Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet

Gb, videoregistratore addio

Condividi:         ale 23 Novembre 04 @ 16:00 pm

Dixons: il Vcr scompare dagli scaffali
Dixons mette fine alla lunga agonia dei videoregistratori. Dopo il boom dei Dvd, il più grande distributore di apparecchi elettronici britannici, infatti, ha deciso di voltare pagina e di cancellare dai suoi ordini i Vcr. La data fissata per l'addio coincide con le vendite del Natale 2004, nel frattempo i nostalgici cominciano già a rimpiangere l'amata cassetta Vhs.

"Stiamo dicendo addio -ha detto il direttore marketing John Mewett- a uno dei prodotti più importanti della storia dell'elettronica di consumo. Il videoregistratore ha accompagnato una generazione intera e molti di noi sono cresciuti con le gioie e le frustrazioni della registrazione su nastro".

I tempi però ora sono cambiati e sembra giunto il momento di dire addio alle ingombranti casette Vhs. "Stiamo entrando nell'era digitale -ha precisato Mewett- e la nuova tecnologia Dvd garantisce migliore qualità audio e video". Il primo Vcr del mondo è stato lanciato in Gran Bretagna nel 1972, ma l'idea fallì a causa di un design poco accattivante e di una tecnologia ancora troppo grezza. I primi registratori Sony fanno il loro esordio nel 1975 al prezzo di mille sterline circa. Il primo esemplare venduto da Dixons risale invece al 1978 (JVC 798.75 sterline).

Esordi di un successo che nel corso degli anni ha contribuito ad affermare il ruolo dei contenuti video non solo a livello professionale, ma anche amatoriale. Il Vhs ha invaso rapidamente le case di tutto il mondo conquistando gli scaffali dei salotti e dei collezionisti. A oltre trent'anni dal suo esordio i tempi però sono cambiati e per ogni videoregistratore venduto, dalle casse di Dixons passano circa 40 lettori Dvd. La politica di diminuzione dei prezzi non ha dato certamente i risultati sperati dai produttori e il mercato dei registratori magnetici è andato sempre in calando.

"Ho capito che i Vcr stavano morendo -ha detto Andy Hain, collezionista di Vcr- quando ho visto calare vertiginosamente i prezzi dei nastri magnetici". Dagli anni '80 ad oggi i registratori video hanno cambiato radicalmente le abitudini di consumo televisive consentendo visioni differite. Le vendite dei Dvd cominciarono ad offuscare quelle dei Vcr verso la fine degli anni '90. Il resto, poi è storia recente. Con il boom dei supporti digitali, i Vhs infine sono diventati tecnicamente obsoleti e commercialmente superati. Nonostante qualcuno sia di diversa opinione, la realtà parla chiaro: il futuro avanza e i videoregistratori non possono competere. Vecchio Vcr addio.

News tratta da Tgcom.it



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: