Valutazione 4.87/ 5 (100.00%) 5838 voti
News: tutti i segreti di Internet
Facebook: un bonus da $3 miliardi - news originale

Facebook: un bonus da $3 miliardi

Condividi:         webmaster 04 Novembre 12 @ 06:00 am

Facebook: un bonus da  miliardi

Questo weekend sono stati creati vari nuovi milionari a Silicon Valley. I dipendenti di Facebook hanno ricevuto un bonus da $3,1 miliardi quando è stato permesso loro di vendere le loro azioni vincolate sul mercato. Sheryl Sandberg, COO, ne ha vendute per $7,4 milioni del suo portfolio da $400.

Ora, la domanda che si pongono tutti è: continueranno a lavorare tutti questi milionari o si piazzeranno al sole delle coste californiane? Gli impiegati più anziani lavorano a Facebook da quasi nove anni. Anche se amano il loro lavoro e dove lavorano, è sempre molto tempo facendo la stessa cosa.

Durante tutto questo periodo sono stati pagati in parte in azioni vincolate. Ovvero azioni che non possono vendere fino a una determinata data. Mi correggo, che non potevano vendere fino a una determinata data. Uno dei motivi per cui Facebook si è quotata in borsa è stato anche per ricompensare questi impiegati per il duro lavoro quando avrebbero potuto lavorare per aziende più sicure come Apple e Google.

Se escludiamo Mark Zuckerberg stesso, Sheryl Sandberg è quella che più ha guadagnato con i suoi $400 milioni in azioni. Mark aveva promesso di non vendere nulla, e così è stato, e Sheryl ha venduto meno del 2% delle sue azioni. Questo ha creato molta fiducia nel mercato: se i due principali manager non vendono è perché credono che l'azienda possa fare meglio. Non ha dato un segnale così positivo invece David Spillane, il direttore finanziario, il quale ha venduto $5,3 milioni in azioni dei $8,8 milioni: oltre il 60% del suo stock. Non è mai un buon segnale quando il direttore finanziario non crede nell'azienda per cui lavora.

Cosa faranno adesso queste persone può determinare il futuro di Facebook. Con tutti questi soldi in banca ci sarà chi vuole girare il mondo o dedicarsi alla musica, alla pittura e alla letteratura. Molti andranno a lavorare in piccole startup dove verranno offerti loro ruoli importanti e dove potranno avere più controllo sul futuro delle nuove startup.

La nuova sfida di Facebook è fare in modo di non perdere tutto questo talento e tutta quest'esperienza.



Lascia un commento

Insulti, volgarità e commenti ritenuti privi di valore verranno modificati e/o cancellati.
Nome:

Commento:
Conferma visiva: (ricarica)

Inserisci la targa della città indicata nell'immagine.

Login | Iscriviti

Username:

Password: