Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Italia: un bambino su due ha un cellulare

Condividi:         ale 07 Dicembre 04 @ 20:00 pm

Prima domanda: quanti bambini hanno il cellulare in Italia?
Secondo il quinto rapporto dell'Eurispes in collaborazione con Telefono Azzurro sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza un bambino su due possiede un telefono cellulare. Ricordiamo che il Rapporto Nazionale sulla condizione dell'Infanzia e dell'Adolescenza rappresenta una tappa fondamentale per la comprensione dei tanti interrogativi che i bambini e gli adolescenti pongono al mondo degli adulti ogni giorno, e ai quali occorre, con urgenza e competenza, dare risposte adeguate. I dati mostrano una fotografia, spesso dolorosa, della condizione dell'infanzia in Italia.

Secondo l’indagine il 51,6 per cento dei bambini tra i sette e gli 11 anni di età possiede un cellulare, in un paese come l'Italia che si colloca ai primissimi posti per possessori di telefonini (quasi ogni italiano ne possiede uno). Patologia causata dai media sostengono gli esperti. Seconda domanda: come usano i cellulari i bambini? Sempre secondo la ricerca, realizzata su un campione di 5.076 bambini, nel 36,2% dei casi per parlare con gli amici, per il 30,7% con i genitori. Al terzo posto non poteva mancare l'uso di SMS, che interessa il 12,8% del campione. Il 10,1% del campione utilizza il cellulare solo per ricevere telefonate. Una particolarità: i bambini cambiano l'apparecchio poco frequentemente. Sono i guasti, infatti, a motivare un cambio per il 48,2% dei casi. Non sembra dunque che i bambini - rileva il rapporto - sentano la necessità di seguire l'incessante avvicendamento di mode e di evoluzioni tecnologiche che interessano la telefonia mobile. Solo il 5,2% dichiara di cambiare il telefonino ogni tre mesi.

Per gli esperti, il rischio maggiore nell'utilizzo di SMS è l'impoverimento del lessico mentre l'uso indiscriminato del telefonino può provocare alcune “patologie tecnologiche” come la “Cyber relationship addiction” (dipendenza da cyber-relazioni) e l'epilessia da videogame. In Italia si contano circa 10 mila casi di epilessia, il 3% di questi casi è causato da videogiochi. Si stima che sia attribuibile ad essi il 10% di quei casi di epilessia che interessano soggetti tra i 7 e 19 anni.

News tratta da Contenuti.interfree.it



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: