Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Foto su Facebook incriminano un bigamo - news originale

Foto su Facebook incriminano un bigamo

Condividi:         webmaster 5 23 Marzo 11 @ 08:00 am

Un'avvertimoento a tutti i potenziali bigami all'ascolto: se volete caricare le foto del vostro secondo matrimonio su Facebook fate in modo che la vostra prima moglie non le possa vedere.

È esattamente quanto è successo a Richard Barton Jr., 34 anni, da qualche anno separato dalla prima moglie Adina Quarto. La coppia, la quale ha un figlio di sei anni, ha discusso varie volte di divorziare, ma nessuno dei due ha mai portato avanti le pratiche.

Nel 2010 Richard si fidanzò con una nuova donna, la quale pensava lui fosse divorziato. Poco dopo Richard cancellò l'amicizia su Facebook con la prima moglie e caricò le foto del secondo matrimonio sul popolare social network.

Sfortunatamente per Richard si era dimenticato di sistemare i settings della privacy e quindi la sua prima moglie aveva pieno accesso a queste foto in cui veniva ritratto insieme e la seconda moglie in un matrimonio sulla spiaggia.

Adina fece l'unica cosa che poteva fare: avvertì la polizia, la quale ha arrestato Richard Mercoledì scorso.

Le foto su Facebook sono state usate come prova in vari casi, ma questo è davvero troppo.



5 commenti a "Foto su Facebook incriminano un bigamo":
mikedepetris mikedepetris il 24 Marzo 11 @ 08:46 am

In che senso "questo è davvero troppo"?
A me pare che l'errore lo abbia fatto lui a sposarsi illegalmente, che c'entra Facebook?

webmaster webmaster il 24 Marzo 11 @ 15:32 pm

In che senso "questo è davvero troppo"?
A me pare che l'errore lo abbia fatto lui a sposarsi illegalmente, che c'entra Facebook?

appunto, l'errore di richard è "davvero troppo" stupido

gigi gigi il 24 Marzo 11 @ 22:40 pm

ma perché la bigamia dev'essere reato?
c'è a chi piace avere due macchine, a chi due moto.. e a chi piace avere due mogli!
e lasciateli in pace.. mica fanno nulla di male!

Erica Fenoldi Erica Fenoldi il 25 Marzo 11 @ 10:25 am

x gigi

come no, specie riguardo al figlio di 6 anni, un bell' esempio di padre.
E pure tu: una donna e una moto sullo stesso piano.

Ivano Monti Ivano Monti il 27 Marzo 11 @ 09:15 am

Già anche io odio facebook per la gente che lo circonda, per la facilità di manipolazione delle culture, per la facilità di propaganda, certi strumenti dovrebbero essere usati con la testa, ma come si legge tutti i giorni grazie alla gente ingnorante crea benessere ad aziende come facebook.

Moto = oggetto, macchina = oggetto, orologi = oggetto, telefono = oggetto moglie = persona, cane = animali impariamo a distinguere e dare il giusto senso alle parole.

I figli di questa coppia sono gioco di una persona che non si prende responsabilità, che vuole due mogli e magari anche tre,quattro ect ect considerando Moglie e figli solo puro sfogo del suo io, demolendo i principi di rispetto per le persone e dell'umanità.

Era meglio che rimaneva singol e si trombava mille amanti senza fare figli, che ingannare se stesso dichiarando eterno amore fino a che morte non li separa.

Io dico che questa persona non valga nulla, esattamente come gli oggetti.

Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: