerei continuano nel Nord del Darfur.

Dagli Stati Uniti arriverà presto nelle sale cinematografiche il film - documentario shock sul Darfur "The Devils come on Horseback", girato sulla base delle riprese dell' ex-marine statunitense Brian Steidle, osservatore non armato nella missione dell'Unione Africana.

Itablogs4darfur.blogspot.com

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: